Helga Brandt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Helga Brandt
Helga Brandt.png
SagaFilm di James Bond
SoprannomeNumero 11
AutoreRoald Dahl
1ª app. inAgente 007 - Si vive solo due volte (1967)
Interpretato daKarin Dor
Voce italianaMaria Pia Di Meo
Speciecaucasica
Sessofemminile
Professioneagente operativo della SPECTRE
AffiliazioneSPECTRE

Helga Brandt è un personaggio immaginario, Bond girl e henchman del villain Ernst Stavro Blofeld, antagonista di James Bond nel film Agente 007 - Si vive solo due volte (1967), il quinto della serie dell'agente segreto 007, ispirato all'omonimo romanzo di Ian Fleming. È un personaggio creato appositamente per l'adattamento cinematografico. È interpretato dall'attrice Karin Dor.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Helga Brandt è un membro della SPECTRE, organizzazione terroristica guidata da Ernst Stavro Blofeld, e assistente di Mr. Osato, leader dell'omonima azienda di prodotti chimici. Occupa il numero 11 nella gerarchia della SPECTRE e si distingue come specialista nella tortura usando gli strumenti propri della chirurgia estetica.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Il primo incontro tra Bond e Helga Brandt (il cui nome non viene mai menzionato nel film) avviene quando l'agente segreto si reca all'appuntamento con Mr. Osato. Arrivata insieme al capo in elicottero, è lei che riceve l'ordine – dopo che Bond aveva mentito sulla sua reale identità spacciandosi sotto il nome di Mr. Fisher, un industriale interessato ad affari con Mr. Osato – che viene incaricata di ucciderlo. Più tardi, al porto di Kōbe 007 viene catturato e condotto da Helga. La donna, sicura di avere in pugno Bond destinato secondo lei ad una tragica e inevitabile fine, si fa sedurre giocando con le sue debolezze. Tuttavia, mentre i due si trovano in elicottero, Helga si lancia improvvisamente fuori dal velivolo grazie ad un paracadute lasciando così Bond alla guida del mezzo destinato allo schianto mortale. Bond riuscirà miracolosamente a salvarsi e Helga viene chiamata a rapporto da Blofeld insieme a Mr. Osato in una base segreta all'interno di un vulcano. Blofeld accusa Mr. Osato di gravi inadempienze nello svolgimento della missione, ma deciderà di salvarlo e sarà appunto Helga Brandt a morire. Azionando la botola a lei sottostante, Blofeld la getterà in pasto ai piranha.

Secondo Karin Dor, mora originalmente, per il ruolo di Helga Brandt i produttori cercavano una ragazza bionda. Alla fine decisero per lei e in una sorta di compromesso la fecero diventare rossa, una sorta di clone di Fiona Volpe, personaggio di Agente 007 - Thunderball: Operazione tuono Nonostante Helga Brandt non sia presente nel romanzo di Fleming, il nome Brandt era presente in Operazione tuono, e apparteneva ad un meccanico di Emilio Largo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

James Bond Portale James Bond: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di James Bond