Herman Wouk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Herman Wouk
Premio Pulitzer Premio Pulitzer nel 1952

Herman Wouk (New York, 27 maggio 1915Palm Springs, 17 maggio 2019) è stato uno scrittore, drammaturgo e sceneggiatore statunitense; tra le sue altre opere si ricordano The Winds of War e War and Remembrance, romanzi storici sulla seconda guerra mondiale, nonché This is my God (1959), una spiegazione del Giudaismo dal punto di vista dell'Ebraismo ortodosso moderno che godette di notevole popolarità anche tra i non-ebrei. I suoi libri sono stati tradotti in 27 lingue; Wouk è stato definito dal Washington Post l’esclusivo decano dei romanzieri storici statunitensi[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Wouk nacque nel Bronx, secondo dei tre figli di Esther Levine e Abraham Isaac Wouk, immigrati bielorussi di origine ebraica. Suo padre aprì una lavanderia, lavorando alacremente per sottrarre la famiglia alla miseria.[2] Nel 1928 i Wouk furono raggiunti dal padre di Esther, Mendel Leib Levine, che si occupò dell'educazione dei nipoti. Wouk studiò intensamente il Talmud e l'educazione impartita dal nonno ne fece un ebreo religioso e praticante per quasi tutta la sua vita.

Si diplomò alla Townsend Harris High School di Manhattan e ottenne nel 1934 un Bachelor of Arts dalla Columbia University, ove fu redattore del Columbia Jester. Divenne poi un radiodrammaturgo e lavorò con David Freedman e Fred Allen,[3] prima di essere assunto dal governo (1941) come scrittore di spot per vendere obbligazioni di guerra.[4]

Inizi e seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Wouk entrò nella US Navy dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor e combatté nel Pacifico, divenendo vicecomandante della USS Southard. Prese parte a otto incursioni sulla terraferma e a numerose battaglie; in questo periodo scrisse la bozza del suo primo romanzo, Aurora Dawn, inviandola al suo vecchio professore Irwin Edman. Questi fece ottenere a Wouk il suo primo contratto di pubblicazione, che gli fu spedito mentre era al largo di Okinawa. Il romanzo fu pubblicato nel 1947.

Nel 1944, mentre lo Zane era in cantiere a San Pedro per riparazioni, incontrò l'impiegata di marina Betty Sarah Brown, che si convertì all'ebraismo per sposare Wouk nel 1945. I Wouk ebbero tre figli: Abraha Isaac Wouk (1946 - 1951), annegato in una piscina in Messico, Iolanthe Woulff (1950) e Joseph Wouk (1954). Dopo un periodo diviso tra l'isola di Saint Thomas e Washington i Wouk si trasferirono a Palm Springs, ove Betty morì nel 2011.

Nel 1948 Wouk pubblicò City Boy, clamoroso fiasco oscurato probabilmente dallo straordinario successo de Il nudo e il morto di Norman Mailer.[5]

Wouk scrisse nel 1951, con l'aiuto di sua moglie, un nuovo romanzo, L'ammutinamento del Caine, che vinse nel 1952 il premio Pulitzer per la narrativa e da cui fu tratto un film con Humphrey Bogart.

Maturità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1955 pubblicò Marjorie Morningstar, che gli valse la copertina del Time e che fu adattata nel 1958 in un film con Natalie Wood. Nel 1956 scrisse Slattery's Hurricane, che trasse dalla sceneggiatura del film Furia dei tropici, mentre al 1959 risale This is God, prima opera di carattere religioso dell'autore.

Nel 1962 Wouk scrisse Youngblood Hawke, dramma basato sulla vita di Thomas Wolfe e nel 1965 Don't Stop the Carnival, commedia parzialmente autobiografica. Gli anni '70 furono segnati dalla pubblicazione dei monumentali romanzi sull'Olocausto Vento di guerra (Winds of War 1971) e War and Remembrance (1978), entrambi adattati per la televisione, interpretati da Robert Mitchum.

Gli anni successivi furono impiegati a scrivere romanzi sul Giudaismo, su Israele e sulla Russia. Tra questi si citano Inside, Outside (1985), The Hope (1993), The Glory (1994). Nel 2004 pubblicò The Texas Hole, immaginando la scoperta del bosone di Higgs (che avvenne effettivamente nel 2013), seguito da The Language God talks (2010), sunto di una sua conversazione con Richard Feynman. Del 2012 è il romanzo The Lawgiver, incentrato sulla figura di Mosè.

Dal 1937 Wouk tiene un diario personale, che ha raggiunto nel 2012 i 100 volumi.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1952 - Premio Pulitzer per la narrativa per L'ammutinamento del Caine (The Caine Mutiny) del 1951.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruce Fessier, Herman Wouk, decano dei romanzieri storici, compie 100 anni, The Desert Sun, 26 maggio 2015. URL consultato il 5 agosto 2015.
  2. ^ Sean Callery, Victor Wouk: The Father of the Hybrid Car, Crabtree Publishing Company, 2009. p. 7
  3. ^ Craig D'Odge, Herman Wouk Makes His Case, su loc.gov, December 2000. URL consultato il 4 agosto 2015.
  4. ^ Yvonne French, Herman Wouk Donates Five Historical Novels, su loc.gov, 10 luglio 1995. URL consultato il 4 agosto 2015.
  5. ^ Peter Hitchens, War and Remembrance, some remarks on Herman Wouk, Mail on Sunday, 27 aprile 2015. URL consultato il 4 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17231124 · ISNI (EN0000 0000 8096 0917 · LCCN (ENn79032317 · GND (DE11919564X · BNF (FRcb11929410v (data) · NLA (EN35620922 · NDL (ENJA00461462 · WorldCat Identities (ENn79-032317