Haakon V di Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Haakon V di Norvegia
Haakon Magnusson (Stavanger cathedral).jpg
Busto coevo di Haakon quando era duca, dalla cattedrale di Stavanger, risalente agli anni 1280.[1]
Re di Norvegia
Stemma
Stemma
In carica 15 luglio 1299 –
8 maggio 1319
Predecessore Eirik II
Successore Magnus VII
Nome completo Haakon Magnusson
Nascita Tønsberg, 10 aprile 1270
Morte Tønsberg, 8 maggio 1319
Luogo di sepoltura Mariakirken, Oslo
Casa reale Bellachioma
Padre Magnus VI di Norvegia
Madre Ingeborg di Danimarca
Consorte Eufemia di Rügen
Figli Ingeborg
Religione Cattolicesimo

Haakon V di Norvegia (Tønsberg, 10 aprile 1270Tønsberg, 8 maggio 1319) fu re di Norvegia dal 1299 al 1319. Fu l'ultimo re della Dinastia Bellachioma, che si estingue con lui.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sigillo di Haakon in uso negli anni 1300 - 1302

Era il figlio più giovane di Magnus VI di Norvegia e di Ingeborg di Danimarca. Riprese la guerra iniziata da suo fratello contro la Danimarca stipulando la pace nel 1309. In politica interna cercò di rafforzare il potere della monarchia a svantaggio della nobiltà locale.

Durante il suo regno fece erigere, a difesa dei confini del regno, le fortezze di Akershus, Vardøhus e Bohus. Fu proprio Håkon V infatti a spostare la corte da Bergen a Oslo, diventando dunque il primo re a risiedere in quella che è tuttora la capitale del regno di Norvegia.

Sposò Eufemia di Rügen da cui ebbe una figlia:

Alla sua morte salì sul trono il nipote Magnus VII di Norvegia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lillehammer, Grete, et al. (1995) Museoteket ved Arkeologisk museum i Stavanger: Rogalandsfunn fra istid til middelalder, p. 108

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Knut Helle. The Cambridge History of Scandinavia: Prehistory to 1520. Cambridge University Press. 2003. P. 363–364

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN227610670 · ISNI (EN0000 0003 6281 7676 · BAV 495/285421 · LCCN (ENn2011009913 · WorldCat Identities (ENlccn-n2011009913