Henri de Monantheuil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Henri de Monantheuil (o Henricus Monantholius) (Reims, 1536Parigi, 1606) è stato un matematico e medico francese. Insegnò al Collège royal dal 1573. Ebbe Ramus come maestro e Jacques-Auguste de Thou come discepolo.

De angulo contactus, 1581
Cortile interno del Collège de France

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da una famiglia agiata con possedimenti a la Theuil in Piccardia, studiò all'università di Reims e poi medicina e matematica a Parigi, sotto Pierre de La Ramée.

Nel 1576 Monantheuil ottenne la cattedra che fu di Oronzio Fineo e Forcadel.[1] Sostituì poi Claude Rousselet alla facoltà di medicina l'8 novembre 1578.

Nel 1595, pronunciò un discorso sulla riorganizzazione del collège de France.[1] Servì presso Enrico III e IV e, con un discorso a Enrico IV di Francia, ottenne l'aumento della remunerazione dei professori reali a 100 lire.[2]

Monantheuil diede un'immagine di dinamismo nuova per matematici reali del tempo. Si rifiutò di appoggiare l'amico Joseph Scaliger nella disputa contro l'umanista François Viète.

Verso la fine del secolo, i discepoli di Paracelso ottennero la fiducia del re e di Enrico II di Rohan, come Sieur de Rivière (m. 1605), Joseph du Chesne (m. 1609) e Théodore de Mayerne (m. 1655). Monantheuil si esiliò in Inghilterra e servì presso Giacomo I.

Morì nel 1606 e fu inumato della chiesa di Saint-Benoît. Gli succedette Jean Boulenger al Collège royal.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (LA) Henri de Monantheuil, De angulo contactus, Lutetiae, Jamet Mettayer, Robert Colombel, Biblioteca Aldina, 1581. URL consultato il 13 giugno 2015.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17355686 · ISNI (EN0000 0001 0956 8442 · GND (DE173277233 · BNF (FRcb13006651k (data) · CERL cnp01358036
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie