Hampton Court Palace Flower Show

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Padiglioni lungo Long Water (11 luglio 2008)

L'Hampton Court Palace Flower Show è l'esposizione floreale più vasta del mondo. Generalmente questa manifestazione si tiene nel palazzo di Hampton Court, nella zona sud-ovest di Londra, durante i primi del mese di luglio. Si possono visitare interi giardini allestiti per l'occasione, tendoni o veri e propri padiglioni di fiori, oppure assistere a dibattiti e conferenze varie. Si tratta della seconda esposizione floreale più importante d'Inghilterra dopo il Chelsea Flower Show. Tuttavia, ciò che differenzia lo show di Hampton da quello di Chelsea è la possibilità di sensibilizzarsi maggiormente su questioni ambientali, imparare a coltivare da soli le piante o nuove ricette culinarie, con addirittura l'opportunità unica di acquistare prodotti per il giardinaggio come pure fiori e piante di diverse tipologie.

Storia della manifestazione[modifica | modifica sorgente]

Anni Ottanta[modifica | modifica sorgente]

L'Hampton Court Palace Flower Show è stato il frutto di un'idea del consulente di management Adrian Boyd, il quale ha colto l'occasione per prendere due piccioni con una fava, ovvero unire due organizzazioni in un unico momento, consentendo di radunare appassionati di fiori e piante e di allestire tale evento in una sede importante e culturalmente interessante come Hampton Court. Dopo che il Dipartimendo per la Difesa dell'Ambiente era stato smembrato nel 1980, l'organizzazione per la salvaguardia dei Palazzi Reali Storici dell'Inghilterra si stava affannando nel cercare un modo per aumentare le entrate e gestire un pubblico più vasto in tale sede londinese. In maniera analoga, una delle compagnie ferroviarie spostate in secondo piano dalla privatizzazione della British Rail, il Network Southeast, stava cercando una soluzione per far fronte al calo di clienti delle proprie linee. L'idea di Boyd fu abbastanza semplice ma efficace. Ebbe l'intuizione di metter su un'esibizione a tema floreale giù ad Hampton Court e chiese anche che il governo provvedesse a rendere disponibili dei trasporti e collegarli alla Hampton Court railway station.

Prime esibizioni: 1990-1992[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione di questo evento si è tenuta nel luglio del 1990. Venne fatto un notevole sforzo per attrarre la gente verso lo spettacolo, persino i non appassionati, e garantire speciali servizi di trasporto (generalmente reindirizzati dalla stazione di Waterloo). Addirittura, i facchini portavano garofani nei loro cappelli per cercare di emulare una specie di ronzio intorno alle piante[senza fonte]. Nonostante il supporto economico non sia stato dei migliori, la manifestazione e l'organizzazione dietro ad essa riuscirono a far confluire a Hampton Court numerose folle. Network Southeast si dichiarò parecchio fiera del risultato, dichiarando che all'incirca il 65-70% dei quasi 300'000 visitatori aveva utilizzato le sue linee ferroviarie. Grazie a questo incremento, l'azienda si impegnò nello sponsorizzare più volte l'evento[1]. La Royal Horticultural Society ("Società Orticulturale Reale") discusse a lungo se intervenire per dare una mano all'evento, considerando che la rivale della manifestazione, il Chelsea Flower Show, aveva raggiunto la piena autonomia. Dopo l'iniziale rifiuto della proposta, gli organizzatori dissero che avrebbero accolto con piacere l'iniziativa di supporto della RHS a partire dall'edizione del 1992, assicurando, però, ai membri di tale associazione uno sconto sul biglietto d'ingresso alla mostra del 1991. Adrian Greenoak, il direttore responsabile della mostra, riuscì a migliorare continuamente l'evento consentendo l'avvio di altre esibizioni come il British Rose Festival, gestiti dalla British National Rose Society e della British Rose Growers' Association.

Nel novembre del 1992, di colpo, arrivò l'annuncio pubblico che la Network Southeast avrebbe a breve ritirato il suo sostegno per lo spettacolo. Questa mossa mise a rischio le eventuali edizioni future compromettendo quella già programmata per l'anno seguente, il 1993. Sebbene si sia fatto molto per ridurre i costi per la pubblicità e a "riciclare" le attrezzature per ridurre sia lo spreco sia i soldi necessari per nuovi acquisti, soltanto agli inizi del '93 la RHS si decise a proteggere la mostra e a mandarla avanti, promettendo di impegnarsi a mantenere lo staff già assunto, tra i quali il direttore Greenoak[1].

Dal 1993 ad oggi: l'influenza della RHS[modifica | modifica sorgente]

Dopo il disguido con la Network Southeast, la RHS prese le redini del Flower Show e la prima edizione sotto la sua supervisione si tenne nel luglio del 1993, in aggiunta al sostegno del Daily Mail. Lo show riscosse un notevole successo e continuò a crescere popolarmente e culturalmente fino ad essere proclamato come il migliore evento all'aperto del 1994 in Gran Bretagna. Nel 1998 l'Hampton Court Palace Flower Show superò quello annuale di Chelsea: pur restando meno prestigioso, quello di Hampton Court attirò più attenzione dell'altro (e del previsto), fu più ampio e sufficientemente addobbato per renderlo più attraente[1].

Nel 2011, dal 5 al 10 luglio, sono stati ricreati vari ambienti floreali ispirati a celebri racconti di noti poeti e scrittori britannici. Un'appariscente rosa ispirata alla storia di Alice nel Paese delle Meraviglie ha fatto da preambolo alla mostra.

Date delle esposizioni più recenti[modifica | modifica sorgente]

  • 2007: 3-8 luglio
  • 2008: 8-13 luglio
  • 2009: 7-12 luglio
  • 2010: 6-11 luglio
  • 2011: 5-10 luglio
  • 2012: 3-8 luglio
  • 2013: luglio

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Brent, Elliott: The Royal Horticultural Society, A History 1804-2004. Pubblicato da Phillimore & Co. Ltd

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Londra Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra