Hennessy (cognac)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hennessy
Hennesy XO close.jpg
Hennessy XO
Categoria Bevanda alcolica
Tipo Cognac
Marca LVMH
Anno di creazione 1765
Nazione Francia Francia
Colore Ambrato intenso
Gradazione alcolica 40% vol.
Sito www.hennessy.com

Hennessy è un marchio di cognac francese. Con una produzione di circa 50 milioni di bottiglie l’anno, è il cognac più venduto a livello mondiale[1][2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda nacque nel 1765 per volontà di Richard Hennessy, figlio di un nobile irlandese, che dopo aver militato nell'esercito di Luigi XV scoprì i vigneti nella regione di Charente a nord di Bordeaux, appassionandosi fino ad aprire una sua distilleria e studiando un nuovo metodo di lavorazione[1].

Iniziò quasi subito la vendita negli Stati Uniti, dove il prodotto venne apprezzato da alcuni nobili, tra cui re Giorgio IV d'Inghilterra[3] e l'imperatrice Maria Federovna. Nel 1818 venne esportato in Russia e l'anno successivo in India, seguita dal Sud America nel 1845 e dall'Australia nel 1855[4]. Questa rapida espansione portò Hennessy a diventare il primo cognac commercializzato in Cina per mezzo degli ambasciatori francesi nel 1868[1]. In seguito i successori di Richard Hennessy crearono i marchi oggi conosciuti come V.S. (very special) e X.O. (extra old).

Nel 1971 Kilian Hennessy, ultimo erede della famiglia, creò il marchio Moët Hennessy, fondendo l'azienda con Louis Vuitton e dando vita, nel 1987, al gruppo internazionale LVMH[1][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Hennessy Cognac, la storia e la passione della maison per il cognac, su myluxury.it. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  2. ^ a b Simonit&Sirch nelle vigne di Hennessy, leader mondiale del cognac, su 45parallelo.net. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  3. ^ La saga degli Hennessy, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  4. ^ (FR) Hennessy: l'empire du Cognac, su francesoir.fr. URL consultato il 1º ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN214844064 · LCCN (ENno2017012931 · GND (DE1087474108 · BNF (FRcb135487213 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2017012931
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici