H. Rider Haggard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Henry Rider Haggard)
Henry Rider Haggard

Henry Rider Haggard (Bradenham, 22 giugno 1856Londra, 14 maggio 1925) è stato uno scrittore britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver completato i suoi studi in Grammar School di Ipswich iniziò prima un'attività di funzionario del governo ed in seguito decise di dedicarsi alla letteratura specializzandosi nei racconti di genere esotico-avventuroso e fantastico.

Affascinato dall'Africa meridionale la si ritrova più volte come luogo di ambientazione nelle sue opere. Il suo celebre romanzo Le miniere di re Salomone (King Solomon's Mines, 1885) - primo di una serie che ha per protagonista il cacciatore bianco Allan Quatermain - è il primo romanzo di avventura in lingua inglese ambientato in Africa e costituisce un prototipo per il tema del "mondo perduto"[1] che divenne popolare nella letteratura vittoriana.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Ciclo di Allan Quatermain[modifica | modifica sorgente]

  1. Le miniere di re Salomone (King Solomon's Mines)
  2. La città nascosta (Allan Quatermain)
  3. La moglie di Allan (Allan's Wife)
  4. Maiwa's Revenge: or, The War of the Little Hand
  5. Marie (1912)
  6. Figlio della tempesta (Child of Storm)
  7. The Holy Flower
  8. Finished
  9. The Ivory Child
  10. The Ancient Allan
  11. She and Allan
  12. Heu-heu: or The Monster
  13. The Treasure of the Lake
  14. Gli dei di ghiaccio (Allan and the Ice-gods)
  15. Magapa the Buck
  16. A Tale Of Three lions
  17. Hunter Quatermain's Story: The Uncollected Adventures of Allan Quatermain
  18. Long Odds

Ciclo di Ayesha[modifica | modifica sorgente]

  1. Lei o La donna eterna (She)
  2. Il ritorno di Ayesha o Il ritorno di Lei (Ayesha: The Return of She)
  3. She and Allan
  4. Wisdom's Daughter: The Life and Love Story of She-Who-Must-Be-Obeyed

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Alcuni film tratti dalle opere di Rider Haggard:

Da Le miniere di re Salomone:

Da La donna eterna:

Da Jess

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Robert E. Morsberger, postfazione di King Solomon's Mines, The Reader's Digest, 1993.
  2. ^ The World's Desire (1890) in Progetto Gutenberg.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 9841446 LCCN: n80010495