Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Handala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Handala
Vittorio Arrigoni draw.jpg
Una raffigurazione di Handala con Vittorio Arrigoni creata da Carlos Latuff, l'immagine richiama anche lo stesso Naji al-Ali (morto assassinato come Arrigoni) in una celebre foto
Autore Naji al-Ali
Specie umano
Sesso Maschio

Handala (o Hanzala), dall'arabo حنظلة ("vignettista") è un personaggio creato dall'artista palestinese Naji al-Ali.

È un bambino di 10 anni, con capelli ispidi, piedi nudi e toppe sui vestiti; il suo volto non è visibile poiché viene mostrato sempre di spalle e con le mani intrecciate dietro la schiena, come una presenza muta ma ostinata.

Il personaggio ha molteplici significati: la sua testa assomiglia a un sole, che simboleggia il futuro; i suoi capelli sono come gli aculei di un riccio, per difendersi; ha i piedi nudi perché è povero come i bambini dei campi di rifugiati; mostra sempre le spalle a chi lo guarda perché non d'accordo con la situazione attuale (mostrerà il suo volto solo quando la situazione cambierà); lo sguardo è rivolto ai villaggi, al mondo; è rimasto bambino, perché quando fu costretto ad abbandonare il suo villaggio era bambino, e la sua vita continuerà, e quindi crescerà, solamente quando potrà fare ritorno a casa.

Su di lui, il suo autore ha scritto: «Inizialmente era un bambino palestinese, ma il suo significato si è sviluppato con un orizzonte prima nazionale, poi globale e umano. È un semplice bambino povero, e questa è la ragione per la quale le persone lo hanno adottato e lo sentono come simbolo della loro coscienza».[1]

È inoltre il logo della "Commission for Freedom and Justice Through Humor"[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]