Harold Laski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harold Joseph Laski

Harold Joseph Laski (Manchester, 1893Londra, 1950) è stato un politico e politologo inglese docente alla London University, ed esponente del Partito Laburista inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia borghese di Manchester di religione israelita, figlio di un importatore di cotone, nel 1911, a soli 18 anni di età, contro il volere dei genitori sposò Frida Kerrey, una donna sei anni più anziana di lui, ideologicamente radicale e di religione cristiana. Dopo aver studiato per un breve periodo di tempo eugenetica all'University College, nel 1911 si iscrisse al New College (Università di Oxford). Dopo la laurea a Oxford, lavorò in un primo tempo per il Daily Herald, poi lasciò l'Inghilterra per insegnare scienze politiche dapprima alla McGill University di Montreal (dal 1914 al 1916) e poi ad Harvard (dal 1916 al 1920). In questo periodo scrisse Authority in the Modern State (1919) e The Foundations of Sovereignty, and Other Essays (1921) nei quali critica lo stato autoritario proponendo il pluralismo; tuttavia successivamente, in Grammar of Politics (1925), verà nello stato «the fundamental instrument of society» (lo strumento fondamentale della società)

Dopo il suo ritorno in Inghilterra nel 1920, Laski si iscrisse al Partito laburista e prese parte attiva alla campagna elettorale del 1923. Nel 1926 divenne docente di Scienze politiche alla London School of Economics and Political Science, incarico che mantenne fino alla sua morte. I suoi dubbi circa l'adozione di riforme sociali, durante la Grande Depressione, da parte della classe dirigente britannica lo portarono ad abbracciare una forma estrema di Marxismo. Per Laski, le difficoltà economiche del capitalismo avrebbero potuto comportare la distruzione della democrazia rappresentativa, per cui l'unica alternativa possibile alla crescente minaccia del fascismo in Europa era il socialismo. Nel 1945 divenne presidente del Partito laburista ed entrò in urto con Clement Attlee, presidente del consiglio britannico e laburista. Dopo la morte, la figura di Laski ha subito un'eclissi quasi totale.

Si è chiesto Hobsbawm: «Come ha potuto un intellettuale, uno scrittore e una figura politica di tale notorietà cadere così completamente nell'oblio?»[1] Per Hobsbawm, Laski fu soprattutto, un oratore e un insegnante; ma non fu un pensatore originale né un buon scrittore, perché scriveva troppo, troppo in fretta e su troppi argomenti, senza il necessario lavoro di autocritica e revisione[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Studies in the problem of sovereignty (1917)
  • Authority in the modern state (1919)
  • Political thought in England. From Locke to Bentham (1920)
  • The position of Parties and the right of dissolution (1924)
  • The problem of a Second Chamber (1924)
  • A grammar of politics (1925)
  • Communism, 1927
  • Liberty in the modern state (19301931)
  • Democracy in crisis, 1933
  • The state in theory and practice, 1935
  • The rise of european liberalism (1936);
  • Parliamentary government in England: a commentary (1938)
  • Reflections on the revolution of our time, 1943
  • Faith, reason, civilisation, 1944
  • The american democracy: a commentary and an interpretation (1948).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eric Hobsbawm, «Il megafono della sinistra», Gente non comune, Op. cit. p.186
  2. ^ Eric Hobsbawm, «Il megafono della sinistra», Gente non comune, Op. cit. pp.190-91

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Laski, Harold Joseph, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  • Eric Hobsbawm, «Il megafono della sinistra». In: Eric J. Hobsbawm, Gente non comune; traduzione di Stefano Galli e Sergio Mancini, Coll. Collana storica Rizzoli, Milano: Rizzoli, 2000, pp. 186-93; ISBN 88-17-86336-X
  • Isaac Kramnick e Barry Sheerman, Harold Laski: A Life on the Left, London: Hamilton, 1993; ISBN 0241129427
  • Michael Newman, Harold Laski: A Political Biography, Basingstoke ; London: Macmillan, 1993; ISBN 0333437160
Controllo di autorità VIAF: (EN19746530 · LCCN: (ENn79018424 · ISNI: (EN0000 0001 2123 0970 · GND: (DE119192616 · BNF: (FRcb123167058 (data) · NLA: (EN35292571 · BAV: ADV12189520