Hanya Yanagihara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hanya Yanagihara

Hanya Yanagihara (Los Angeles, 20 settembre 1974) è una scrittrice statunitense di origini hawaiane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hanya Yanagihara è nata a Los Angeles[1]. Suo padre, Richard Yanagihara[2], medico specializzato in ematologia e oncologia[3], ha origini hawaiane, mentre sua madre è nata a Seul, in Corea del Sud. Da bambina, Yanagihara si è trasferita frequentemente con la sua famiglia, trascorrendo l'infanzia tra le Hawaii, New York, il Maryland, la California e il Texas[4].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureata presso lo Smith College, un'università privata femminile ad indirizzo artistico, nel 1995, Yanagihara si trasferisce a New York, dove lavora per diversi anni come giornalista pubblicista[2]. Nel 2007 inizia a scrivere per la rivista Condé Nast Traveler, occupandosi di viaggi, mentre dal 2015 lavora per T: The New York Times Style Magazine.

Il suo primo romanzo, The People in the Trees, è ispirato alla storia del virologo Daniel Carleton Gajdusek, ed è stato acclamato come uno dei migliori romanzi del 2013[2]. Nel 2020 è uscito in Italia per Feltrinelli col titolo Il popolo degli alberi[5].

Nel marzo 2015 viene dato alle stampe il secondo romanzo di Yanagihara, Una vita come tante, che riceve ottime critiche da parte della stampa[6] e un successo inaspettato. Il 15 settembre 2015 il romanzo entra tra i finalisti del Man Booker Prize[7]. Successivamente, viene selezionato come finalista anche del National Book Award.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il popolo degli alberi, 2020 ( titolo originale: The People in the Trees , 2013), pubblicato in Italia da Feltrinelli
  • Una vita come tante, 2015 (titolo originale: A Little Life), pubblicato in Italia da Sellerio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.familysearch.org/ark:/61903/1:1:VGK5-6JQ, su familysearch.org.
  2. ^ a b c (EN) Talking with Hanya Yanagihara About Her Debut Novel, The People in the Trees, in Vogue. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) Hanya Yanagihara Does It Her Way, in Newsweek, 19 marzo 2015. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  4. ^ (EN) Tim Adams, Hanya Yanagihara: ‘I wanted everything turned up a little too high’, su the Guardian, 26 luglio 2015. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  5. ^ Il popolo degli alberi - Hanya Yanagihara - Feltrinelli Editore, su www.feltrinellieditore.it. URL consultato il 6 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Sam Sacks, Fiction Chronicle: Jude the Obscure, in Wall Street Journal, 6 marzo 2015. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  7. ^ The Man Booker Prize 2015 | The Man Booker Prizes, su themanbookerprize.com, 29 settembre 2015. URL consultato il 29 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37146634453341931978 · ISNI (EN0000 0000 3868 3012 · LCCN (ENnb2001075052 · GND (DE1076098886 · BNF (FRcb16978744g (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2001075052