Haakon VI di Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Haakon VI di Norvegia
Hacon VI of Norway seal c 1363.jpg
Sigillo di Haakon VI di Norvegia
Re di Norvegia
Stemma
Stemma
In carica18 agosto 1355[1] –
estate 1380
PredecessoreMagnus VII
SuccessoreOlaf IV
Re di Svezia
come Haakon II
In carica1362 –
1364
(con il padre Magnus IV)
PredecessoreMagnus IV
SuccessoreAlberto di Meclemburgo
Nome completoHaakon Magnusson
Nascita1340
MorteOslo, agosto/settembre 1380
PadreMagnus IV di Svezia e VII di Norvegia
MadreBianca di Namur
ConsorteMargherita di Danimarca
FigliOlaf
ReligioneCattolicesimo

Haakon VI Magnusson (1340Oslo, agosto/settembre 1380) fu re di Norvegia dal 1355 al 1380, co-reggente di Svezia dal 1362 al 1364.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso alleanze politiche e matrimoni, Haakon VI gettò le basi per l'Unione di Kalmar del 1397. L'unione riunì la Norvegia, la Danimarca e la Svezia. Figlio di Magnus IV di Svezia e pronipote di Haakon V, partecipò col padre alla repressione di una rivolta di nobili svedesi, guidata dal fratello Erik, ricevendo come ricompensa nel 1362 il governo congiunto della Svezia. Precedentemente era stato nominato unico erede di Norvegia. Due anni dopo fu sconfitto e catturato dagli svedesi insieme al padre, ma Haakon non riuscì a soccorrerlo fino al 1371. Tuttavia, nel 1363 sposò Margherita I di Danimarca, figlia di Valdemaro IV di Danimarca e nel 1375 suo figlio Olav divenne re dei danesi. Nel 1376 Haakon concluse anche un trattato commerciale con la Lega Anseatica. Alla sua morte, anche Olaf divenne re di Norvegia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ associato al trono dal padre Magnus VII già dal 1343

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Svezia Successore
Magnus II Eriksson e co-reggente Erik XII di Svezia 1362-1364 Alberto di Meclemburgo
Predecessore Re di Norvegia Successore
Magnus VII Eriksson 1355-1380 Olav IV Haakonsson
Controllo di autoritàVIAF (EN228619849 · ISNI (EN0000 0003 9887 7515 · GND (DE1261494458 · WorldCat Identities (ENviaf-228619849