Haus des Lehrers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Haus des Lehrers
Hdl bcc.jpg
Ubicazione
StatoGermania Germania
LandBerlino
LocalitàBerlino-Mitte
IndirizzoAlexanderstraße
Coordinate52°31′17.04″N 13°24′59.04″E / 52.5214°N 13.4164°E52.5214; 13.4164Coordinate: 52°31′17.04″N 13°24′59.04″E / 52.5214°N 13.4164°E52.5214; 13.4164
Informazioni
CondizioniIn uso
Costruzione1961-1964
StileInternational Style
Usospazio culturale, sala congressi
Piani12
Realizzazione
ArchitettoHermann Henselmann, Bernhard Geyer, Jörg Steitparth

La Haus des Lehrers (letteralmente "casa dell'insegnante") è un edificio a torre di Berlino, posto sulla centralissima Alexanderplatz all'angolo con Karl-Marx-Allee, e adibito ad usi culturali. Alla torre è affiancato un corpo basso che contiene una sala per congressi (Kongreßhalle).

Il complesso costituì il primo esempio di edificio rappresentativo costruito in stile funzionalista internazionale nella Repubblica Democratica Tedesca, in sostituzione del classicismo socialista usato in precedenza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione della Haus des Lehrers venne decisa nell'ambito del piano per il secondo lotto della Karl-Marx-Allee, avviato alla fine degli anni cinquanta, in cui per la prima volta veniva abbandonato il classicismo socialista seguito fino ad allora, a favore del funzionalismo internazionale, realizzato con tecniche di prefabbricazione edilizia.

La Haus des Lehrers venne costruita al limite occidentale dell'area, prospettando sull'Alexanderplatz, all'epoca non ancora ricostruita dopo le distruzioni belliche della seconda guerra mondiale.

L'edificio fu progettato da Hermann Henselmann, Bernhard Geyer e Jörg Steitparth e costruito dal 1961 al 1964.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio, la cui struttura portante è in acciaio, si compone di due corpi di fabbrica principali, in forte contrasto fra loro e collegati da un corpo minore.

Sul lato nord sorge la torre, che conta 11 piani più il terreno, adibiti ad uffici e spazi per la formazione culturale degli insegnanti; all'ultimo piano era posto un bar panoramico. Le facciate, per la prima volta nella Repubblica Democratica Tedesca, furono rivestite in curtain wall, ad esclusione del terzo piano, adibito a magazzino librario, completamente rivestito da un grande murale dipinto da Walter Womacka in omaggio a Diego Rivera.

Il corpo basso conta due piani, di cui quello terreno è diviso in aule per conferenze, e quello superiore è occupato da una sala per congressi di 1000 posti, di forma circolare, e ricoperta da un tetto a cupola schiacciata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lorenzo Spagnoli, Berlino. XIX e XX secolo, Bologna, Zanichelli, 1993, p. 243, ISBN 88-08-14174-8.
  • (DE) Anne Holper, Matthias Käther, DDR-Baudenkmale in Berlin, Berlino, VIA Reise Verlag, 2003, pp. 18-19, ISBN 3-935029-09-8.
  • (DE) AA.VV., Architekturführer Berlin, 6ª ed., Berlino, Dietrich Reimer Verlag, 2001, p. 73, ISBN 3-496-01211-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN151153596 · GND: (DE4822299-9