Heikegani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Heikegani
The ghost of Taira Tomomori.jpg
Heikegani con volti umani (a sinistra), in un ukiyo-e di Utagawa Kuniyoshi.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Pleocyemata
Infraordine Brachyura
Superfamiglia Dorippoidea
Famiglia Dorippidae
Genere Heikeopsis
Specie H. Japonica
Nomenclatura binomiale
Heikeopsis japonica
von Siebold[1], 1824

Lo Heikeopsis japonica (平家蟹, ヘイケガニ Heikegani?, von Siebold, 1824) è una specie di granchio originario del Giappone, caratterizzato da un guscio rassomigliante un volto umano, in passato creduto lo spirito di un samurai arrabbiato ed appunto chiamato Granchio Samurai. La credenza popolare vuole che questi crostacei siano le reincarnazioni degli spiriti dei guerrieri Heike uccisi nella Battaglia di Dan-no-ura, come narrato nello Heike Monogatari.[2]

Origine del disegno sul carapace[modifica | modifica wikitesto]

Gli Heikegani sono stati usati da Carl Sagan nella sua popolare serie televisiva di divulgazione scientifica Cosmo come un esempio di selezione genealogica involontaria, un'interpretazione pubblicata da Julian Huxley nel 1952.[3] Secondo questa ipotesi, i granchi con il carapace simile ad un volto di Samurai, erano rigettati in mare dai pescatori che li trovavano come forma di rispetto verso i guerrieri Heike, mentre quelli che non rassomiglianti venivano mangiati, dando ai primi una maggiore possibilità di riprodursi. Così, più i granchi ricordavano un viso umano, più facilmente erano risparmiati e rigettati in acqua.[3]

Questa idea ha però riscontrato un certo scetticismo, come notato da Joel W. Martin. Dato che gli uomini non usano gli Heikegani come alimento, Martin presuppone che non ci sia una pressione artificiale che favorisca la proliferazione di tali granchi, contrariamente alla spiegazione di Sagan.[3] I rilievi presenti sul carapace hanno uno scopo molto funzionale, come collegamenti di muscoli. Modelli simili si trovano in varie specie in molte parti del mondo, tra cui resti fossili.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Peter Davie, World Register of Marine Species, su marinespecies.org. URL consultato il 7 giugno 2012.
  2. ^ (EN) Fortean Japan, in Metropolis, 27 giugno 2008, pp. p. 12.
  3. ^ a b c d (EN) Joel W. Martin, The Samurai Crab (PDF), in Terra, vol. 31, 1993, pp. 30–34.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]