Heino Kaski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Heino Kaski nel 1945, all'età di 60 anni.

Heino Wilhelm Daniel Kaski (Pielisjärvi, 21 giugno 1885Helsinki, 20 settembre 1957) è stato un compositore e pianista finlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kaski nacque in una famiglia di cantori. Suo padre gli insegnò a suonare il violino, e in genere supportava i suoi studi musicali: quando Kaski abbandonò la scuola secondaria per studiare musica a tempo pieno ad Helsinki, non si è opposto. Studiò alla scuola di Cantori-Organisti di Helsinki, entrando poi nella Scuola Filarmonica Orchestra. Ivi, proseguì lo studio del violino, oltre a teoria musicale (da Ilmari Krohn) e composizione (da Erkki Melartin).

Nel 1911, su raccomandazione di Jean Sibelius, Kaski ottenne una sovvenzione che gli permise di studiare per quattro anni a Berlino, allievo di Paul Juon. Nel 1914 tornò in Finlandia.

Una delle sue opere più importanti, la Sinfonia in si minore, fu composta nel 1914-1919 sotto la guida parziale di Selim Palmgren. La sinfonia venne eseguita il 2 ottobre 1919.

Lo stesso anno, Kaski tornò di nuovo in Europa, per studiare da Otto Taubmann a Berlino, e quindi viaggiò e studiò in Italia e Francia. Infine tornò in Finlandia nel 1924, e da allora ha lavorato come insegnante di musica in diverse scuole. Ha tenuto nove concerti di propria composizione e nel 1950 è stato insignito della medaglia Pro Finlandia. Il 20 settembre 1957, a 72 anni, Kaski morì a Helsinki. La sua morte è stata oscurata da quella di Jean Sibelius, che è morto lo stesso giorno, all'età di 91 anni.

Kaski è meglio conosciuto per le sue miniature per pianoforte, in cui mostra una propensione naturale per la melodia, e le sue canzoni; è inoltre autore di numerose opere da camera, quattro suite per orchestra, e di molti altri pezzi.

Opere (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

  • Impromptu, per pianoforte, op. 5 / 2
  • Preludio in sol bemolle maggiore, op. 7
  • Sinfonia in si minore, op. 16 (1919)
  • Reverie, per pianoforte, op. 19 / 1
  • Die Quellenymphe, per pianoforte, op. 19 / 2
  • Syysaamu (Una mattina d'autunno), per pianoforte, op. 21 / 2
  • Kevätaamu Caprilla (un mattino di primavera a Capri), per pianoforte, op. 25 / 3
  • Sonata per violino (1920)
  • Sonata per violoncello (1923)
  • Yö rannalla meren (Notte dal mare), per pianoforte, op. 34 / 1
  • Pezzi per pianoforte op. 48:
  • Pankakoski (Preludio in si minore), per pianoforte, op. 48 / 1
  • Kellotapuli Vanha, per pianoforte, op. 48 / 2
  • Walamo, per pianoforte, op. 48 / 3
  • Sonata per flauto in si maggiore, op. 51 (1937)
  • Quattro suite per orchestra, poema sinfonico, opere da camera, un centinaio di canzoni e altrettanti brani per pianoforte solista.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ruth-Esther Hillila; Barbara Blanchard Hong, Historical Dictionary of the Music and Musicians of Finland, Greenwood Publishing Group, 1997, p. 171, ISBN 978-0-313-27728-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51878990 · ISNI (EN0000 0000 8130 7098 · Europeana agent/base/9222 · LCCN (ENn84123367 · GND (DE129214051 · BNF (FRcb13936301c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84123367