Harran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Harran
ilçe belediyesi
Harran – Veduta
Localizzazione
StatoTurchia Turchia
RegioneAnatolia Sud Orientale
ProvinciaŞanlıurfa
DistrettoHarran
Territorio
Coordinate36°52′39″N 39°02′02″E / 36.8775°N 39.033889°E36.8775; 39.033889 (Harran)Coordinate: 36°52′39″N 39°02′02″E / 36.8775°N 39.033889°E36.8775; 39.033889 (Harran)
Superficie1,05 km²
Abitanti6 213 (2010)
Densità5 894,69 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale63xxx
Prefisso+(90)414
Fuso orarioUTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Harran
Harran
Sito istituzionale

Harran è una città della Turchia, centro dell'omonimo distretto della provincia di Şanlıurfa.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Harran si trova a 44 km a sud est di Şanlıurfa, in prossimità del confine con la Siria, in un'area di cultura araba.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente fu il principale centro della Mesopotamia settentrionale. Durante il periodo assiro fu nota come Ḫarrānu, poi Carrhae nel periodo romano (greco Κάῤῥαι). Durante i primi secoli del cristianesimo fu nota come Hellenopolis (῾Ελληνὀπολις) per poi riprendere l'antico nome d'origine assira, venendo chiamata Ḥarrān (حرّان) nel periodo islamico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Età classica[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Carre.

Età islamica[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

La città compare nel videogame Dying Light

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Die Ssabier und der Ssabismus, 2 voll. di Daniel Chwolsohn, St. Petersburg: Buchdruckerei der kaiserlichen Akademie der Wissenschaften, 1856 (rist. Amsterdam: Oriental Press, 1965)
  • The City of the Moon God di Tamara Green, Leiden: Brill, 1992.
  • Preghiere Sabee (Ghayat al-hakim, III, 7) di Alberto Fratini, Scriptaweb, Napoli 2006,
  • Una Nuova Evidenza sui Sabei di Harran, in Alberto Fratini. URL consultato il 28 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia