Head over Heels (film 1922)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Head over Heels
Head Over Heels (1922) - 1.jpg
Titolo originaleHead over Heels
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1922
Durata50 min. (1.289 m - 5 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generecommedia
RegiaPaul Bern e Victor Schertzinger
Soggettoda Shadows, di Nalbro Bartley (con il nome Nalbro Isadorah Bartley)
SceneggiaturaGerald C. Duffy, Julien Josephson
Produttore esecutivoSamuel Goldwyn
Casa di produzioneGoldwyn Pictures Corporation
FotografiaGeorge Webber
Interpreti e personaggi

Head over Heels è un film muto del 1922 diretto da Paul Bern e Victor Schertzinger.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tina Bambinetti è una bella acrobata napoletana che giunge negli Stati Uniti messa sotto contratto da Sterling, un noto agente teatrale. La ragazza, tanto è brava, quanto - nella vita di ogni giorno - è trascurata e sciatta. Sterling è scioccato e Lawson, il suo socio, ha nei riguardi di Tina un atteggiamento sprezzante.

La soluzione la trova papà Bambinetti che, dietro suggerimento di Pepper, un addetto stampa, induce la figlia a rivolgersi a un salone di bellezza. La ragazza dapprima è recalcitrante, ma poi accetta: quando Tina esce dalle mani delle sue estetiste, al posto della scarmigliata napoletana si è trasformata in una giovane donna, bella ed elegante che stupisce tutti. Lawson si innamora di lei, che - felice - non sa se scegliere il fidanzato o la sua carriera. Una sera, però, sorprende Lawson in quello che lei crede un tenero colloquio con un'altra donna. Gelosa, gli fa una scenata e poi decide di fare le valigie e di tornarsene in Italia. Lui riesce però a fermarla, spiegandole che la donna non è altri che una sua nuova cliente.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Goldwyn Pictures Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Goldwyn Pictures Corporation, il film uscì nelle sale cinematografiche USA nell'aprile 1922.

Copia del film è conservata negli archivi della Library of Congress (American Film Institute collection). I diritti del film sono di pubblico dominio. La pellicola è stata restaurata dall'AFI, American Film Institute con i fondi della Film Foundation e con il contributo del laboratorio di restauro del Cinema Arts Lab[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema