Halcyon (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Halcyon
Artista Ellie Goulding
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 ottobre 2012
Durata 46:54
Dischi 1
Tracce 13
Genere Dance pop[1]
Indie rock[1]
Etichetta Polydor
Produttore Billboard, Jim Eliot, Ellie Goulding, Calvin Harris, MONSTA, Justin Parker, Mike Spencer, Starsmith
Registrazione 2011-2012
Formati CD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Germania Germania
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti
(vendite: 500 000+)
Svizzera Svizzera
(vendite: 15 000+)
Dischi di platino Nuova Zelanda Nuova Zelanda
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)
(vendite: 1 096 000+)
Ellie Goulding - cronologia
Album precedente
(2010)
Album successivo
(2015)
Logo
Logo del disco Halcyon
Singoli
  1. Anything Could Happen
    Pubblicato: 17 agosto 2012
  2. Figure 8
    Pubblicato: 13 dicembre 2012
  3. Explosions
    Pubblicato: 23 gennaio 2013
  4. Burn
    Pubblicato: 5 luglio 2013
  5. Goodness Gracious
    Pubblicato: 21 febbraio 2014

Halcyon è il secondo album in studio della cantante britannica Ellie Goulding, pubblicato il 5 ottobre 2012 dalla Polydor Records.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei brani presenti nel disco sono stati scritti e prodotti con Jim Eliot (noto anche per il suo lavoro con Kylie Minogue e Ladyhawke) nei pressi di in un villaggio, dove la cantante è cresciuta, situato nella contea di Herefordshire.[2][3][4] Le sessioni di registrazione sono invece avvenute in diversi studi musicali distribuiti tra il Regno Unito e il Nord America.

In'un intervista avvenuta il 6 agosto 2012, la canta ha spiegato l'ispirazione dietro il titolo del disco, affermando:[5]

« L'Halcyon è un uccello che, nel corso di tutto il periodo invernale, depone le sue uova in riva al mare portando sia calma che la tempesta allo stesso tempo nelle acque. La maggior parte delle canzoni dell'album riguardano proprio il mare e l'oceano. »

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Halcyon è stato pubblicato il 5 ottobre 2012 dalla Polydor Records e registrato nel periodo 2011-2012, durante la promozione del disco d'esordio dell'artista. Esso incorpora diversi stili musicali, anche se è ramificato nel genere pop; la sua struttura musicale è completamente diversa rispetto al predecessore Lights il quale era caratterizzato da sonorità prettamente elettropop.

Generalmente, l'album ha ricevuto recensioni generalmente positive dai critici musicali contemporanei, che complimentano la maggiore aggressività dell'indole vocale della cantante. L'album ha debuttato al secondo posto della UK Albums Chart, vendendo 33,425 copie nella prima settimana. Nel mese di gennaio 2014, è in cima alle classifiche britannichiche, regalando ad Ellie il suo secondo album consecutivo in vetta.

Ristampa[modifica | modifica wikitesto]

La ristampa dell'album, Halcyon Days, è stata pubblicata il 23 agosto 2013, anch'essa, così come l'edizione originaria, dalla Polydor Records. Già nel 2012, Ellie aveva comunicato di esser intenzionata a ripubblicare il disco con l'aggiunta di nuovi brani che si concentrassero sulla musica elettronica. Per la ristampa la cantante ha registrato dieci nuovi brani e ha lavorato con svariati produttori, tra cui Ryan Tedder, Calvin Harris e Greg Kurstin, per creare il suono desiderato. Il team ha creato un album synth pop influenzato dalle musicalità indie pop, dream pop, alternative dance e dispone di testi positivi in ​​contrasto con le versioni precedenti.

In seguito alla pubblicazione, la ristampa è stata accolta con recensioni positive dalla maggior parte della critica specializzata, che hanno elogiato l'espansione musicale dell'album, la sua produzione e il più felice contenuto lirico. Commercialmente la ristampa è stata un successo e ha contribuito a riclassificare l'album originale. Il primo singolo estratto dall'album ristampato, Burn, è uscito il 5 luglio 2013, diventando il primo singolo della cantante a classificarsi alla prima posizione della UK Singles Chart.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Say a Word – 4:07
  2. My Blood – 3:54
  3. Anything Could Happen – 4:46
  4. Only You – 3:50
  5. Halcyon – 3:24
  6. Figure 8 – 4:07
  7. JOY – 3:13
  8. Hanging On – 3:21
  9. Explosions – 4:03
  10. I Know You Care – 3:26
  11. Atlantis – 3:52
  12. Dead in the Water – 4:43
Tracce bonus nell'edizione britannica
  1. I Need Your Love (Calvin Harris feat. Ellie Goulding) – 3:54
  2. Stay Awake – 3:28
  3. Hanging On (feat. Tinie Tempah) – 4:13
  4. Anything Could Happen (White Sea Remix) – 5:05
  5. Hanging On (Draper Remix) – 5:25
Tracce bonus nell'edizione di iTunes[6]
  1. I Need Your Love (Calvin Harris feat. Ellie Goulding) – 3:54
  2. Lights (Single Version) – 3:30
Tracce bonus nell'edizione deluxe di iTunes[7]
  1. I Need Your Love (Calvin Harris feat. Ellie Goulding) – 3:54
  2. Hanging On (feat. Tinie Tempah) (Full Length Version) – 4:13
  3. Lights (Single Version) – 3:30
  4. Ritual – 3:50
  5. In My City – 3:19
  6. Without Your Love – 4:19
  7. Anything Could Happen (Blood Diamonds Remix) – 4:58
  8. Hanging On (Video) – 4:15
  9. Anything Could Happen (Video) – 4:17
  10. Paper Planes & Playground Games (Video) – 9:07
Tracce bonus in Halcyon Days
  1. Burn – 3:51
  2. Goodness Gracious – 3:46
  3. You My Everything – 3:25
  4. Hearts Without Chains – 3:45
  5. Stay Awake (with Madeon) – 3:22
  6. Under Control – 4:06
  7. Flashlight (with DJ Fresh) – 3:29
  8. How Long Will I Love You (Fortis) – 2:34

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2012) Posizione
massima
Regno Unito[15] 77
Classifica (2013) Posizione
massima
Belgio (Fiandre)[16] 53
Irlanda[17] 16
Regno Unito[18] 10
Stati Uniti[19] 118

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Halcyon, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  2. ^ Ellie Goulding To Release Brand New Album "Halcyon" on October 9th, Cherrytree Records, 30 luglio 2012. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  3. ^ Ryan Bort, Ellie Goulding Announces New Album, Halcyon, su Paste, 30 luglio 2012. URL consultato il 9 agosto 2012.
  4. ^ Zach Baron, Ellie Goulding on Her New Album, 'Halcyon,' and More, in The New York Times, 12 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  5. ^ Sarah Carroll, Ellie Goulding Talks Halcyon, Skrillex, & Success In The U.S. With Carson Daly, 97.1 AMP Radio, 6 agosto 2012. URL consultato l'8 agosto 2012.
  6. ^ Halcyon (International Version), iTunes. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  7. ^ Halcyon (Deluxe Version), iTunes. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  8. ^ a b c d e f g h i j k l (NL) Ellie Goulding - Halcyon, Ultratop. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  9. ^ (EN) Ellie Goulding – Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  10. ^ (EN) Top 75 Artist Album, Week Ending 11 October 2012, GFK Chart-Track. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  11. ^ (PL) Top 100 - lista miesięczna: Październik 2012, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  12. ^ (EN) 2012 Top 40 Official UK Albums Archive, Official Charts Company, 20 ottobre 2012. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  13. ^ (EN) 2012 Top 40 Scottish Albums Archive, Official Charts Company, 20 ottobre 2012. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  14. ^ (EN) Keith Caulfield, Macklemore & Ryan Lewis Score Top Billboard 200 Debut, Mumford Still No. 1, Billboard, 17 ottobre 2012. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  15. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 – 2012, Official Charts Company. URL consultato il 10 marzo 2016.
  16. ^ (NL) Jaaroverzichten 2013 – Albums, Ultratop. URL consultato il 10 marzo 2016.
  17. ^ (EN) Best of 2013 – Albums, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 10 marzo 2016.
  18. ^ (EN) Daniel Lane, The Official Top 40 Biggest Artist Albums Of 2013, Official Charts Company, 1° gennaio 2014. URL consultato il 10 marzo 2016.
  19. ^ (EN) Billboard 200 Albums: Year End 2013, Billboard. URL consultato il 10 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica