Hathor (Forgotten Realms)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hathor
Divinità di Dungeons & Dragons
Titolo(i) Madre Speranza, la Signora Quieta, la Danzatrice della Sorte, Colei che è Là per Chi ha Bisogno
Piano di esistenza Heliopolis
Divinità (Potere) Minore
Allineamento Neutrale Buono
Aree di influenza Maternità, Musica popolare, Danza, Luna, Destino
Superiore Nessuno

Hathor è una divinità immaginaria appartenente all'ambientazione Forgotten Realms per il gioco di ruolo fantasy Dungeons & Dragons. È una divinità minore del pantheon mulhorandi.

Il suo simbolo è costituito dalla testa di una mucca che porta un disco lunare.

Nel Thay è conosciuta come "Hatharia" e nell'Unther come "Hathelya".

In D&D Terza Edizione i suoi domini sono: Bene, Destino, Famiglia, Luna.

In AD&D Seconda Edizione le sue sfere maggiori sono: Charme, Creazione, Divinazione, Evocazione, Guardiano, Guarigione, Interdizioni, Protezione, Sole, Tutte; le sfere minori sono: Animale, Combattimento, Creazione, Elementale, Legge, Necromanzia, Viaggiatori.

Nella cosmologia AD&D il suo piano di esistenza è Elysium.

È probabilmente ispirato alla dea della mitologia egizia Hathor.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Hathor è una divinità pacifica, sempre sorridente, mai turbata, particolarmente compassionevole sia con i suoi fedeli che con gli estranei. Ha un atteggiamento servile nei confronti delle altre divinità (tranne Set e Sebek, che detesta) e per questo viene ignorata dalla maggior parte di loro. La sua voce è gentile, rassicurante, e induce a scacciare la rabbia e la tristezza. Ama i bambini, la danza e la canzone. È venerata principalmente da schiavi, poveri, indigenti, madri e donne durante la maternità, ma anche dai bardi.

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Hathor appare come una bellissima donna Mulhorandi con la testa di mucca dalle lunghe e graziose corna; al di sopra di essa fluttua magicamente un diadema con la forma di un disco lunare. Attorno al collo porta un collare pettorale che simboleggia il circolo della vita. La sua presenza induce un senso di sicurezza e di pace. Quando vuole avvertire un mortale di un pericolo imminente si manifesta come una risata infantile; quando vuole guidare un bambino che si è perso mostra un fascio di luce lunare che indica la via.

Essere Chierico di Hathor[modifica | modifica wikitesto]

I chierici di Hathor devono essere di razza umana e di sesso femminile (vengono chiamati le Sorelle di Madre Speranza); essi devono aiutare chiunque chieda aiuto o abbia bisogno come se fosse la dea stessa a farlo, indipendentemente dal grado sociale. Devono essere sempre liete e sorridenti, e danzare quando ne sentono il bisogno.

Vestono con semplici tuniche bianco pallido e portano solo un semplice copricapo e un collare pettorale con il simbolo della loro divinità. Si rasano completamente la testa, dove dipingono tre cerchi blu per indicare che sono chierici.

Le sacerdotesse di Hathor seguono un calendario lunare (anziché uno solare come quello di Harptos) che utilizzano per le proprie preghiere e celebrazioni. Alla prima luna piena dopo Pratoverde festeggiano la Nascita. A Mezzestate si svolge la Celebrazione della Luna.

I fedeli non costruiscono templi ma spendono il denaro e i loro sforzi per aiutare i bisognosi; allestiscono invece piccoli altari lungo le strade o in luoghi affollati; hanno la forma di una fontana, e sono adornati con immagini di bambini, donne incinte o donne con la testa di mucca (si dice che, nei momenti di bisogno, la fontana zampilli acqua o latte).

Simbolo sacro: un medaglione costituito da un disco d'argento con due sottili corna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Eric L. Boyd, Erik Mona, Powers & Pantheons, Wizards of the Coast, 1997, ISBN 0-7869-0657-X.
  • Eric L. Boyd, Erik Mona, Forgotten Realms. Fedi e Pantheon. Accessorio, Twenty Five Edition, 2005, ISBN 88-8288-086-9.
  • Ed Greenwood, Sean K. Reynolds, Skip Willams, Rob Heinsoo, Forgotten Realms. Ambientazione, Twenty Five Edition, 2001, ISBN 88-8288-038-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo