Hans Berr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Berr
20 maggio 1890 – 6 aprile 1917 (26 anni)
Nato aBraunschweig, Ducato di Brunswick
Morto apressi di Noyelles, Francia
Cause della morteabbattuto in combattimento
Dati militari
Paese servitoGermania Impero tedesco
Forza armataWar Ensign of Germany (1903-1918).svg Deutsches Heer
CorpoFanteria (1908-1915)
Luftstreitkräfte (1915-1917)
Specialitàpilota di caccia
Unità4º battaglione fanteria, 7º Reggimento fanteria leggera, Kampfeinsitzerkommando (KEK) Avillers, Jagdstaffel 5
Anni di servizio1908-1917
GradoOberleutnant
GuerrePrima guerra mondiale
Comandante diJagdstaffel 5
Decorazionivedi qui
voci di militari presenti su Wikipedia

Hans Berr (Braunschweig, 20 maggio 1890Noyelles, 6 aprile 1917) è stato un militare e aviatore tedesco, asso dell'aviazione durante la prima guerra mondiale accreditato di 10 vittorie aeree[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hans Berr nasce a Braunschweig, nell'allora Ducato di Brunswick, il 20 maggio 1890. Già nel 1908 è Leutnant(sottotenente) di fanteria prestando servizio presso il Magdeburgisches Jäger-Bataillon Nr. 4 (4º battaglione fanteria "Magdeburgo"). Allo scoppio della guerra combatte sul fronte occidentale con il 7º Reggimento fanteria leggera dove viene ferito il 6 settembre[2]. Viene insignito della Croce di Ferro di seconda classe e nel gennaio del 1915 viene promosso al grado di Oberleutnant[3]. Un mese più tardi chiede e riceve il trasferimento nella Fliegertruppen des deutschen Kaiserreiches[1][4].

Il servizio in aviazione[modifica | modifica wikitesto]

Per buona parte del 1915 Hans Berr presta servizio nell'aviazione tedesca come osservatore in aerei biposto prima di essere inviato presso la scuola per piloti di Metz e ricevere il brevetto[1][4]. Viene assegnato al Kampfeinsitzerkommando (KEK) Avillers e nel marzo del 1916 a bordo di un Fokker Eindecker ottiene le sue prime due vittorie aeree[1]. Nell'agosto del 1916 viene nominato comandante della nuova squadriglia aerea Jagdstaffel 5 ed inviato a supporto dell'esercito impegnato nella Battaglia della Somme. In quattro settimane, dal 7 ottobre al 3 novembre 1916, Berr abbatte 7 aerei e un pallone da osservazione portando a 10 le sue vittorie aeree totali[1]. Il 10 novembre 1917 gli viene assegnata la Croce di Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern e il 4 dicembre riceve la più prestigiosa onorificenza dell'Impero tedesco, il Pour le Mérite[5]. Berr sarà l'ultimo pilota tedesco a ricevere questa alta onorificenza dopo solo 8 vittorie[3].

La morte[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 aprile 1917 i piloti della Jagdstaffel 5 si scontrarono con quelli appartenenti al 57º Squadrone della Royal Flying Corps vicino Noyelles[3]. Nel corso della battaglia, Hans Berr, a seguito di una collisione in volo con uno dei suoi piloti, precipita con il suo aereo trovando la morte.[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Reale di Hohenzollern
Cavaliere dell'Ordine Pour le Mérite - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Pour le Mérite
Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di I classe
Croce di Ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di II classe
Cavaliere dell'Ordine al merito militare di Baviera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito militare di Baviera
Cavaliere della Croce Anseatica di Amburgo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Croce Anseatica di Amburgo
Croce al merito di guerra del ducato di Brunswick - nastrino per uniforme ordinaria Croce al merito di guerra del ducato di Brunswick

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) The Aerodrome - Hans Berr, su theaerodrome.com.
  2. ^ VanWyngarden 2006, p. 35.
  3. ^ a b c Franks, Bailey e Guest 1993, p. 71.
  4. ^ a b (EN) First World War - Hans Berr, su firstworldwar.com.
  5. ^ (EN) Pour le Mérite, su pourlemerite.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Norman Franks, Frank W. Bailey e Russell Guest, Above the Lines: The Aces and Fighter Units of the German Air Service, Naval Air Service and Flanders Marine Corps, 1914–1918, Oxford, Grub Street, 1993, ISBN 978-0-948817-73-1.
  • (EN) Greg VanWyngarden, Early German Aces of World War I, Botley, Osprey Publishing Ltd., 2006, ISBN 1-84176-997-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN296328131 · GND (DE1034667742