HMS London (F95)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HMS London
HMS London F95 starboard bow.jpg
HMS London (F95)
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Naval Jack of Romania.svg
Tipo Fregata
Classe Type 22
Proprietà Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Flag of Romania.svg Forțele Navale Române
Identificazione Naval Ensign of the United Kingdom.svg F-95  · Romania F-222
Costruttori Yarrow Shipbuilders
Impostata 7 febbraio 1983
Varata 27 ottobre 1984
Entrata in servizio Naval Ensign of the United Kingdom.svg 5 giugno 1987
Romania 21 aprile 2005
Radiata Naval Ensign of the United Kingdom.svg 14 gennaio 1999
Destino finale Venduta alla Romania Romania il 14 gennaio 2003
Caratteristiche generali
Dislocamento 3500
Stazza lorda 4400 tsl
Lunghezza 148,1 m
Larghezza 14,8 m
Pescaggio 6,4 m
Propulsione COGOG:
Velocità 30 nodi  (56 km/h)
Equipaggio 250
Equipaggiamento
Sensori di bordo radar:
  • 1 Type 967/968 scoperta aerea e di superficie
  • 1 Type 1006 di navigazione
  • 2 Type 910 di controllo del tiro
Sistemi difensivi sonar:
  • 1 Type 2050 a scafo
  • 1 Type 2031(Z) VDS

EW:

Armamento
Armamento HMS London:

Regina Maria:

Mezzi aerei HMS London:

Regina Maria:

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La HMS London (Pennant number F95), tredicesima nave da guerra britannica a portare questo nome, è stata una fregata lanciamissili della Royal Navy appartenente alla Classe Type 22. Costruita nei cantieri Yarrow venne impostata il 7 febbraio 1983, varata il 7 ottobre 1984 ed entrò in servizio il 5 giugno 1987. Andata in disarmo il 14 gennaio 1999 è stata ceduta alla Romania nella cui Marina presta servizio con il nome di Regina Maria.

HMS London[modifica | modifica wikitesto]

La nave originariamente era stata chiamata Bloodhound, ma venne successivamente ribattezzata London sotto pressione del sindaco della capitale inglese.

Entrata in servizio nel giugno 1987, la nave nel 1988 è stata dislocata nel Baltico, con la missione di testare le apparecchiature di rilevamento su sottomarini e navi russe. Successivamente è stata inviata nel golfo Persico durante la Guerra Iran-Iraq.

Durante la prima guerra del golfo la nave è stata l'ammiraglia della flotta britannica. Successivamente è stata impiegata in Adriatico nel 1993 e nel 1995 durante la crisi in Bosnia successiva alla dissoluzione della Jugoslavia.

Prima di andare in disarmo la nave ha condotto, nell'agosto 1998, esercitazioni nel Mar Nero con unità navali di Romania e Ucraina.

Regina Maria[modifica | modifica wikitesto]

IAR 330 Puma Naval

La nave, dopo essere andata in disarmo il 14 gennaio 1999 è stata venduta alla Romania il 14 gennaio 2003, con qualche polemica sul prezzo al quale è stata acquistata dalla Romania[1].

La nave ribattezzata Regina Maria in onore di Maria di Sassonia-Coburgo-Gotha, consorte di Re Ferdinando I di Romania è entrata in servizio nella Marina della Romania il 21 aprile 2005 con il distintivo ottico F-222.

Nel 2004 prima della consegna alla Romania la nave è stata sottoposta a lavori di riallestimento, terminati nel mese di novembre. Nel corso dei lavori è stato installato un cannone di medio calibro Otobreda da 76 mm di fabbricazione italiana.

Nella Marina della Romania la nave affianca una fregata gemella la Regele Ferdinand ex HMS Coventry della Royal Navy, che dopo essere stata ceduta dai britannici era entrata in servizio il 9 settembre 2004.

Missioni partecipate[modifica | modifica wikitesto]

Dalla entrata in servizio nella Forțelor Navale Române, la fregata Regina Maria ha eseguito una serie di missioni, tra le quali le più importanti:

  • „Cooperative MAKO 2006” - Mar Nero
  • „Active Endeavour 2006” - Mar Mediterraneo
  • „NIIRIS 2007” - Grecia
  • SUMMIT-ul NATO 2008 - Romania
  • „Active Endeavour 2009” - Mar Mediterraneo (nave ammiraglia)
  • „Active Endeavour 2011” - Mar Mediterraneo[2]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) We paid three times too much for UK frigates, Romania says, The Guardian, 13 giugno 2006. URL consultato il 24 novembre 2009.
  2. ^ (RO) Missioni, navy.ro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina