Henryk Opienski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Henryk Opienski (Cracovia, 13 gennaio 1870Morges, 21 gennaio 1942) è stato un compositore e musicologo polacco.

Henryk Opienski è il primo seduto da sinistra (foto del 1893).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi a Cracovia, a Parigi fu allievo di Ignacy Jan Paderewski per il pianoforte e di Vincent d'Indy per la composizione.

A Lipsia studiò musicologia presso Hugo Riemann e direzione d'orchestra presso Arthur Nikisch. Fu poi attivo a Varsavia e Losanna. Nel 1901 fondò il coro della Filarmonica di Varsavia. Fu direttore del conservatorio di Poznań dal 1920 al 1926, quindi si trasferì in Svizzera.

Sua moglie Lydia Barblan-Opienska (1890-1983), fu insegnante di canto dopo la laurea e compostrice di una cantata, pezzi per pianoforte e opere corali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le opere teatrali da menzionare Maria e Jakób Lutnista (Jacob il suonatore di liuto), Il figliol prodigo, un oratorio, Mickiewicz, una cantata, e diversi poemi sinfonici oltre a pezzi di musica da camera. Tra le pubblicazioni vi sono studi su Chopin, (Frédéric Chopin, 1900) e La musica polacca del 1918. Ad Opienski si deve anche la creazione, nel 1911, della prima rivista polacca dedicata alla musicologia, Kwartalnik Muzyczny.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (fr) Aloys Fornerod, Henryk Opieński. Lausanne, Éditions SPES, 1942
  • (fr) Henryk Opieński, I. J. Paderewski. Esquisse de sa vie et de son œuvre. Lausanne, Éditions SPES, 1928, 2ème édition 1948
  • (fr) H. Opieński, Les premiers opéras polonais considérés dans leurs rapports avec la musique de Chopin. "Revue de Musicologie". Paris, 1929, t. 13 n° 30
  • (fr) H. Opieński, La symphonie polonaise au XVIIIe siècle, [Communication faite le 19 avril 1934 à la Société Française de Musicologie]. "Revue de Musicologie" Paris, 1934
  • (pl) H. Opieński, Chopin. Ediz. 2. Lwów-Warszawa, Książnica-Atlas, 1925

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7655390 · ISNI (EN0000 0000 8087 1922 · LCCN (ENn87938565 · GND (DE1034346016 · BNF (FRcb14852610k (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie