Hedi Vaccaro Frehner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hedi (Edvige) Frehner coniugata Vaccaro (192616 maggio 2014[1]) è stata un'attivista svizzera naturalizzata italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta nella famiglia di un commerciante svizzero, al termine della Seconda guerra mondiale si impegna nel cristianesimo secondo la confessione evangelica valdese. Mentre studia per la laurea in Matematica al Politecnico di Zurigo, comincia a collaborare sia con il Movimento cristiano studentesco sia con il Partito comunista[2]. Tra il 1949 e il 1950 studia e lavora a Parigi, e successivamente ottiene una borsa di studio a Roma, dove conosce Michelangelo Vaccaro (1920 - 2001), matematico.

L'anno seguente i due si sposano e da questa unione nascono i figli Bernardo (1953), Veronica (1955) e Davide (1958). Sono di quel periodo gli incontro con Danilo Dolci, Aldo Capitini, Pietro Pinna, a seguito dei quali Hedi Vaccaro Frehner matura la scelta di impegnarsi per la causa della nonviolenza[3].

Nel 1962 entra a far parte del Movimento Internazionale di Riconciliazione, di cui sarà a lungo segretario nazionale e figura di riferimento[3].

Nel 1992 viene insignita del Premio Nazionale Cultura della Pace «per il Suo impegno in favore del dialogo ecumenico, e per la ricerca continua e costante di una cultura della pace che vada a creare una società più giusta e nonviolenta dove il dialogo, anche tra confessioni religiose diverse, sia la base di una reale convivenza civile»[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morta Hedi Vaccaro Frehner, prima vincitrice del premio "Cultura della Pace - Città di Sansepolcro" Valtiberinainforma.it
  2. ^ Hedi Vaccaro Frehner è tornata al Padre (Fonte: IFOR-MIR Italia), iformiritalia.wordpress.com. URL consultato il 1° agosto 2015.
  3. ^ a b Francesco Candelari (a cura di), Hedi, costruttrice di pace, in Movimento Internazionale di Riconciliazione 1952 - 2012. 60 anni per la Riconciliazione e la Nonviolenza.
  4. ^ Premio Nazionale Cultura della Pace - Albo d'Oro
Controllo di autorità VIAF: (EN317277944
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie