Herbert Plank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Herbert Plank
Herbert Plank Februar 1979.jpg
Herbert Plank in gara nel 1979
Nazionalità Italia Italia
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, combinata
Squadra Carabinieri
Ritirato 1981
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Herbert Plank (Vipiteno, 3 settembre 1954) è un ex sciatore alpino italiano. Dopo Zeno Colò è stato il più grande discesista italiano fino all'avvento di Kristian Ghedina; fu fra l'altro il primo italiano a salire sul più alto gradino del podio nella libera della Saslong in Val Gardena[1].

Elemento di spicco della Valanga azzurra, a differenza dei altri compagni di squadra che primeggiavano nelle prove tecniche Plank si specializzò nella discesa libera[2] in un periodo, gli anni Settanta, dominato dagli svizzeri Bernhard Russi e Roland Collombin, dalla forte squadra austriaca guidata da Franz Klammer e dai Crazy Canucks canadesi, riuscendo a ottenere cinque vittorie e numerosi podi in Coppa del Mondo e una medaglia di bronzo ai Giochi olimpici invernali. Invece non gareggiò quasi mai in slalom gigante e in slalom speciale, tranne poche apparizioni e unicamente al fine di ottenere punti nella combinata[2].

È fratello di Jolanda e padre di Andy, a loro volta sciatori alpini di alto livello[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1972-1977[modifica | modifica wikitesto]

Herbert Plank conquistò i suoi primi punti in Coppa del Mondo il 24 gennaio 1972 piazzandosi 10º in slalom gigante sul difficile tracciato di Adelboden in Svizzera. Nella stessa stagione conquistò l'oro alla prima edizione dei Campionati europei juniores, a Madonna di Campiglio, in discesa libera[2].

Il 10 dicembre 1973 si aggiudicò il primo successo di carriera nella discesa libera di Val-d'Isère in Francia, precedendo nell'ordine gli austriaci Werner Grissmann e Franz Klammer. La seconda vittoria giunse nel gennaio del 1976 sulla celebre pista Lauberhorn di Wengen. Nello stesso anno Plank conquistò la medaglia di bronzo nella discesa libera ai XII Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1976, , valida anche ai fini iridati, preceduto soltanto dai due fuoriclasse Franz Klammer e Bernhard Russi. In Coppa del Mondo chiuse la stagione al 7º posto nella classifica generale (replicando il piazzamento dell'anno precedente) e al 2º in quella di discesa libera.

Stagioni 1978-1981[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1977-1978 lo sciatore ottenne due vittorie consecutive sui pendii della Val Gardena e di Cortina d'Ampezzo, ma ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen non andò il decimo posto in discesa libera; a fine stagione ottenne il suo miglior piazzamento in carriera nella classifica generale: 5º, e fu ancora 2° nella coppa di discesa.

L'ultimo successo dell'azzurro è datato 4 marzo 1980 nella località canadese di Lake Louise. Sempre nella discesa libera, ai XIII Giochi olimpici invernali di Lake Placid 1980 chiuse 6º. Ottenne l'ultimo piazzamento di rilievo in competizioni internazionali con il 2º posto nella combinata di Coppa del Mondo disputata a Sankt Anton am Arlberg il 1º febbraio 1981.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro Plank gestì l'albergo di famiglia e un negozio di articoli sportivi nella natia Vipiteno e collaborò con varie aziende produttrici di attrezzatura sportiva[2][3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Europei juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 5º nel 1978
  • 21 podi:
    • 5 vittorie (tutte in discesa libera)
    • 10 secondi posti (9 in discesa libera, 1 in combinata)
    • 6 terzi posti (tutti in discesa libera)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
10 dicembre 1973 Val-d'Isère Francia Francia DH
9 gennaio 1976 Wengen Svizzera Svizzera DH
18 dicembre 1977 Val Gardena Italia Italia DH
22 dicembre 1977 Cortina d'Ampezzo Italia Italia DH
4 marzo 1980 Lake Louise Canada Canada DH

Legenda:
DH = discesa libera

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gernot Mussner, 1977, la prima vittoria italiana sulla Saslong. Il grande successo di Herbert Plank, in saslong.org, 2002. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  2. ^ a b c d e f Scheda sports-reference.com, su sports-reference.com. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  3. ^ Planksport.com. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  4. ^ Sci alpino, l'albo d'oro della discesa maschile dei Campionati Italiani Assoluti, in fisi.org, 1º aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Campionati Italiani di sci alpino, l'albo d'oro della combinata maschile, in fisi.org, 24 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]