Headie One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Headie One
Headie One.png
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereHip hop britannico
Trap
Periodo di attività musicale2010 – in attività
EtichettaRelentless Records, One Records, Sony Music Entertainment
Gruppi attualiOFB
Gruppi precedentiStar Gang
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Headie One, pseudonimo di Irving Adjei (Londra, 6 ottobre 1994), è una rapper britannico.Diventato famoso in seguito al successo del singolo 18 Hunna, che ha raggiunto la numero 6 della classifica britannica, nel 2020 ha pubblicato il suo album di debutto EDNA.[1] Nela sua carriera ha pubblicato anche numerosi mixtape e fatto parte di alcuni gruppi, tra cui troviamo l'attuale formazione del collettivo di performer OFB.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Broadwater Farm, uno dei più malfamati quartieri di Londra,[3] da ragazzo ha giocato nella squadra di calcio Haringey Borough Football Club.[4] Successivamente ha dovuto interrompere la sua carriera sportiva per via di un incidente all'anca.[4] L'interesse per la musica si è sviluppato fin dall'adolescenza, ma si è tuttavia concretizzato soltanto alcuni anni dopo, una volta archiviati alcuni problemi con la legge.[5] Prima che ciò avvenisse, Adjei era stato in galera tre volte, tra cui una per reati relativi al consumo di crack, cocaina ed eroina.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Irving Adjei inizia a pubblicare musica nel 2010 con lo pseudonimo di Headz e come componente del gruppo Star Gang.[7] Nel 2014 pubblica il suo primo unico mixtape con tale nome d'arte, Headz or Tails.[8] Negli anni successivi collabora molto con un altro ex membro della Star Gang, il rapper RV, con cui ha realizzato i successivi mixtape Sticks & Stones e Driller x Trappers, pubblicati già con il suo nome d'arte definitivo.[9] Entrambi sono poi entrati a far parte dello storico collettivo londinese OFB.[2]

Nel febbraio 2018 pubblica il suo primo mixtape da solista, The One, che ottiene una certa popolarità a livello underground: questo successo gli ha permesso di ottenere un contratto discografico presso la Relentless Records, componente della Sony Music Entertainment.[10] Successivamente collabora col gruppo Belly Squad nel brano Missing, che lo porta per la prima volta all'interno della UK Single Chart.[11] Seguono la pubblicazione del mixtape The One Two, che lo porta per la prima volta nella UK Album Chart alla numero 32, e l'annuncio del suo primo tour nazionale.[12][13]

Nel gennaio 2019 pubblica il singolo 18Hunna in collaborazione con Dave: il brano ottiene un successo molto ampio, raggiungendo la numero 6 della classifica singoli britannica e diventando dunque il brano "drill" (sottogenere dell'hip-hop britannico) con il peak in classifica più alto nella storia della musica britannica.[14] Segue la pubblicazione di altri due mixtape: Drillers x Trappers II a maggio, Music x Road ad agosto.[1] Quest'ultimo riceve ottime recensioni dalla critica e raggiunge la numero 5 nella classifica album britannica.[12][15] Nel dicembre 2019 appare nell'album del noto rapper Stormzy Heavy Is The Head, nel brano Audacity.

Nel luglio 2020 l'artista collabora con la superstar mondiale Drake nel brano Only You Freestyle. Ad ottobre pubblica il suo primo vero album EDNA, che include collaboratori di rilievo come Skepta, Future, Mahalia e Kaash Page.[16]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

I guai adolescenziali con la giustizia non sono stati gli unici avuti nella sua vita: nel marzo 2018 un suo concerto fu interrotto dalla polizia di Manchester dopo che la sua musica era stata messa in relazione con l'aumento della criminalità legata all'uso di coltelli nella città di Londra.[17] L'8 gennaio 2020 è stato arrestato per la quarta volta perché sorpreso per strada con un coltello addosso: è stato poi scarcerato soltanto nell'aprile successivo.[18] Non mancano tuttavia episodi in cui l'artista è stato indicato come vittima di reati: nel 2018 Adjei ha infatti subito una volta violenta aggressione presso l'Università di Bedforshire, il cui video è stato successivamente caricato sulle piattaforme Snapchat e YouTube.[6]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Headz or Tails
  • 2016 - Sticks & Stones
  • 2017 - Drillers x Trappers
  • 2018 - The One
  • 2018 - The One Two
  • 2019 - Drillers x Trappers II
  • 2019 - Music x Road

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Headie One, su Discogs. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  2. ^ a b (EN) Nikita Rathod, The New New: 14 U.K. Rappers You Should Know - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) MK The Plug and M1 On The Beat are UK drill’s brightest hope, su FACT Magazine: Music News, New Music.. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  4. ^ a b (EN) VERSUS Jerseys: Headie One, su VERSUS, 17 settembre 2018. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Headie One, Man Of Few Words, Lets His Bars Do All The Talking, su Complex. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  6. ^ a b (EN) John Simpson, Puma and JD Sports linked to ‘crack den’ party. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Headie One | Biography & History, su AllMusic. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  8. ^ "buy my debut mixtape", su Twitter. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) Watch RV and Headie One's football-themed video for 'Match Day', su NME Music News, Reviews, Videos, Galleries, Tickets and Blogs | NME.COM, 21 marzo 2019. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  10. ^ (EN) The Big Read – Headie One: “If you make a mistake, you’ve got to move quickly” | NME, su NME Music News, Reviews, Videos, Galleries, Tickets and Blogs | NME.COM, 18 aprile 2019. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  11. ^ (EN) BELLY SQUAD FT HEADIE ONE | full Official Chart History | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  12. ^ a b (EN) the one two | full Official Chart History | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  13. ^ (EN) Headie One review – a feelgood celebration despite the bleak lyrics, su the Guardian, 5 novembre 2018. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  14. ^ (EN) Who is Headie One and what is the '18 Hunna' challenge?, su BigTop40. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  15. ^ (EN) Headie One: Music X Road review – Drill meets dancehall, su Evening Standard, 23 agosto 2019. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  16. ^ Headie One, l'attesissimo album "Edna", su lacasadelrap.com. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  17. ^ (EN) Is drill the most controversial genre of music?, su British GQ. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  18. ^ (EN) UK drill rapper Headie One jailed for six months for carrying knife, su the Guardian, 8 gennaio 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]