Hans Ritter von Adam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Ritter von Adam
Hans Ritter von Adam.jpg
24 maggio 1886 – 15 novembre 1917 (31 anni)
Nato a Bayerisch Eisenstein, Regno di Baviera
Morto a Langemark, Belgio
Cause della morte abbattuto in combattimento
Luogo di sepoltura Waldfriedhof, Monaco di Baviera
Dati militari
Paese servito Germania Impero tedesco
Forza armata War Ensign of Germany (1903-1918).svg Deutsches Heer
Corpo Fanteria (1914-1915)
Luftstreitkräfte (1916-1917)
Specialità pilota di caccia
Unità Flieger-Abteilung (Artillerie) 2, Jagdstaffel 34, Jagdstaffel 6
Anni di servizio 1914-1917
Grado Leutnant
Guerre Prima guerra mondiale
Comandante di Jagdstaffel 6
voci di militari presenti su Wikipedia

Hans Ritter von Adam, nato Hans Adam (Bayerisch Eisenstein, 24 maggio 1886Langemark, 15 novembre 1917), è stato un militare e aviatore tedesco.

È stato un asso dell'aviazione bavarese nella prima guerra mondiale con 21 vittorie accreditate prima di essere ucciso in azione. Il suo valore gli è valso alti riconoscimenti da parte del Regno di Baviera, tra cui la concessione postuma del titolo nobiliare.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hans Adam nasce il 24 maggio 1886 a Bayerisch Eisenstein nella Bassa Baviera del Regno di Baviera[1], figlio di un funzionario ferroviario, Andreas Adam, e di sua moglie Hildegard Fischer. Hans Adam entra nell'esercito bavarese come volontario per un anno (Einjährige-Freiwilliger) il 1 º ottobre 1906 al servizio nel 4º Reggimento di Fanteria a Metz. All'inizio della prima guerra mondiale Hans Adam era sposato e aveva due figli[1].

Il servizio militare[modifica | modifica wikitesto]

Adam ritornò in servizio come tenente della Landwehr bavarese (Leutnant der Landwehr) quando iniziò la prima guerra mondiale. Viene assegnato al 15º Reggimento bavarese riserva di fanteria. Ha combattuto nella Battaglia delle Frontiere dove viene ferito in azione il 2 settembre 1914[1].

Verso la fine del 1915, dopo il recupero dalla ferita, torna al fronte. Sceglie poi di entrare nell'addestramento dei piloti, nonostante la sua età, ottenendo il brevetto da osservatore il 15 maggio 1916 e iniziando subito il servizio presso la 2ª unità Flieger-Abteilung (Artillerie) (Distaccamento volante (Artiglieria)), uno squadrone di palloni frenati biposto di osservazione dell'artiglieria. Ha volato in qualità di osservatore anche insieme a Eduard Ritter von Schleich[1].

Il 2 marzo 1917 entra a far parte della Jagdstaffel 34 ottenendo le sue prime tre vittorie aeree alla guida di un Albatros D.III. Viene poi trasferito nella Jagdstaffel 6 quando l'Oberleutnant Eduard Ritter von Dostler prese il comando. Il 13 luglio 1917 Adam abbatte il Nieuport 17 appartenente al 29º Squadrone della Royal Flying Corps con a bordo il tenente asso inglese Archibald William Buchanan Miller che gli valse la sua quinta vittoria. Alla fine del mese di agosto gli vennero accreditate 13 vittorie confermate. Dopo l'abbattimento del comandante della squadriglia, Hans Adam fu nominato Staffelführer della Jagdstaffel 6 il 30 agosto 1917. Nel mese di settembre gli vennero accreditate altre 7 vittorie aeree. Il 6 novembre 1917 gli viene accreditata la sua 21ª e ultima vittoria aerea[2].

La morte[modifica | modifica wikitesto]

Hans Adam è stato abbattuto e ucciso il 15 novembre del 1917 nei pressi di Langemarck mentre era alla guida del suo Albatros D.V durante un combattimento contro aerei del 29º e 45º Squadrone della Royal Flying Corps. Il suo abbattimento venne assegnato al capitano Kenneth Montgomery Barbour del 45º Squadrone[1].

Prima della sua morte, Adam era stato già insignito della Croce di Ferro di prima classe e dell'Ordine al merito militare di Baviera. Tuttavia altre onorificenze gli vennero assegnate dopo la sua morte. Il 2 febbraio 1918 gli venne assegnata la Croce di Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern e il 20 maggio 1919 la più alta decorazione militare di Baviera, l'Ordine militare di Massimiliano Giuseppe (Militär-Max-Joseph-Orden), retroattiva al 28 luglio 1917. In quella data, come vice comandante della Jagdstaffel 6, mentre von Dostler era inseguito da un bombardiere nemico, Adam aveva attaccato e spezzato il resto di una formazione di bombardieri continuando la ricerca di altri velivoli nemici nonostante i danni al proprio velivolo, fino a quando la sua squadra non aveva annientato la formazione nemica. Per un cittadino comune ricevere l'onorificenza dell'Ordine militare di Massimiliano Giuseppe equivaleva ad essere elevato al rango di nobile. Così ad Hans Adam venne assegnato il titolo non ereditario "Ritter von"[1].

Hans Ritter von Adam fu sepolto nel cimitero di Waldfriedhof a Monaco di Baviera, in Germania[2].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern
Cavaliere dell'Ordine militare di Massimiliano Giuseppe - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare di Massimiliano Giuseppe
Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di I classe
Croce di Ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di II classe
Cavaliere dell'Ordine al merito militare di Baviera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito militare di Baviera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Franks, Bailey e Guest 1993, p. 59.
  2. ^ a b (EN) The Aerodrome - Hans Ritter von Adam, theaerodrome.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Norman Franks, Frank W. Bailey e Russell Guest, Above the Lines: The Aces and Fighter Units of the German Air Service, Naval Air Service and Flanders Marine Corps, 1914–1918, Oxford, Grub Street, 1993, ISBN 978-0-948817-73-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]