Henry Arnold

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henry Harley Arnold
021002-O-9999G-013.jpg
25 giugno 1886 – 15 gennaio 1950
SoprannomeHap
Nato aGladwyne (Pennsylvania)
Morto aSonoma (California)
Luogo di sepolturaCimitero nazionale di Arlington
Dati militari
Paese servitoStati Uniti Stati Uniti
Forza armataUnited States Army
United States Air Force
Anni di servizio1907 — 1946
GradoGenerale of the Army
General of the Air Force
GuerrePrima guerra mondiale
Seconda guerra mondiale
Comandante diAeronautical Division, U.S. Signal Corps
16th Reconnaissance Squadron
United States Army Air Forces
Studi militariAccademia Militare degli Stati Uniti
voci di militari presenti su Wikipedia

Henry Harley "Hap" Arnold (Gladwyne, 25 giugno 1886Sonoma, 15 gennaio 1950) è stato un generale statunitense.

Pioniere dell'aviazione[1].

Diplomatosi a West Point, partecipò alla prima guerra mondiale; dedicò tutta la sua carriera allo sviluppo delle forze aeree militari degli Stati Uniti e raggiunse il grado di generale.

Determinato e aggressivo, Arnold divenne all'inizio della seconda guerra mondiale il capo di stato maggiore delle United States Army Air Force che durante il conflitto si trasformarono, grazie soprattutto alle sue capacità di pianificazione e direzione, in una forza aerea di grande potenza in grado di bombardare con effetti distruttivi gli obiettivi nemici e di raggiungere la superiorità aerea in tutti i teatri bellici. Strenuo sostenitore dell'importanza decisiva del bombardamento strategico e dell'autonomia delle forze aeree statunitensi dall'esercito e dalla marina, svolse un ruolo politico-militare importante nel quadro dello sforzo bellico degli Stati Uniti partecipando anche alle grandi conferenze tra gli Alleati.

Dal carattere irrequieto e nervoso, impose il suo brusco stile di comando ai subordinati, controllando totalmente la guerra aerea statunitense e sostenendo con grande energia, nonostante ripetuti problemi di salute cardiaci, la campagna di bombardamento sulla Germania e sul Giappone e lo sviluppo dei bombardieri ultra-pesanti Boeing B-29 Superfortress da lui ritenuti l'arma decisiva per accorciare la durata della guerra e dimostrare le capacità dell'USAAF.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Coffey, Thomas M., Hap: the Story of the U.S. Air Force and the Man Who Built It, General Henry H. "Hap" Arnold, Viking Press (1982)
  • Daso, Dik A., Major USAF, Hap Arnold's Early Career in Aviation Technology, 1903-1935 Aerospace Power Journal, (1996), Air University Press, Maxwell AFB, Alabama

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN64087560 · ISNI: (EN0000 0000 6307 8439 · LCCN: (ENn82063922 · GND: (DE118833987 · BNF: (FRcb12383644m (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie