Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hassiba Boulmerka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hassiba Boulmerka
Nazionalità Algeria Algeria
Altezza 158 cm
Peso 49 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Mezzofondo
Record
800 m 1'58"72 Record nazionale (1991)
1000 m 2'35"92 (1993)
1500 m 3'55"30 Record nazionale (1992)
Miglio 4'20"79 Record nazionale (1991)
3000 m 8'56"16 (1993)
Società CS Constantine / CM Belcourt
Carriera
Nazionale
1988-1996 Algeria Algeria
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Mondiali 2 0 1
Campionati africani 4 0 0
Giochi del Mediterraneo 3 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Hassiba Boulmerka (in arabo: حسيبة بولمرقة ‎; Costantina, 10 luglio 1968) è un'ex atleta algerina, specializzata nel mezzofondo e campionessa olimpica dei 1500 metri piani a Barcellona 1992.

È stata la prima atleta algerina a vincere una medaglia d'oro olimpica, nonché la prima donna africana a vincere un titolo mondiale.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hassiba Boulmerka comincia presto a correre, specializzandosi negli 800 e nei 1500 metri piani. Si distingue a livello nazionale, incontrando peraltro poca concorrenza. La sua prima grande esperienza internazionale sono i Giochi olimpici del 1988 a Seul, dove viene eliminata in batteria sia negli 800 che nei 1500 m.[2]

Un po' alla volta le sue prestazioni migliorano e il suo primo successo di prestigio è datato 1991, al Golden Gala di Roma, dove vince gli 800 metri. Un mese più tardi, partecipa ai Campionati mondiali a Tokyo: con un grande sprint all'ultimo giro dei 1500 metri si assicura la vittoria, divenendo così la prima donna africana a vincere un titolo mondiale di atletica.

Il suo successo non le porta solo conseguenze positive. Viene infatti spesso attaccata e minacciata dai gruppi di integralisti islamici in Algeria che le rimproverano di mostrare il proprio corpo mentre corre.[1] Boulmerka è così costretta a trasferirsi in Europa per potersi allenare. Nonostante ciò è una delle favorite per la medaglia d'oro ai Giochi olimpici del 1992 a Barcellona. Infatti nella finale riesce a imporsi su Ljudmila Rogačëva conquistando la medaglia d'oro,[1] il primo oro in assoluto per l'Algeria ai Giochi olimpici.

Le due stagioni successive non sono altrettanto brillanti per la Boulmerka, che comunque conquista la medaglia di bronzo ai Mondiali del 1993 a Stoccarda. Nel 1995, arriva ai Campionati mondiali di Göteborg senza aver vinto alcuna gara nella stagione, ma questo non le impedisce di vincere per la seconda volta il titolo mondiale. Quella mondiale è la sua sola vittoria di quella stagione, nonché l'ultimo grande successo dell'atleta.

Nel 1996 partecipa ai Giochi olimpici del centenario ad Atlanta, ma si procura una distorsione alla caviglia in semifinale.[3] Dopo la stagione del 1997, in cui rinuncia a difendere il proprio titolo mondiale, si ritira dalle competizioni. In seguito, Boulmerka viene eletta membro della commissione degli atleti nel Comitato Olimpico Internazionale.

La cantautrice italiana Andrea Mirò ha dedicato all'atleta algerina un suo brano, intitolato appunto Hassiba Boulmerka, inciso nel 2005.

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 800 metri piani: 1'58"72 (Italia Roma, 17 luglio 1991)
  • 1500 metri piani: 3'55"30 (Spagna Barcellona, 8 agosto 1992)
  • Miglio: 4'20"79 (Norvegia Oslo, 6 luglio 1991)

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

800 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
1995 2'02"72 Svizzera Zurigo 16-8-1995
1991 1'58"72 Italia Roma 17-7-1991
1988 2'03"33 Corea del Sud Seul 24-9-1988
1987 2'04"33 Siria Laodicea 24-9-1987

1500 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
1997 4'02"62 Monaco Monaco 16-8-1997
1996 4'09"96 Stati Uniti Atlanta 31-7-1996
1995 4'02"42 Svezia Göteborg 9-8-1995
1994 4'01"05 Regno Unito Londra 9-9-1994
1993 4'04"29 Germania Stoccarda 22-8-1993
1992 3'55"30 Spagna Barcellona 8-8-1992
1991 4'02"21 Giappone Tokyo 31-8-1991
1988 4'08"33 Corea del Sud Seul 29-9-1988

Miglio[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
1997 4'31"12 Svizzera Losanna 2-7-1997
1995 4'25"29 Germania Colonia 18-8-1995
1994 4'22"09 Svizzera Zurigo 17-8-1994
1993 4'28"06 Regno Unito Londra 10-9-1993
1991 4'20"79 Norvegia Oslo 6-7-1991

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1986 Mondiali di cross Svizzera Neuchâtel Corsa seniores 80ª 16'10"6
1988 Campionati africani Algeria Annaba 800 m piani Oro Oro 2'06"16
1500 m piani Oro Oro 4'12"14
Giochi olimpici Corea del Sud Seul 800 m piani Batteria 2'03"33
1500 m piani Batteria 4'08"33
1989 Campionati africani Nigeria Lagos 800 m piani Oro Oro 2'06"80
1500 m piani Oro Oro 4'13"85
1991 Giochi del
Mediterraneo
Grecia Atene 800 m piani Oro Oro 2'01"27
1500 m piani Oro Oro 4'08"17
Mondiali Giappone Tokyo 1500 m piani Oro Oro 4'02"21
1992 Giochi olimpici Spagna Barcellona 1500 m piani Oro Oro 3'55"30 Record africano
1993 Giochi del
Mediterraneo
Francia Linguadoca 800 m piani Oro Oro 2'03"86
1500 m piani Argento Argento 4'11"09
Mondiali Germania Stoccarda 1500 m piani Bronzo Bronzo 4'04"29
1995 Mondiali Svezia Göteborg 1500 m piani Oro Oro 4'02"42
1996 Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta 1500 m piani Semifinale 4'23"86

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1993
1994
1997

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Premio Principe delle Asturie per lo sport - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per lo sport
— 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Hassiba Boulmerka - First Algerian to win Olympic gold, su sporting-heroes.net, Sporting Heroes. URL consultato il 2 giugno 2010.
  2. ^ (EN) Hassiba Boulmerka Bio, Stats, and Results, su sports-reference.com, Sports Reference LLC. URL consultato il 2 giugno 2010.
  3. ^ (EN) Hassiba Boulmerka - Career highlights: Disappointment in Atlanta, su sporting-heroes.net, Sporting Heroes. URL consultato il 2 giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]