Hejira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hejira
ArtistaJoni Mitchell
Tipo albumStudio
Pubblicazionenovembre 1976
pubblicato negli Stati Uniti
Durata51:23
Dischi1
Tracce9
GenereFolk rock
Jazz
Blues
EtichettaAsylum Records (7E-1087)
ProduttoreJoni Mitchell
ArrangiamentiJoni Mitchell
RegistrazioneHollywood al A&M Studios
FormatiLP
Certificazioni
Dischi d'oro1
Joni Mitchell - cronologia
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic [1]
Robert Christgau B+[2]
Storia della musica [3]
Sputnikmusic 5.0 (Classic)[4]
Piero Scaruffi [5]
Dizionario del Pop-Rock [6]
24.000 dischi [7]

Hejira è il nono album discografico della cantante canadese Joni Mitchell, pubblicato dall'etichetta Asylum Records nel novembre[8] del 1976.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Le canzoni sono state scritte in auto, mentre la cantante tornava a Los Angeles in solitario da un viaggio insieme a due amici fino al Maine[9].

In quest'album è notevole anche la partecipazione del bassista Jaco Pastorius, che è riuscito ad interpretare la musica di Mitchell come lei l'aveva pensata[10]. Infatti, durante l'incisione dell'album, i bassisti avevano dato molti problemi in quanto, non conoscendo gli accordi di Mitchell, non riuscivano a trovare una linea di basso soddisfacente. Pastorius, invece, si destreggiava nelle molteplici interpretazioni degli accordi e dava ugual peso ad ognuna di esse, dando finalmente una linea di basso ma senza snaturare la musica di Mitchell.

Il 23 dicembre 1976 ottenne la certificazione di disco d'oro dalla RIAA[11].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono composti da Joni Mitchell.

Lato A
  1. Coyote – 5:00
  2. Amelia – 6:00
  3. Furry Sings the Blues – 5:03
  4. A Strange Boy – 4:15
  5. Hejira – 6:35

Durata totale: 26:53

Lato B
  1. Song for Sharon – 8:30
  2. Black Crow – 4:20
  3. Blue Motel Room – 5:03
  4. Refuge of the Roads – 6:37

Durata totale: 24:30

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Joni Mitchell - voce, chitarra acustica, chitarra elettrica
  • Jaco Pastorius - basso
  • Larry Carlton - chitarra acustica, chitarra elettrica
  • Max Bennett - basso
  • John Guerin - batteria
  • Bobbye Hall - percussioni
  • Victor Feldman - vibrafono
  • Chuck Domanico - basso, contrabbasso
  • Chuck Findley - tromba
  • Tom Scott - sax
  • Abe Most - clarinetto
  • Neil Young - armonica a bocca

Note aggiuntive:

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2022) Posizione
massima
Grecia[12] 69

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) David Cleary, Hejira, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  2. ^ [1]
  3. ^ [2]
  4. ^ [3]
  5. ^ [4]
  6. ^ da Dizionario del Pop-Rock di Enzo Gentile & Alberto Tonti, Ed. Baldini & Castoldi, pagina 665
  7. ^ da 24.000 dischi di Riccardo Bertoncelli e Chris Thellung, Zelig Editore, pagina 646
  8. ^ (EN) Joni Mitchell - Hejira - Album, su jonimitchell.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  9. ^ (EN) Joni Mitchell Library, su jonimitchell.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  10. ^ (EN) Joni Mitchell - Hejira, su cloudsandclocks.net. URL consultato il 22 novembre 2015.
  11. ^ (EN) RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - November 22, 2015, su riaa.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  12. ^ (EN) Official IFPI Charts - Top-75 Albums Sales Chart (Combined) - Week: 23/2022, su IFPI Greece. URL consultato il 20 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2022).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniel J. Levitin, Cosa contraddistingue un musicista?, in Fatti di musica. Codice edizioni, Torino, 2008, pp. 190–191. Edizione speciale per il mensile Le scienze.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica