Hamipterus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hamipterus
Hamipterus skull at the Paleozoological Museum of China.jpg
Cranio di H. tianshanensis
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Ordine † Pterosauria
Sottordine † Pterodactyloidea
Infraordine † Ornithocheirodea
Genere Hamipterus
Wang et al., 2014
Nomenclatura binomiale
† Hamipterus tianshanensis
Wang et al., 2014

Hamipterus (il cui nome significa "ala del bacino Hami") è un genere estinto di pterosauro ornithocheirode vissuto nel Cretaceo inferiore, circa 120 milioni di anni fa (Aptiano), in quella che oggi è la Cina nordoccidentale. Il genere contiene una singola specie, ossia Hamipterus tianshanensis.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio dell’Hamipterus è piuttosto lungo, stretto e conico con la punta del muso sia inferiore sia superiore simile a pinze. Sulla parte superiore del cranio era presente una lunga cresta ossea che si proiettava in avanti correndo per quasi tutta la lunghezza del cranio, fermandosi e ingrandendosi maggiormente verso la punta del muso. I denti sono ampiamente distanziati e conici, e le file di denti si estendono per quasi tutta la lunghezza delle fauci. Negli esemplari più completi il cranio misura circa 30 centimetri (11,8 pollici), tuttavia gli esemplari più grandi ma più incompleti possedevano un cranio di 40 centimetri (16 pollici).[1] Il resto dello scheletro è interamente noto, ma brevemente descritto. Tra i vari esemplari rinvenuti, il più grande di essi possedeva un'apertura alare di 3,50 metri (11,5 piedi).[1]

Tra i vari esemplari scoperti, si possono distinguere due principali categorie, classificabili per la forma e le dimensioni della cresta cranica. Nella categoria con la cresta più piccola, la cresta comincia dopo il sesto dente, raddoppiando l'altezza del muso. Nella categoria con la cresta più grande, invece, la cresta comincia prima, raddoppiando l'altezza del muso, oltre a possedere un bordo di punta a ricciolo in avanti. Entrambi i tipi di cresta sono decorati con scanalature curve e creste orientate verticalmente per tutta la loro lunghezza, sebbene queste decorazioni siano ben più evidenti negli esemplari dalla cresta più grande.[1] Wang e colleghi ritengono che le variazioni nei tipi di cresta sia indicativa del dimorfismo sessuale. Gli esemplari con la cresta più grande sono probabilmente maschi mentre gli esemplari dalla cresta più piccolo sono femmine. Wang et al. hanno considerato e scartato le due spiegazioni alternative per i vari tipi di cresta, ossia l'ontogenesi e la variazione individuale. Tuttavia, Wang et al. hanno notato che queste due categorie classificano esemplari di dimensioni simili, quindi è improbabile che i due tipi di cresta possano rappresentare le varie fasi di crescita dell'animale. Inoltre, non ci sono creste di media misura, quindi è improbabile che essi rappresentassero variazioni all'interno di una popolazione.[1]

Lo stesso luogo che ha restituito i vari esemplari, ha restituito anche 5 uova tra i resti scheletrici. Questa scoperta rappresenta la più grande concentrazione di uova di pterosauro ritrovate finora. Le uova sono di circa 6 centimetri (2,5 pollici) di lunghezza per 2,5-3.0 centimetri di diametro; circa la stessa lunghezza di un uovo di pollo, ma molto più sottile. Come altri pterosauri e molti altri rettili, e a differenza di quelle di dinosauri e uccelli, le uova dell’Hamipterus avevano un guscio molle e pieghevole.[1]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Quando fu descritto per la prima volta da Wang e colleghi, l'Hamipterus è stato classificato nella linea degli ornithocheirodea, imparentato quindi con boreopteridi, istiodactilidi e ornithocheiridi. Tutte queste famiglie possedevano lunghe fauci armate di denti, e soprattutto ali lunghe e strette. Sulla base di caratteristiche come i denti conici e le fauci strette, l'Hamipterus è stato avvicinato agli ornithocheiridi, come Ornithocheirus e Anhanguera. Sebbene vivesse nell'entroterra, si pensa comunque che l'Hamipterus fosse un animale piscivoro che cacciava nei laghi dell'entroterra.[1]

Storia della scoperta[modifica | modifica wikitesto]

Il Gruppo Tugulu, della Cina nordoccidentale, e risalente al Cretaceo inferiore, ha restituito i resti articolati di almeno 40 individui di Hamipterus, nonché almeno 5 delle loro uova. L' Hamipterus è stato descritto e nominato per la prima volta dal paleontologo Xiaolin Wang e dai suoi colleghi, nel 2014. Il nome del genere, Hamipterus, deriva dall'unione del greco antico pteros/ala unito al bacino Hami, luogo del ritrovamento dell'animale. Il nome specifico, tianshanensis, deriva invece dalle montagne Tian Shan.

Paleobiologia[modifica | modifica wikitesto]

Tafonomia[modifica | modifica wikitesto]

I fossili dell’Hamipterussono stati ritrovati negli antichi depositi di un lago, al centro di una valle a forma tectonica. Gli strati specifici in cui sono state scoperte le ossa sono un tipo di deposito sedimentario noto come tempestite. I depositi di tempestite sono molto distintivi e sono formati da fanghi associati a piogge molto forti. Wang e colleghi hanno ipotizzato che il bonebed di Hamipterus si sia formato quando un terreno di nidificazione vicino ad un lago (o in una piccola isola) è stato travolto da un violenta colata di fango causata da una tempesta. Questa colata uccise dozzine se non centinaia di individui e ne ha sommerso i nidi.[1]

Successivamente nello stesso sito sono state recuperate un accumulo di centinaia di uova (alcune delle quali contenevano anche resti embrionali). Wang et al. (2017), ha interpretato la scoperta come una prova della nidificazione in colonie degli pterosauri. Wang ha inoltre ipotizzato che questo sito indichi che gli pterosauri attuavano effettivamente un certo grado di cure parentali, e sostengono che i pulcini potrebbero essere stati incapaci di volare alla nascita e non essere precoci come si pensava in precedenza.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Xiaolin Wang, Alexander W.A. Kellner, Shunxing Jiang, Qiang Wang, Yingxia Ma, Yahefujiang Paidoula, Xin Cheng, Taissa Rodrigues, Xi Meng, Jialiang Zhang, Ning Li e Zhonghe Zhou, Sexually dimorphic tridimensionally preserved pterosaurs and their eggs from China, in Current Biology, vol. 24, nº 12, 2014, pp. 1323–1330, DOI:10.1016/j.cub.2014.04.054, PMID 24909325.
  2. ^ Xiaolin Wang, Alexander W. A. Kellner, Shunxing Jiang, Xin Cheng, Qiang Wang, Yingxia Ma, Yahefujiang Paidoula, Taissa Rodrigues, He Chen, Juliana M. Sayão, Ning Li, Jialiang Zhang, Renan A. M. Bantim, Xi Meng, Xinjun Zhang, Rui Qiu e Zhonghe Zhou, Egg accumulation with 3D embryos provides insight into the life history of a pterosaur, in Science, vol. 358, nº 6367, 2017, pp. 1197–1201, DOI:10.1126/science.aan2329.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]