happythankyoumoreplease

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
happythankyoumoreplease
Happythankyoumoreplease.png
Mississippi, Rasheen e Sam
Titolo originalehappythankyoumoreplease
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno2010
Durata100 min
Rapporto2,40:1
Generecommedia, drammatico
RegiaJosh Radnor
SoggettoJosh Radnor
SceneggiaturaJosh Radnor
ProduttoreBenji Kohn, Chris Papavasiliou, Austin Stark, Jesse Hara
Produttore esecutivoGlenn Williamson, Peter Sterling, Bingo Gubelmann, Jimmy Balodimas (co-produttore esecutivo), Rupert Hope (co-produttore esecutivo)
Casa di produzionePaper Street Films, Tom Sawyer Enterteinment, Back Lot Pictures
FotografiaSeamus Tierney
MontaggioMichael R. Miller
MusicheJaymay
ScenografiaJade Healy
CostumiSarah Beers
Interpreti e personaggi

happythankyoumoreplease è un film del 2010, scritto, diretto e interpretato dall'attore Josh Radnor, al suo debutto dietro la macchina da presa.[1]

La pellicola, che vede nel cast anche Malin Åkerman, Tony Hale, Zoe Kazan, Kate Mara, Pablo Schreiber e l'esordiente Michael Algieri, è una commedia drammatica che racconta la storia di un gruppo di giovani ragazzi newyorkesi alle prese con l'amore, l'amicizia e le sfide dell'ingresso nella vita adulta.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York. Sam è un aspirante scrittore in cerca del successo. Durante una giornata a dir poco storta, la sua vita cambia radicalmente quando incontra Rasheen, un bambino abbandonato nella metropolitana. Il ragazzo inizialmente prova a riportarlo dalla sua famiglia, ma poi prende la discutibile decisione di ospitare il bambino con sé nel suo appartamento; tra i due nasce così un complicato ma sincero legame. La vita di Sam ruota attorno al suo gruppo di scorribande: la migliore amica Annie, affetta da alopecia, è in cerca di una ragione per vivere, ma si lascia condizionare dalla sua immagine e non si decide a impegnarsi in nulla; sua cugina Mary Catherine e il ragazzo Charlie sono una giovane coppia, il cui rapporto viene però messo in discussione dal probabile trasferimento di lui a Los Angeles; Mississippi è invece un'aspirante cantante che si mantiene nella grande mela facendo la cameriera, e di cui Sam s'innamora.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Josh Radnor ha scritto questo film nel 2006, durante la pausa di lavorazione tra la prima e la seconda stagione della sitcom How I Met Your Mother, di cui è protagonista. Nel corso dei due anni successivi ha fatto audizioni per i ruoli, apportato revisioni alla sceneggiatura e cercato finanziamenti. Nell'aprile 2009 ha ottenuto il budget per realizzare la pellicola, e nel luglio seguente ha iniziato le riprese, dopo sei settimane di pre-produzione.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. My Friend and The Ink on His Fingers - Shout Out Louds
  2. Phosphorescent Green - Friends of the Jitney (con Katrina Lenk, Nyles Lannon e Chris Phillips)
  3. Miss New York - Brendan Hines
  4. Please Remain Calm - Cloud Cult
  5. When They Fight, They Fight - The Generationals
  6. 40 Hours Ago - Jaymay
  7. One May Die So Lonely - Jaymay
  8. Never Be Daunted - Jaymay
  9. Lullaby - Jaymay
  10. Have to Tell You - Jaymay
  11. Rock, Scissors, Paper - Jaymay
  12. All Souls - Jaymay
  13. Thrown Out at Third - Blunt Mechanic
  14. 1 & 1 - Jaymay
  15. You Go Bangin' On (Remix) - The Go
  16. Chemicals Collide - Cloud Cult
  17. The Story I Heard - Blind Pilot
  18. Arms like Boulders - The War on Drugs
  19. Sing Happy - VA
  20. Smile - Bear Lake
  21. The World may Never Know - Dr. Dog
  22. Waving at the Shore - Throw Me The Statue
  23. Long Walk To Never - Jaymay

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato selezionato al Sundance Film Festival, dov'è avvenuta la première a Park City il 21 gennaio 2010.[2][3] È stato inoltre proiettato a New York il 7 aprile 2010 come film d'apertura del Gen Art Film Festival.[4]

La Myriad Pictures ha poi acquistato i diritti di distribuzione internazionale per il film.[5] La Hannover House si era inizialmente assicurata i diritti per la distribuzione relativi all'America del Nord,[6] ma questi sono stati successivamente acquisiti da Anchor Bay Films.[7]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche di New York e Los Angeles a partire dal 4 marzo 2011.[8] L'8 aprile seguente è stata distribuita in Spagna, e successivamente in Belgio (4 maggio), Turchia (17 giugno) e Grecia (15 settembre).[9]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, uscita inizialmente in forma limitata negli Stati Uniti d'America, ha avuto un incasso al botteghino in patria di 216 110 dollari.[10] Per quanto riguarda il mercato estero, ha incassato 551 472 dollari in Spagna, 60 765 in Turchia, 17 556 in Grecia e 7 959 in Belgio.[9]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

In Internet, Metacritic ha assegnato al film un punteggio di 45/100 da parte della critica e di 6,0 da parte degli utenti,[11] mentre su Rotten Tomatoes ha totalizzato un 40% di consensi nell'apprezzamento della critica e un 63% per quanto riguarda il pubblico.[12]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Sundance Film Festival il film è stato premiato con il Premio del pubblico: U.S. Dramatic,[13][14] e ha ottenuto una candidatura al Gran premio della giuria: U.S. Dramatic.[15]

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato pubblicato in DVD e Blu-ray Disc negli Stati Uniti d'America da Anchor Bay Entertainment il 21 giugno 2011.[16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Josh Radnor Steps Behind the Camera for “happythankyoumoreplease”, su indiewire.com, 20 gennaio 2010. URL consultato il 24 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2011).
  2. ^ a b (EN) Michelle Kung, “How I Met Your Mother” Star Josh Radnor on His Sundance Debut “happythankyoumoreplease”, su blogs.wsj.com, 21 gennaio 2011. URL consultato il 24 settembre 2011.
  3. ^ (EN) Josh Radnor on His Sundance Debut, su extratv.warnerbros.com, 20 gennaio 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  4. ^ (EN) Gregg Kilday, Twentysomethings tale will open Gen Art, su hollywoodreporter.com, 8 marzo 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  5. ^ (EN) Pamela McClintock, Sharon Swart, Sundance titles in play, su variety.com, 25 gennaio 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  6. ^ (EN) Pamela McClintock, Hannover House nabs 'Happythankyoumoreplease', su variety.com, 30 marzo 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  7. ^ (EN) Mike Fleming, Hannover House Out, Anchor Bay In To Distrib Josh Radnor Pic, su deadline.com, 16 agosto 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  8. ^ (EN) Megan Angelo, How I Met Your City, the Real One, su nytimes.com, 25 febbraio 2011. URL consultato il 24 settembre 2011.
  9. ^ a b (EN) Foreign Total, su boxofficemojo.com. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  10. ^ (EN) Domestic Total Gross, su boxofficemojo.com. URL consultato il 24 settembre 2011.
  11. ^ (EN) Critic Reviews/User Reviews, su metacritic.com. URL consultato il 24 settembre 2011.
  12. ^ (EN) Tomatometer/Audience, su rottentomatoes.com. URL consultato il 24 settembre 2011.
  13. ^ (EN) 2010 Sundance Film Festival Announces Awards (PDF), su sundance.org, 30 gennaio 2010. URL consultato il 24 settembre 2011.
  14. ^ (EN) Robert Dominguez, 'How I Met Your Mother' star nabs Sundance award for directing debut, 'happythankyoumoreplease', su nydailynews.com, 1º febbraio 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  15. ^ (EN) Awards for happythankyoumoreplease, su imdb.com. URL consultato il 24 settembre 2011.
  16. ^ (EN) happythankyoumoreplease, su anchorbayentertainment.com. URL consultato il 24 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema