Helena Nordheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Helena Nordheim
Turnerinnen der niederländischen Goldriege von 1928.jpg
Nordheim è la quarta a sinistra nella foto di gruppo delle Olimpiadi del 1928
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Amsterdam 1928 Squadra
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Helena Nordheim (1º agosto 19032 luglio 1943) è stata una ginnasta olandese di origine ebraica, vittima dell'Olocausto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1928 Helena Nordheim ha vinto la medaglia d'oro olimpica per l'Olanda nella gara a squadre di ginnastica. L'allenatore Gerrit Kleerekoper e cinque delle 12 atlete della squadra di ginnastica olandese erano di origine ebraica: Estella Agsteribbe, Helena Nordheim, Anna Polak, Elka de Levie, e Judikje Simons.

Per le sue origini ebraiche, Nordheim fu deportata durante la seconda guerra mondiale. Fu dapprima nel Campo di concentramento di Westerbork e poi venne trasferita e uccisa con il marito Abrham Kloot e la figlia Rebbecca di dieci anni, nel campo di sterminio di Sobibór.

Nel 1997 è stata inserita insieme alle altre ragazze ebree della squadra, e all'allenatore Gerrit Kleerekoper, nell'International Jewish Sports Hall of Fame.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]