Henri-Marie-Gaston Boisnormand de Bonnechose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henri-Marie-Gaston Boisnormand de Bonnechose
cardinale di Santa Romana Chiesa
Henri-Marie-Gaston Boisnormand de Bonnechose2.jpg
Coat of arms of Mgr Henri de Bonnechose (Cardinal).svg
Fide ac virtute
Incarichi ricoperti
Nato 30 maggio 1800, Parigi
Ordinato presbitero 21 dicembre 1883
Nominato vescovo 17 gennaio 1848 da papa Pio IX
Consacrato vescovo 30 gennaio 1848 dal cardinale Antonio Francesco Orioli, O.F.M. Conv.
Elevato arcivescovo 18 marzo 1858 da papa Pio IX
Creato cardinale 11 dicembre 1863 da papa Pio IX
Deceduto Rouen, 28 ottobre 1883

Henri-Marie-Gaston Boisnormand de Bonnechose (Parigi, 30 maggio 1800Rouen, 28 ottobre 1883) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Parigi il 30 maggio 1800, da madre olandese e padre francese. Cresciuto nel protestantesimo all'età di 18 anni si convertì al cattolicesimo e fu battezzato sub conditionem il 13 settembre 1819.[1]

Compiuti gli studi entrò nella magistratura francese come sostituto procuratore a Les Andelys ed a Rouen. Ebbe successivamente numerosi incarichi presso diverse procure finché, su consiglio dell'arcivescovo di Besançon, ultima città in cui prestò l'opera di avvocato generale dello Stato, Louis-François-Auguste de Rohan-Chabot, entrò in seminario e venne ordinato prete il 21 dicembre 1883 a Strasburgo. Fu poi predicatore, professore di eloquenza sacra, missionario apostolico. Si trasferì quindi a Roma, ove fu rettore della chiesa reale di San Luigi dei Francesi dal 1844 al 1847.

Nel gennaio 1848 fu eletto vescovo di Carcassonne. Nel 1852 divenne assistente al Soglio pontificio e nel 1855 fu trasferito presso la sede di Évreux. Il 18 marzo 1858 divenne arcivescovo metropolita di Rouen e Primate di Normandia. Fu lui a sovrintendere alla traslazione delle reliquie di sant'Evodio dalla chiesa del forte di Braine alla cattedrale di Rouen.

Tomba del cardinale Henri-Marie-Gaston Boisnormand de Bonnechose

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro dell'11 dicembre 1863, assegnandogli il titolo di cardinale presbitero di San Clemente. Partecipò al Concilio Vaticano I ed al conclave del 1878, che elesse papa Leone XIII.

Morì il 28 ottobre 1883 all'età di 83 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Cardinals of the Holy Roman Church-Bonnechose

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Carcassonne Successore BishopCoA PioM.svg
Joseph-Julien de Saint-Rome-Gualy 17 gennaio 1848 - 23 marzo 1855 François-Alexandre Roullet de la Bouillerie
Predecessore Vescovo di Évreux Successore BishopCoA PioM.svg
Nicolas-Théodore Olivier 23 marzo 1855 - 18 marzo 1858 Jean-Sébastien-Adolphe Devoucoux
Predecessore Arcivescovo metropolita di Rouen Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Louis-Marie-Edmont Blanquart de Bailleul 18 marzo 1858 - 28 ottobre 1883 Léon-Benoit-Charles Thomas
Predecessore Primate di Normandia Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Louis-Marie-Edmont Blanquart de Bailleul 18 marzo 1858 - 28 ottobre 1883 Léon-Benoit-Charles Thomas
Predecessore Cardinale presbitero di San Clemente Successore CardinalPallium PioM.svg
Domenico Lucciardi 22 settembre 1864 - 28 ottobre 1883 Guglielmo Sanfelice d'Acquavella, O.S.B.
Controllo di autorità VIAF: (EN14764350 · LCCN: (ENnr2002030547 · ISNI: (EN0000 0000 6135 2107 · GND: (DE103133186 · BNF: (FRcb116839397 (data) · BAV: ADV10295677