Hawker Duiker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hawker Duiker
HDuiker.jpg
Descrizione
Tipo aereo da ricognizione
Equipaggio 1 (Pilota)
Costruttore Regno Unito Hawker Aircraft
Data primo volo luglio 1923
Esemplari 1
Dimensioni e pesi
Lunghezza 9,58 m (31 ft 5 in)
Apertura alare 14,76 m (48 ft 5 in)
Altezza 3,23 m (10 ft 7 in)
Superficie alare 36,2 (390 ft²)
Peso a vuoto 1 792 kg (3 950 lb)
Peso carico 2 132 kg (4 700 lb)
Propulsione
Motore un Bristol Jupiter IV, 9 cilindri radiale
Potenza 389 hp (290 kW)
Prestazioni
Velocità max 201 km/h (125 mph)
Velocità di crociera 159 km/h (99 mph)
Autonomia 3 h 45 min
Raggio di azione 547 km (340 mi)

i dati sono estratti da Hawker Aircraft since 1920[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Hawker Duiker fu un aereo da ricognizione monomotore, monoposto e monoplano ad ala alta, sviluppato dall'azienda aeronautica britannica H.G. Hawker Engineering Co. Ltd negli anni venti che non superò mai la fase di prototipo.

A causa di problemi di stabilità giudicati irrisolvibili, il suo sviluppo venne sospeso e non venne mai avviato alla produzione in serie.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il Duiker fu un aereo dall'evoluzione piuttosto singolare per i suoi tempi. Progettato dal capitano Thomson nel 1922, ereditò molti dei suoi componenti da un altro velivolo realizzato da una diversa azienda aeronautica, la Vickers, la quale condivideva le strutture dell'aeroporto di Brooklands con l'Hawker. Fu realizzato con una sola ala alta a parasole, in un periodo in cui i progettisti ricorrevano quasi esclusivamente alla configurazione alare biplana.

Il Duiker fu progettato per soddisfare la specifica 7/22 emanata dall'Air Ministry che richiedeva la realizzazione di ricognitore per supportare l'esercito. Il velivolo fu realizzato interamente in legno e le ali ebbero una leggera inclinazione verso la coda che generò molti problemi di stabilità di volo fino a causare il distacco delle stesse dalla fusoliera. La coda fu realizzata secondo il disegno classico della Hawker, con i caratteristici timoni piccoli. Inizialmente come propulsore si scelse un Armstrong Siddeley Jaguar, ma venne poi sostituto con un Bristol Jupiter IV.

Il primo volo avvenne nel luglio 1923, tuttavia nelle successive prove comparative le autorità militari non ritennero soddisfacenti le sue prestazioni, esito peraltro con cui si conclusero anche quelle dei concorrenti Armstrong Whitworth Wolf, Bristol Type 84 Bloodhound e de Havilland DH.42 Dormouse, non emettendo alcun nuovo ordine di fornitura, con la conseguente decisione da parte dell'azienda di abbandonare ogni altro sviluppo del progetto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mason 1991, pp. 101-102

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Francis K. Mason, Hawker Aircraft since 1920, 3rd edition, London, Putnam, 1991, ISBN 0-85177-839-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]