HIStory World Tour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
HIStory World Tour
Michael Jackson Lausanne 20 juin 1997.jpg
Michael Jackson mentre si esibisce a Losanna il 20 giugno 1997.
Tour di Michael Jackson
Album HIStory: Past, Present and Future - Book I
Inizio Rep. Ceca Praga
7 settembre 1996
Fine Sudafrica Durban
15 ottobre 1997
Tappe 8
Spettacoli
Cronologia dei tour di Michael Jackson
Dangerous World Tour
(1992-1993)
Michael Jackson & Friends
(1999)
HIStoryTourlogo.png

L'HIStory World Tour è stato il terzo ed ultimo tour mondiale da solista del cantautore statunitense Michael Jackson, intrapreso tra il 1996 e il 1997 a supporto del suo nono album in studio HIStory: Past, Present and Future - Book I e, nella sua seconda parte, anche del suo album di remix Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix.

Il tour iniziò il 7 settembre 1996 al Letná Park di Praga, in Repubblica Ceca, con uno dei concerti con più grandi nella carriera del cantante, davanti a 150,000 spettatori,[1][2] per poi fare tappa anche in Italia, con uno spettacolo a Milano il 18 giugno 1997.[3][4][5] Il tour si concluse a Durban, in Sudafrica, il 15 ottobre 1997.[6]

In totale Jackson eseguì 82 concerti in 35 nazioni tra Europa, Africa, Asia, Oceania e Nord America. Con oltre 4,5 milioni di spettatori e un incasso di oltre 165 milioni di dollari, l'HIStory World Tour divenne il tour di maggior successo della carriera di Jackson e, all'epoca, anche quello di maggior successo nella storia della musica, infrangendo il precedente record stabilito dallo stesso cantante con il Bad World Tour (1987-89).[7]

Il tour[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Royal Concert in Brunei[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 luglio 1996, circa due mesi prima dell'inizio dell'HIStory World Tour, Michael Jackson fu invitato ad esibirsi nel sultanato del Brunei dal sultano Hassanal Bolkiah, suo grande ammiratore, e all'epoca l'uomo più ricco del mondo, in occasione dei festeggiamenti per il suo 50º compleanno. Il Royal Concert, ad ingresso gratuito, fu eseguito al Jerudong Park di Bandar Seri Begawan alla presenza della famiglia reale e di un pubblico di 60,000 persone,[8] in un'imponente area concerti appositamente costruita per l'occasione.[9] Il sultano pagò Jackson circa 17 milioni di dollari perché si esibisse al suo compleanno, la cifra più alta mai pagata per un concerto privato.[10][11][12]

Nelle idee iniziali di Jackson, il concerto doveva essere una fusione tra i suoi precedenti Bad World Tour (per quanto riguardava arrangiamenti, parte dei brani e i suoi costumi) e Dangerous World Tour (per quanto riguardava effetti speciali e costumi delle canzoni provenienti dall'album Dangerous), con il ritorno dal vivo dei brani Another Part of Me, Rock with You, Dirty Diana, Bad e Heal the World. Tuttavia, dopo aver discusso il progetto con il coreografo e regista dello show, Kenny Ortega, Jackson cambiò idea, rimodellando lo spettacolo solo sui concerti del Dangerous Tour.[13]

Gran parte del concerto somigliava quindi all'ultimo tour del cantante, tra cui il palco, la scaletta e i suoi costumi, per mantenere segreti i dettagli dell'imminente HIStory World Tour. Le uniche differenze erano alcuni musicisti e ballerini, e i costumi di Jackson per il nuovo brano You Are Not Alone e per Black or White, simili a quelli che avrebbe usato nel tour successivo. Il concerto vide il debutto live in un tour di You Are Not Alone ed Earth Song, così come le ultime esibizioni live di She's Out of My Life (fino alle prove dei Michael Jackson & Friends), Jam, Human Nature e I Just Can't Stop Loving You (fino alle prove di This Is It).[14]

Scaletta Royal Concert[modifica | modifica wikitesto]

Encore:

Annuncio e promozione[modifica | modifica wikitesto]

Una delle statue di Jackson usate per la promozione dell'album HIStory e dell'HIStory World Tour. Una statua identica a questa venne eretta a Praga per promuovere il concerto iniziale del tour

L'HIStory World Tour venne annunciato a Parigi nel marzo del 1996, durante una conferenza stampa alla quale parteciparono Jackson e il suo socio in affari di allora, il principe saudita Al Walid, col quale aveva fondato la società Kingdom Entertainment che avrebbe prodotto in parte il tour stesso.[15] Fu il primo tour di Jackson a non essere sponsorizzato dalla Pepsi, pertanto l'artista creò per l'occasione una sua bibita personale per promuovere il tour, un energy drink confezionato all'interno di lattine color oro che chiamò Mystery Drink.[16][17] Vennero inoltre realizzati molti spot e concorsi tramite alcuni canali come MTV.[18][19] Varie statue raffiguranti Michael Jackson, di circa dieci metri di altezza, erano state realizzate l'anno precedente per promuovere il nuovo album; una di esse fu utilizzata per promuovere la partenza del tour a Praga, venendo eretta su di un gigantesco piedistallo che sovrastava la città nello stesso punto in cui un tempo si ergeva una statua raffigurante Stalin.[20][21][22]

Allestimento[modifica | modifica wikitesto]

Per trasportare le attrezzature erano necessari un Boeing 707 e due aerei cargo Antonov-124, i più grandi del mondo, mentre per i trasporti in loco venivano utilizzati 43 camion. Lo staff "permanente" contava 140 membri, e veniva poi rinforzato da una forza lavoro locale di oltre 2,000 persone. Il palco era lungo oltre 70 metri e largo 20; la struttura superava i 23 metri d'altezza, aveva un peso di 240 tonnellate e 4 chilometri di cavi. Per montarlo erano necessari tre giorni, più altri due per allestire i restanti elementi (luci, schermi, impianti audio e le attrezzature della band). Viceversa, lo smantellamento richiedeva solo un giorno e mezzo.[23] Per poter fare fronte alle richieste di più concerti a settimana, venivano impiegati due palchi identici con relative attrezzature, in modo che uno potesse essere montato in un paese mentre l'altro era ancora in utilizzo o doveva ancora essere smontato.[24]

Preparazione e dettagli[modifica | modifica wikitesto]

I costumi[modifica | modifica wikitesto]

Come per i precedenti tour di Jackson, anche per questo i costumi vennero curati e realizzati dal duo di stilisti Dennis Tompkins & Michael Lee Bush, che il cantante aveva conosciuto sul set di Captain EO nel 1985. Il costume iniziale di Jackson fu ispirato alle illustrazioni di robot del famoso illustratore giapponese Hajime Sorayama,[25] a sua volta ispirato dalla robot del film Metropolis di Fritz Lang che aveva ispirato anche il droide D-3BO della saga di Guerre stellari. Era particolarmente elaborato ed erano necessari 15 minuti per indossarlo: consisteva in una tuta militare oro e argento sopra la quale il cantante indossava una vera e propria armatura cromata: una corazza, dei guanti e un casco dorati e degli schinieri e dei bracciali color argento.[25] Come nei suoi precedenti tour, Jackson era solito tenere una parte del costume iniziale per tutta la prima parte dello spettacolo: in questo caso erano i pantaloni dorati che l'artista teneva addosso cambiando la giacca nelle diverse canzoni; per esempio durante Smooth Criminal indossava il blazer bianco gessato, la camicia blu con la cravatta bianca e il borsalino bianco come quelli del videoclip.[25] Durante i concerti europei del 1996, per Thriller Jackson indossò una giacca rossa con strisce nere, simile a quella del video originale, ma venne sostituita in seguito da una di colore bianco e nero simile a quella utilizzata in precedenza nel Dangerous World Tour. Anche per Come Together e D.S. indossò inizialmente una giacca rossa, cambiata successivamente con una di colore blu. Solo al primo dei due concerti di Brema del 1997, il cantante usò la giacca bordeaux del video di Blood on the Dance Floor durante l'esecuzione del brano, mentre nei concerti successivi ne indossò una color blu e argento. Durante Black Or White il cantante indossava degli schinieri placcati in vero oro sulle gambe e un tutore argento sull'avambraccio.[25] Per creare i nuovi costumi, Bush e Tompkins impiegarono più di tre mesi.[25]

La band e i ballerini[modifica | modifica wikitesto]

La band di Jackson subì alcuni cambiamenti rispetto alle precedenti formazioni: ai coristi maschili dei precedenti tour si aggiunse Fred White, mentre Marva Hicks fu scelta come nuova corista femminile solo nelle tappe della prima parte.[26] Jonathan Moffett, storico batterista di Jackson fin dal 1979, poté finalmente prendere parte al tour, dopo che altri impegni avevano portato alla sua sostituzione con Ricky Lawson nelle precedenti tournée del cantante.[27] Brad Buxer venne riconfermato nella posizione di direttore musicale, così come Jennifer Batten nel ruolo di chitarrista principale, venendo brevemente sostituita da Greg Howe in alcuni concerti del tour asiatico a causa di problemi familiari.[28]

Tra i ballerini, Jackson riconfermò solo LaVelle Smith, Damon Navandi e Travis Payne dai precedenti tour, scegliendone altri 9 di nuovi, tra i quali Faune A. Chambers e l'esordiente Chris Judd.[29] Come per il precedente tour, Jackson collaborò col regista e coreografo Kenny Ortega per la creazione e la direzione dello spettacolo.[30]

Lo spettacolo e gli effetti speciali[modifica | modifica wikitesto]

Michael Jackson canta Heal the World durante uno dei concerti a Monaco di Baviera

L'HIStory World Tour, come i precedenti tour di Jackson, fu estremamente innovativo per l'epoca. Tre giganteschi schermi situati ai lati e sullo sfondo del palco trasmettevano video e riprese in diretta e lo schermo centrale poteva essere diviso in due e spostarsi a destra e sinistra del palco. Lo spettacolo si apriva con un filmato in CGI in cui era possibile vedere una navetta simile alla punta di un missile attraversare lo spazio e il tempo fino a sparire dall'inquadratura per apparire con una fragorosa esplosione direttamente sul palco davanti ai fans in visibilio. Il portello della navetta veniva sfondato dall'interno e Jackson faceva il suo ingresso sul palco con la sua armatura addosso. Una volta liberatosi della corazza e dell'elmo, Jackson iniziava lo show con un'inedita versione da solista di Scream per poi essere raggiunto dai suoi ballerini che, dopo aver eseguito una danza in stile militare, lo accompagnavano in They Don't Care About Us e In The Closet. Tolti i restanti pezzi di armatura, eseguiva Wanna Be Startin' Somethin' e Stranger in Moscow, che eseguiva con dei movimenti di popping e di robot dance. Dopo aver fatto scendere un gigantesco telone sul palco, mitragliandolo con un mitra stile Thompson, Jackson si esibiva in Smooth Criminal, durante la quale eseguiva il passo "45 Degree Lean", la famosa inclinazione anti-gravitazionale di cui deteneva il brevetto.[31] In ogni concerto, durante You Are Not Alone, una ragazza del pubblico saliva sul palco per ballare con lui. Subito prima di Billie Jean, Jackson saliva sul palco con indosso solo i pantaloni neri con galloni dorati, mocassini e calzini bianchi con strass e una T-shirt bianca e con una valigetta in mano, dalla quale estraeva la giacca nera di lustrini, il guanto bianco di strass e il fedora nero indossandoli tra le urla del pubblico, per poi iniziare l'esibizione.[25] Alla fine di Thriller vi era un particolare trucco di magia: dopo essere stato chiuso in una specie di sarcofago, trafitto da lame e dato alle fiamme, Jackson spariva per riapparire dall'altra parte del palco sopra il braccio meccanico per eseguire Beat It; in Black Or White veniva invece costruito un vero e proprio muro di amplificatori al centro del palco che cadeva sopra Jackson e i ballerini al termine della canzone in una fragorosa esplosione. Per Earth Song veniva utilizzata una scenografia di case distrutte e macerie; durante l'esecuzione Jackson saliva sul braccio meccanico che lo sollevava sopra il pubblico, mentre alla fine del brano, un gigantesco carro armato faceva irruzione sul palco e Jackson vi si parava davanti per fermarlo, come il "Rivoltoso Sconosciuto" della protesta di piazza Tienanmen. Dopo le note di La Grande Porta di Kiev di Mussorgsky, lo spettacolo si concludeva tra bandiere di tutte le nazioni, coriandoli dorati e argentati e fuochi d'artificio sulle note di HIStory.[32] Prima e dopo alcune tappe dei concerti c'era uno spettacolo di fuochi artificiali, mentre durante lo spettacolo vero e proprio c'erano oltre 500 esplosioni.[24][33][34]

Scaletta[modifica | modifica wikitesto]

Scaletta delle prove[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 Jonathan Moffett, il batterista di Jackson durante l'HIStory World Tour, ha condiviso sui suoi social personali documenti e audio originali riguardanti le prove della tournée: secondo il primo documento del 30 luglio 1996, la title track HIStory doveva essere eseguita in versione ridotta, mentre la scaletta includeva i brani Childhood, Dirty Diana, State Of Shock, Man In the Mirror, Will You Be There, She's Out of My Life e 2 Bad; di quest'ultima Moffett ha pubblicato anche un file audio nel 2020.[35] Nel secondo documento, datato 25 agosto 1996, la scaletta era quella vista successivamente più il brano She's Out of My Life, poi rimosso definitivamente prima dell'inizio del tour.[36] Un video contenente immagini inedite e parti delle prove del tour è trapelato online nel 2013.[37][38][39]

Scaletta del tour[modifica | modifica wikitesto]

Variazioni[modifica | modifica wikitesto]

1 The Way You Make Me Feel è stata eseguita solamente negli spettacoli compresi tra il 7 settembre 1996 ed il 15 giugno 1997.

2 L'Off the Wall Medley è stato eseguito solamente negli spettacoli compresi tra il 7 settembre ed il 2 ottobre 1996 ed in quelli tra l'11 ottobre 1996 ed il 13 giugno 1997.

3 Come Together / D.S. sono state eseguite solamente negli spettacoli tra il 7 settembre e l'11 novembre 1996.

4 Blood on the Dance Floor è stata eseguita solamente negli spettacoli tra il 31 maggio ed il 29 giugno 1997 ed in quelli tra il 4 luglio ed il 19 agosto 1997.

5 We Are the World è stata eseguita solamente nelle ultime date del tour dai membri della band.[40]

6 Una versione pre-registrata di Smile è stata suonata prima del concerto solo allo spettacolo del 3 settembre 1997.[41]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Europa orientale e Nord Africa[modifica | modifica wikitesto]

Il tour iniziò in Europa dell'Est, visitando luoghi dove Jackson non si era mai esibito prima di allora;[42] la data iniziale del tour in Repubblica Ceca divenne uno dei concerti più grandi della carriera del cantante, richiamando oltre 150,000 spettatori al Letná Park di Praga.[1][2][43][44] Lo spettacolo all'Aeroporto Bemowo di Varsavia attirò una folla di oltre 120,000 persone,[45][46] rendendolo il più grande concerto mai tenuto in Polonia;[47][48][49][50] anche i suoi secondi concerti in Romania e Russia furono seguiti da cifre altrettanto imponenti: a Bucarest il concerto fu visto da 80,000 persone,[51][52] mentre a Mosca da più di 70,000.[53][54] Nei Paesi Bassi Jackson fu tra i primi artisti ad esibirsi nella nuova Amsterdam ArenA,[55] con tre concerti sold out davanti a 150,000 spettatori totali.[56] Il tour si spostò quindi a Tunisi, dove Jackson si esibì per 60,000 fan,[57] nel suo primo concerto da solista in Africa.[58]

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante una serie di difficoltà organizzative e problemi causati da gruppi religiosi,[59][60] anche il secondo tour asiatico di Jackson fu un enorme successo: i due concerti iniziali a Seul divennero i più grandi eventi musicali mai tenuti nello Stadio Olimpico, con oltre 100,000 spettatori totali; Jackson divenne anche il primo artista straniero ad esibirsi nella sede.[61][62] Al concerto di Kuala Lumpur fu aggiunta una seconda data per cercare di soddisfare l'ingente richiesta;[63] oltre 110,000 persone assistettero ai due spettacoli, i più grandi mai tenuti in Malaysia.[64][65][66] In India migliaia di fan invasero l'aeroporto internazionale di Mumbai per assistere all'arrivo di Jackson, mentre una folla gigantesca fiancheggiò l'intero percorso di 15 chilometri fino all'hotel del cantante, per poter assistere al suo passaggio.[67][68] Lo spettacolo tenuto all'Andheri Sport Complex davanti a 70,000 spettatori divenne un evento di importanza politica,[69][70][71][72] e il più grande concerto a cui il paese avesse mai assistito.[73] In Giappone il cantante eseguì la terza serie di sold out al Tokyo Dome della sua carriera, diventando l'unico artista ad aver venduto 21 concerti nello stadio, davanti ad oltre 1 milione di fan in totale.[74] Nelle Filippine, oltre 100,000 persone videro i due concerti che Jackson tenne a Manila.[75][76]

Oceania e Hawaii[modifica | modifica wikitesto]

Il tour di Jackson in Australia divenne il più grande evento mai visto nel paese, superando di gran lunga il clamore della sua precedente visita nel 1987: i sei concerti inizialmente previsti furono sold out in meno di 8 ore, portando gli organizzatori ad aggiungere 3 ulteriori spettacoli; oltre 330,000 fan videro il tour negli stadi di 5 diverse città. Il 14 novembre 1996 Jackson si sposò per la seconda volta, con una cerimonia improvvisata nella camera d'albergo in cui soggiornava a Sydney, insieme alla sua amica ed ex-infermiera Deborah Jeanne Rowe.[77][78] Nei giorni successivi, Jackson prese parte ad una serie di eventi pubblici che attirarono folle da record: 15,000 fan circondarono le strade adiacenti al cinema in cui stava assistendo alla première del suo film Ghosts, mentre 20,000 persone invasero i giardini della Sydney Opera House per vederlo ricevere targhe e premi per le vendite dei suoi album nel paese, una scena che si ripeté pochi giorni dopo anche a Melbourne.[79][80] Jackson stabilì nuovi record di presenze anche in Nuova Zelanda, con 90,000 spettatori ai due concerti di Auckland.[81]

Il 3 e 4 gennaio 1997 Jackson si esibì alle Hawaii, diventando il primo artista della storia a registrare il tutto esaurito all'Aloha Stadium di Honolulu, davanti 35,000 spettatori a sera.[82][83][84][85] Nessun artista era mai riuscito a fare sold out con uno spettacolo allo stadio; Jackson ne fece due in meno di una giornata; il primo giorno di vendite, 20,000 persone si accalcarono davanti ai botteghini per acquistare i biglietti.[86] Esse furono anche le uniche due tappe del tour negli Stati Uniti, nonché le prime del cantante in patria dal 1989.[87]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcuni mesi di pausa, Jackson aprì il tour europeo alla fine di maggio 1997; avrebbe promosso non solo HIStory, ma anche il nuovo album di remix Blood On the Dance Floor.[88] In Germania tutti i 10 concerti furono sold out,[89] con più di 600,000 biglietti venduti, infrangendo ogni precedente record:[90] 55,000 spettatori a sera videro i due concerti al Weserstadion di Brema,[91][92] oltre 50,000 persone stabilirono il record di presenze a Kiel,[93] e altri 78,000 fan assistettero al concerto nell'Olympiastadion di Berlino.[94] Jackson si esibì inoltre per due sere all'Olympiastadion di Monaco di Baviera, di fronte a 140,000 spettatori,[95][96] mentre 85,000 fan seguirono lo spettacolo tenuto all'Hockenheimring, rendendolo il concerto più grande del tour europeo del 1997.[97][98] Jackson tornò nei Paesi Bassi per eseguire altri due concerti all'Amsterdam ArenA; in totale i 5 concerti olandesi del tour furono visti da un numero record di 250,000 fan.[56][99] Nel Regno Unito Jackson si esibì davanti a 52,000 spettatori al Don Valley Stadium, il pubblico più grande nella storia dello stadio di Sheffield,[100][101] mentre a Londra eseguì altri tre sold out, diventando l'unico artista ad essersi esibito in 15 concerti allo Stadio di Wembley, davanti ad pubblico totale di oltre 1 milione di spettatori, il più grande nella storia dello stadio.[102][103] I due concerti allo Stadio Parken di Copenhagen furono seguiti da 60,000 spettatori a sera, registrando il record di presenze dello stadio danese.[104][105][106] Il secondo concerto si svolse il 29 agosto 1997, nel giorno del 39º compleanno di Jackson: al termine di You Are Not Alone, lo staff portò sul palco una torta, mentre la band e il pubblico gli cantarono Happy Birthday.[107][108][109] Prima di Jackson nessun artista internazionale si era mai esibito in Estonia o negli altri paesi baltici; con oltre 80,000 spettatori, il suo spettacolo al Tallinn Festival Ground divenne l'evento musicale più grande mai avvenuto nel paese fino a quel momento.[110][111][112] Il concerto belga previsto all'ippodromo di Ostenda venne rimandato a causa della morte di Diana Spencer, grande amica di Jackson, avvenuta quello stesso giorno;[113] lo spettacolo, tenuto pochi giorni dopo davanti a più di 60,000 fan, venne quindi dedicato alla memoria della principessa.[114][115]

In totale, oltre due milioni di fan videro il tour europeo del 1997.[116]

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Jackson concluse il tour mondiale con 5 date in Sudafrica; le sue ultime esibizioni nel paese risalivano al 1979, ai tempi dei Jacksons.[117] Gli spettacoli a Città del Capo, Johannesburg e Durban attirarono oltre 230,000 persone,[118] incluso il presidente Nelson Mandela,[119] rendendo l'HIStory World Tour la tournée di maggior successo di tutti i tempi nel paese.[120][121]

Date del tour[modifica | modifica wikitesto]

Data Città Stato Luogo Biglietti venduti / Biglietti disponibili Incasso
Europa
7 settembre 1996 Praga Rep. Ceca
Repubblica Ceca
Letná Park N.D. N.D.
10 settembre 1996 Budapest Ungheria
Ungheria
Népstadion N.D. N.D.
14 settembre 1996 Bucarest Romania
Romania
Stadionul Naţional N.D. N.D.
17 settembre 1996 Mosca Russia
Russia
Stadio Dinamo N.D. N.D.
20 settembre 1996 Varsavia Polonia
Polonia
Aeroporto Varsavia Bemowo N.D. N.D.
24 settembre 1996 Saragozza Spagna
Spagna
Estadio de La Romareda N.D. N.D.
28 settembre 1996 Amsterdam Paesi Bassi
Paesi Bassi
Amsterdam ArenA N.D. N.D.
30 settembre 1996
2 ottobre 1996
Africa
7 ottobre 1996 Tunisi Tunisia
Tunisia
Stadio El Menzah N.D. N.D.
Asia
11 ottobre 1996 Seul Corea del Sud
Corea del Sud
Stadio Olimpico di Seul N.D. N.D.
13 ottobre 1996
18 ottobre 1996 Taipei Taiwan
Taiwan
Chungshan Soccer Stadium N.D. N.D.
20 ottobre 1996 Kaohsiung Chungcheng Stadium N.D. N.D.
22 ottobre 1996 Taipei Chungshan Soccer Stadium N.D. N.D.
25 ottobre 1996 Singapore Singapore
Singapore
Stadio nazionale N.D. N.D.
27 ottobre 1996 Kuala Lumpur Malaysia
Malaysia
Stadium Merdeka N.D. N.D.
29 ottobre 1996
1º novembre 1996 Mumbai India
India
Andheri Sports Complex N.D. N.D.
5 novembre 1996 Bangkok Thailandia
Thailandia
Aktiv Square N.D. N.D.
Oceania
9 novembre 1996 Auckland Nuova Zelanda
Nuova Zelanda
Ericsson Stadium N.D. N.D.
11 novembre 1996
14 novembre 1996 Sydney Australia
Australia
Sydney Cricket Ground N.D. N.D.
16 novembre 1996
19 novembre 1996 Brisbane ANZ Stadium N.D. N.D.
22 novembre 1996 Melbourne Melbourne Cricket Ground N.D. N.D.
24 novembre 1996
26 novembre 1996 Adelaide Adelaide Oval N.D. N.D.
30 novembre 1996 Perth Burswood Dome N.D. N.D.
2 dicembre 1996
4 dicembre 1996
Asia
8 dicembre 1996 Manila Filippine
Filippine
Asia World City Concert Grounds N.D. N.D.
10 dicembre 1996
12 dicembre 1996 Tokyo Giappone
Giappone
Tokyo Dome N.D. N.D.
15 dicembre 1996
17 dicembre 1996
20 dicembre 1996
26 dicembre 1996 Fukuoka Fukuoka Dome N.D. N.D.
28 dicembre 1996
31 dicembre 1996 Bandar Seri Begawan Brunei
Brunei
Jerudong Park N.D. N.D.
Nord America
3 gennaio 1997 Honolulu Stati Uniti
Stati Uniti
Aloha Stadium N.D. N.D.
4 gennaio 1997
Europa
31 maggio 1997 Brema Germania
Germania
Weserstadion N.D. N.D.
3 giugno 1997 Colonia Mungersdorfer Stadium N.D. N.D.
6 giugno 1997 Brema Weserstadion N.D. N.D.
8 giugno 1997 Amsterdam Paesi Bassi
Paesi Bassi
Amsterdam ArenA N.D. N.D.
10 giugno 1997
13 giugno 1997 Kiel Germania
Germania
Nordmark Sport Field N.D. N.D.
15 giugno 1997 Gelsenkirchen Parkstadion N.D. N.D.
18 giugno 1997 Milano Italia
Italia
Stadio Giuseppe Meazza 45.000 / 55.000 [4] N.D.
20 giugno 1997 Losanna Svizzera
Svizzera
Stade Olympique N.D. N.D.
22 giugno 1997 Bettembourg Lussemburgo
Lussemburgo
Krakelschaff N.D. N.D.
25 giugno 1997 Lione Francia
Francia
Stade de Gerland N.D. N.D.
27 giugno 1997 Parigi Parc des Princes N.D. N.D.
29 giugno 1997
2 luglio 1997 Vienna Austria
Austria
Ernst Happel Stadion N.D. N.D.
4 luglio 1997 Monaco di Baviera Germania
Germania
Olympiastadion N.D. N.D.
6 luglio 1997
9 luglio 1997 Sheffield Regno Unito
Regno Unito
Don Valley Stadium 48.000 / 48.000 $1.991.600
12 luglio 1997 Londra Wembley Stadium 216.000 / 216.000 $9.236.683
15 luglio 1997
17 luglio 1997
19 luglio 1997 Dublino Irlanda
Irlanda
RDS Arena 43.261 / 43.261 $1.740.203
25 luglio 1997 Basilea Svizzera
Svizzera
St. Jakob Stadium 50.000 / 50.000 $2.317.881
27 luglio 1997 Nizza Francia
Francia
Stade Charles-Ehrmann 30.003 / 36.260 $1.083.898
1º agosto 1997 Berlino Germania
Germania
Olympiastadion 78.187 / 78.187 $2.934.036
3 agosto 1997 Lipsia Festwiese 54.483 / 55.000 $2.110.035
10 agosto 1997 Hockenheim Hockenheimring 85.000 / 85.000 $3.261.701
14 agosto 1997 Copenaghen Danimarca
Danimarca
Parken Stadium 97.563 / 97.563 $5.296.577
16 agosto 1997 Göteborg Svezia
Svezia
Ullevi 50.000 / 50.000 $2.202.073
19 agosto 1997 Oslo Norvegia
Norvegia
Valle Hovin 37.904 / 40.000 $1.646.889
22 agosto 1997 Tallinn Estonia
Estonia
Festival Grounds 75.000 / 75.000 $2.627.174
24 agosto 1997 Helsinki Finlandia
Finlandia
Olympiastadion 91.106 / 96.000 $4.166.735
26 agosto 1997
29 agosto 1997 Copenaghen Danimarca Danimarca Parken Stadium [122] [122]
3 settembre 1997 Ostenda Belgio
Belgio
Hippodrome Wellington N.D. N.D.
6 settembre 1997 Valladolid Spagna
Spagna
Estadio José Zorrilla N.D. N.D.
Africa
4 ottobre 1997 Città del Capo Sudafrica
Sudafrica
Green Point Stadium 73.295 / 74.000 $2.092.625
6 ottobre 1997
10 ottobre 1997 Johannesburg Johannesburg Stadium 106.495 / 108.000 $3.747.560
12 ottobre 1997
15 ottobre 1997 Durban Kings Park Stadium 45.000 / 45.000 $1.493.047
Totale
1.172.929 / 1.197.271

(98%)

$47.948.717

Cancellazioni e modifiche[modifica | modifica wikitesto]

Le tre date cancellate in Nordafrica sono state sostituite dai concerti all'Amsterdam ArenA nei Paesi Bassi.[125]

Home Video e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Come per i suoi precedenti tour da solista, tutte le tappe del tour sono state riprese con telecamere professionali, editate in diretta dal regista del tour e salvate dalla Nocturne Productions, oggi chiamata PRG,[146] e in seguito archiviate dalla MJJ Productions e oggi in possesso dell'Estate of Michael Jackson.[147]

I concerti di Monaco di Baviera[modifica | modifica wikitesto]

Le due tappe di Monaco di Baviera all'Olympiastadion del 4 e 6 luglio 1997 furono scelte per essere montate come un unico concerto da mostrare in TV ed eventualmente, da pubblicare in via ufficiale, come era successo nei precedenti tour di Jackson con le tappe di Yokohama (Bad Tour) nel 1987 e di Bucarest (Dangerous Tour) nel 1992, pertanto vennero aggiunte telecamere extra per avere ulteriori angoli di ripresa, comprese immagini sulla folla, ed entrambe le tappe furono riprese in HD. Alla fine la pubblicazione in home video in VHS e DVD venne annullata dato che Jackson non gradì particolarmente la resa del montaggio e delle performance, come alcune imprecisioni presenti nelle coreografie o negli effetti e inoltre, dato che aveva la laringite durante le due serate, anche la performance canora non fu delle migliori. Nonostante questo il concerto è poi stato trasmesso nel 1997 dal canale televisivo tedesco ZDF e, nel corso degli anni, da vari altri canali televisivi in giro per il mondo.[148][149][150][151][152][153] Ad oggi non è stato ancora rilasciato in via ufficiale, anche se la Sony ha dichiarato di avere l'intenzione in futuro di riconvertirlo in 3D e di mostrarlo nei cinema e pubblicarlo in Blu-ray.[154] Il concerto composto del montaggio di entrambe le tappe è disponibile online anche in HD.[155]

Esiste anche un'altra versione del concerto, con meno riprese del pubblico, si tratta del montaggio della tappa del 6 luglio fatto in diretta per gli schermi giganti dal regista così come fu archiviato dopo il concerto senza nessun ulteriore editing; tale versione è stata diffusa online completa nel 2015.[156]

Altri concerti reperibili[modifica | modifica wikitesto]

Altre tappe dell'HIStory World Tour vennero vendute ad alcune emittenti televisive, commercializzate solo in alcuni paesi o acquistate per altre vie da alcuni fan ed è pertanto possibile reperirle online. Qui di seguito, in ordine per tappa, i concerti reperibili in versione professionale e, nella maggior parte dei casi, in versione completa:

  • Le tappe del Brunei, ossia il "Royal Concert" del 16 luglio e la tappa dell'HIStory Tour del 31 dicembre 1996, vennero distribuite in rare VHS solo nel Brunei e sono rimaste inedite per anni per poi infine venire acquistate da alcuni fan che le hanno diffuse online.[157][158]
  • La tappa di Bucarest del 14 settembre 1996 venne trasmessa dalla TV in Romania nel 1996 ma venne mostrata da tale TV con spezzoni di riprese del pubblico della famosa tappa di Bucarest del Dangerous World Tour di quattro anni prima.[159]
  • La tappa di Tunisi del 7 ottobre 1996 venne trasmessa, in una versione parziale, dal canale TV Nessma in Tunisia solo nel 2010 dopo la morte del cantante, il concerto è stato ritrasmesso nel 2013.[160]
  • La tappa di Seul dell'11 ottobre 1996 fu trasmessa in TV e commercializzata in una rara VHS soltanto in Corea del Sud nel 1996.[161][162]
  • La tappa di Kuala Lumpur del 27 ottobre 1996 venne trasmessa dalla TV in Malaysia nel 1996.[163] La seconda tappa del 29 ottobre 1996 è invece reperibile online per intero dal 2015.[164]
  • La tappa dell'11 novembre 1996 di Auckland venne trasmessa dalla TV in Nuova Zelanda nel 1996.[165] Quella del 9 novembre è diventata disponibile online nella sua interezza dal 2015.[166]
  • La tappa di Sydney del 16 Novembre 1996 fu mandata in onda dalla TV in Australia nel 1996 con alcune canzoni omesse.[167]
  • La tappa di Manila dell'8 Dicembre 1996 fu mandata in onda dalla TV nelle Filippine nel 1996 con il brano "The Way You Make Me Feel" omesso.[168]
  • La tappa del 14 agosto di Copenaghen, la tappa del 16 agosto di Göteborg e la tappa del 26 agosto di Helsinki, del 1997, vennero trasmesse da TV1000, e da Channel 3 (delle TV satellitari) nel 1997.[169][170][171]
  • La tappa di Basilea del 25 luglio 1997 è stata diffusa online nella sua interezza nel 2016.[172]
  • La tappa di Johannesburg del 12 ottobre 1997 è stata diffusa online nella sua interezza nel 2017.[173]

In Italia nessuna emittente televisiva ha mai trasmesso uno di questi concerti e, nonostante le registrazioni esistano, non è mai stato acquistato e trasmesso da nessuna TV il concerto del 18 giugno 1997 allo Stadio San Siro di Milano. Uno spezzone della tappa di Milano più lungo rispetto a quello mostrato dagli altri telegiornali fu trasmesso dal canale Italia 9 Network nel 1997.[174]

Nel 2020, il batterista Jonathan Moffett ha condiviso sul suo canale YouTube ufficiale una serie di video inediti girati sul palco durante l'ultimo concerto del tour in Sudafrica. Michael fu l'unico artista con cui ha suonato che avesse concesso di filmare gli spettacoli mediante l'uso di una "Drum Cam", in modo da catturare le immagini del suo strumento per i suoi archivi personali.[175]

Personale[modifica | modifica wikitesto]

Artista principale[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Jackson: cantante, ballerino, direttore musicale

Band[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore musicale: Brad Buxer
  • Assistente direttore musicale: Kevin Dorsey
  • Batteria: Jonathan Moffett
  • Basso: Freddie Washington
  • Chitarra Solista: Jennifer Batten, Greg Howe (sostituto per alcuni concerti in Asia)[176]
  • Chitarra Ritmica: David Williams
  • Tastiera: Isaia Sanders, Brad Buxer
  • Direttore vocale: Dorian Holley
  • Cori: Kevin Dorsey, Dorian Holley, Marva Hicks, Darryl Phinnessee e Fred White

Ballerini[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore esecutivo: MJJ Productions/Bob Jones
  • Direttore artistico: Michael Jackson
  • Messa in scena e progetto: Kenny Ortega
  • Assistente alla regia: Peggy Holmes
  • Coreografie: Michael Jackson e LaVelle Smith Jr
  • Sostituto di Jackson durante finale Thriller e coreografo bambini: Bruno "Taco" Falcon
  • Creazione trucco di magia alla fine di Thriller: Franz Harary
  • Progettazione palco: Michael Cotton & John McGraw
  • Tecnico delle luci: Peter Morse
  • Direttore della sicurezza: Bill Bray
  • Sicurezza: Wayne Nagin e Yannick Allain
  • Costumisti: Dennis Tompkins e Michael Lee Bush
  • Personale guardaroba: Sean Garcia, Tony Villanueva, Gerard Basel e Brabara Chennault
  • Truccatrice e parrucchiera: Karen Faye
  • Tour manager: Tarak Ben Ammar
  • Produzione: Kingdom Entertainment, Quinta Communications

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jackson's Death Felt Across Former Soviet Bloc, su RadioFreeEurope/RadioLiberty. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  2. ^ a b (EN) The Day Michael Jackson Invaded Prague, su Trip Out. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  3. ^ Enrico Bonerandi, Jacko a tutto volume tradito dal botteghino, in la Repubblica, 19 giugno 1997. URL consultato il 30 aprile 2014.
  4. ^ a b Mario Luzzatto Fegiz e Gloria Pozzi, In 45 mila a San Siro al trionfo di Jackson, in Corriere della Sera, 19 giugno 1997, p. 37. URL consultato il 10 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  5. ^ Diego Perugini, Lo stadio non è pieno ma per i fans di Jacko non conta (PDF), in l'Unità, 19 giugno 1997, p. 9. URL consultato il 12 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  6. ^ (EN) Michael Jackson Setlist at Kings Park Stadium, Durban, su setlist.fm. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  7. ^ Taraborrelli, J.Randy., The magic, the madness, the whole story, Pan Books, 2010, ISBN 9780330515658, OCLC 851987060. URL consultato il 29 dicembre 2018.
  8. ^ 60,000 Attend Free Jackson Concert, in tribunedigital-chicagotribune. URL consultato il 28 novembre 2016.
  9. ^ (EN) News – Jennifer Batten, su jenniferbatten.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  10. ^ (EN) Inside the Sultan of Brunei’s US$27 million 50th, featuring Michael Jackson, su South China Morning Post, 8 settembre 2020. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  11. ^ When Michael Jackson was paid US$17 million to perform at the Sultan of Brunei’s 50 birthday party – and Prince Charles was even there, su www.msn.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  12. ^ (EN) #Throwback Thursday: The Sultan of Brunei Spent $27 Million On His 50th Birthday Party, in StyleCaster, 30 maggio 2013. URL consultato il 28 novembre 2016.
  13. ^ (EN) M. J. Beats, Michael Jackson e o renascimento da Bad World Tour em 1996, su Medium, 3 febbraio 2020. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  14. ^ Ezio Guaitamacchi, Mille concerti che ci hanno cambiato la vita, Rizzoli, 1º gennaio 2010, ISBN 978-88-17-04222-2. URL consultato il 28 novembre 2016.
  15. ^ AL WALID SOCIO DI JACKSON - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it, 20 marzo 1996.
  16. ^ BREVI - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it, 26 maggio 1997.
  17. ^ MJacksonHDMovies, Michael Jackson - Mystery Drink (Commercials) - High Definition, 26 settembre 2011.
  18. ^ PhoebeTonkin1789, Michael Jackson "Don't Try This At Home" - European HIStory Tour Commercial, 15 aprile 2011.
  19. ^ Mr.Vanus_MJ_Fanus Moonwalker, Michael Jackson - Commercial of History Tour in France 1997, 23 giugno 2015.
  20. ^ (EN) Stalin Monument Returns to Prague, su news.expats.cz, 16 maggio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  21. ^ Michael Jackson Kicks Off `History' Tour In Prague, su tribunedigital-chicagotribune, 3 settembre 1996.
  22. ^ Poesie del fiume Wang: Colosso, su fiumewang.blogspot.it, 31 agosto 2014.
  23. ^ (FR) la boîte à archives du rl. Michael Jackson à Bettembourg en 1997 : le concert "History"(que), su www.republicain-lorrain.fr. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  24. ^ a b (EN) NISID HAJARI, Michael Jackson's HIStory tour leaves audiences confused, in EW.com, 20 settembre 1996. URL consultato il 16 luglio 2018.
  25. ^ a b c d e f The King of Style: Dressing Michael Jackson by Michael Bush, su dressingmichaeljackson.com, 2012.
  26. ^ MICHAEL JACKSON: 25 MILA BIGLIETTI VENDUTI PER CONCERTO, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  27. ^ (EN) Myra Hissami, Jonathan "Sugarfoot Moffett: The Story, su Jonathan Moffett, 2 febbraio 2019. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  28. ^ Ep. 68: Jennifer Batten (Solo, Michael Jackson, Jeff Beck). URL consultato il 28 gennaio 2021.
  29. ^ (EN) Lynn Okura, Dancer Describes Michael Jackson's High-Pressure Rehearsals, su HuffPost, 22 novembre 2013. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  30. ^ (EN) Exclusive biography of #KennyOrtega and on his life., su FilmiBeat. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  31. ^ Alessio Lana, Il segreto delle scarpe di Michael Jackson, su Corriere della Sera, 26 luglio 2013.
  32. ^ ALL' EST IL MISSILE JACKSON - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it, 8 settembre 1996.
  33. ^ (EN) Never-before-seen footage of Michael Jackson’s HIStory World Tour rehearsals appears online!, su www.damienshields.com, 27 dicembre 2013.
  34. ^ (EN) Michael Jackson serves up a thriller to his adoring fans at the RDS, in The Irish Times, 21 luglio 1997. URL consultato il 16 luglio 2018.
  35. ^ Michael Jackson "2 BAD" RARE Rehearsals HIStory Tour 1996 (NEVER BEFORE HEARD!!), su youtube.com.
  36. ^ (EN) M. J. Beats, A inédita lista de músicas Michael Jackson e o show HIStory Tour, su Medium, 20 giugno 2018. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  37. ^ (EN) Damien Shields, Never-before-seen footage of Michael Jackson’s HIStory World Tour rehearsals appears online!, su DamienShields.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  38. ^ Michael Jackson HIStory Tour Rehearsal Source #1, su youtube.com.
  39. ^ Michael Jackson HIStory Tour Rehearsal Source #2, su youtube.com.
  40. ^ XXFanmade MJ ToursXX, HEAL THE WORLD - HIStory World Tour - (Johannesburg, 1997) [HQ] | Michael Jackson, 26 ottobre 2017. URL consultato il 1º luglio 2018.
  41. ^ (EN) Michael Jackson Setlist at Wellingtonrenbaan, Ostend, su setlist.fm. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  42. ^ (EN) Neil Strauss, Michael Jackson's 'HIStory' shows the growing stature of global marketing. (Published 1996), in The New York Times, 25 novembre 1996. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  43. ^ ALL' EST IL MISSILE JACKSON - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  44. ^ Czech Republic: Jackson's Tour Turns Prague Upside Down, su rferl.org.
  45. ^ (PL) Michael Jackson na jedynym koncercie w Polsce - 20 września 1996 r., su muzyka.interia.pl. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  46. ^ (PL) Kartka z kalendarza, su Newsweek.pl. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  47. ^ MJJLegion, su twitter.com.
  48. ^ Wyborcza.pl, su warszawa.wyborcza.pl. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  49. ^ (PL) Sandra Gozdur, Muzyczne legendy w Warszawie. Trzy koncerty, których nigdy nie zapomnimy, su Warszawa Nasze Miasto, 22 marzo 2019. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  50. ^ (PL) Wywracali barierki, mdleli, szturmowali scenę. Tak było, gdy Michael Jackson zagrał w Polsce, su naTemat.pl. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  51. ^ (EN) Michael Jackson tribute show starts world tour from Bucharest this summer, su Romania Insider. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  52. ^ (RO) Dhimahi d o o | http://www dhimahi com | business@dhimahi.com | +386 590 73500, The Ultimate Thriller: The Michael Jackson Tribute, su Bilete Eventim.RO. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  53. ^ (EN) Blank Architects | Stadium Dynamo at VTB Arena Park, su blankarchitects.ru. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  54. ^ Stadio Vtb. VTB Arena - Central Stadium Dynamo, su fixedbikes.ru. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  55. ^ ArenA, Amsterdam, Netherlands Concert Setlists | setlist.fm, su www.setlist.fm. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  56. ^ a b (NL) Toen Michael Jackson in de ArenA optrad en Nederland gek werd, su www.nporadio2.nl. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  57. ^ (FR) Triomphe méditerranéen pour Michael Jackson à Tunis., su Libération.fr, 9 ottobre 1996. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  58. ^ (FR) Michael Jackson en Tunisie: Retour en vidéo sur le concert du roi de la Pop...de 1996 | Tekiano :: TeK'n'Kult, su tekiano.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  59. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 26 ottobre 1996. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  60. ^ ASIANOW - Asiaweek, su edition.cnn.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  61. ^ (EN) The Korea Herald, Gaga conquers packed Olympic Stadium, su www.koreaherald.com, 29 aprile 2012. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  62. ^ (EN) The Korea Herald, Lady Gaga criticizes Korean government’s decision, su www.koreaherald.com, 28 aprile 2012. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  63. ^ Banned Concerts in Malaysia, su blog.malaysia-asia.my. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  64. ^ (EN) stadiummerdeka, History of Stadium Merdeka, su Stadium Merdeka, 27 maggio 2017. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  65. ^ (EN) I Believed In Michael Jackson's Multicultural Dream, su BuzzFeed News. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  66. ^ (EN) Michael Jackson makes 'History' in Kuala Lumpur (1996) | RVM [Radio.Video.Music], su Radio.Video.Music, 29 ottobre 2020. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  67. ^ When Michael Jackson’s Music and Moonwalk Rocked Mumbai in 1996, su translate.google.it. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  68. ^ (EN) When Michael Jackson rocked Mumbai, su Condé Nast Traveller India, 9 maggio 2017. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  69. ^ (EN) Michael Jackson's music had impact around the globe, in Reuters, 4 luglio 2009. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  70. ^ Deepak Lokhande and Santosh Andhale, Raj Thackeray: I never thought of Jackson as some political liability, in The Economic Times. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  71. ^ (EN) Updated: Jun 27, 2009, 03:04 Ist, I never thought of Jackson as some political liability, su Mumbai Mirror. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  72. ^ (EN) Michael Jackson Remains A Global Phenomenon, su Billboard. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  73. ^ [http://archive.indianexpress.com/news/-mj-in-mumbai-was-india-s-greatest-gig-ever-/481942/ �MJ in Mumbai was India�s greatest gig ever� - Indian Express], su archive.indianexpress.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  74. ^ (EN) Tokyo DomeThe Big Egg, Tokyo Big Egg300pxLocation 3, Koraku 1-chome, Bunkyo, Tokyo, JapanCoordinates Template:CoordTemplate:Geobox coorOpened March 17, Tokyo Dome, su Baseball Wiki. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  75. ^ Philippine Concerts #FlashbackFriday, su twitter.com.
  76. ^ (EN) Michael Jackson Live in Manila 1996, su Philippine Concerts, 25 giugno 2012. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  77. ^ CNN - Michael Jackson marries again - Nov. 14, 1996, su edition.cnn.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  78. ^ (EN) Tribune News Services, MICHAEL JACKSON TIES THE KNOT IN AUSTRALIA, su chicagotribune.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  79. ^ Michael Jackson making HIStory in Australia, Molly Meldrum Interview and HIStory Tour 1996 in Sydney, su youtube.com.
  80. ^ (EN) Best moments at the Opera House, su The Sydney Morning Herald. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  81. ^ Michael Jackson's HIStory World Tour, su community.fortunecity.ws. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  82. ^ (EN) Jonathan Saupe, VIDEO VAULT: 2 decades ago, it was MJ — not Bruno — that had Hawaii fans going wild, su https://www.hawaiinewsnow.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  83. ^ MICHAEL JACKSON ALOHA STADIUM DISPLAY, su www.julienslive.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  84. ^ (EN) Susan Essoyan, A Big Aloha for Michael, su Los Angeles Times, 6 gennaio 1997.
  85. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 29 maggio 2004. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  86. ^ In Hawaii :: True Michael Jackson, su truemichaeljackson.webnode.cz. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  87. ^ (EN) Jackson was king at two Aloha Stadium concerts in 1997, in The Honolulu Advertiser, 25 giugno 2009. URL consultato il 30 aprile 2014.
  88. ^ (EN) Andrew Ross Sorkin, King of Pop Faces U.S. Market With Subdued Promotion Effort (Published 1997), in The New York Times, 23 giugno 1997. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  89. ^ seeitlive.co, https://seeitlive.co/michael-jackson-live-1997/. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  90. ^ SAT.1 - BLITZ spezial: Über Michael Jacksons HIStory Tour in Deutschland 1997, su youtube.com.
  91. ^ (DE) Die Top-5 der Konzerte im Bremer Weser-Stadion, su https://www.nordbuzz.de, 28 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  92. ^ (EN) Fact #44128, su Musicdayz. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  93. ^ (DE) NDR, Zeitreise: Die Geschichte des Nordmarksportfelds, su www.ndr.de. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  94. ^ (EN) Fact #44134, su Musicdayz. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  95. ^ (DE) Abendzeitung Germany, Michael Jackson ’97 im Olystadion – wer war dabei?, su www.abendzeitung-muenchen.de, 1º luglio 2009. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  96. ^ Programmakzent zum Todestag von Michael Jackson, "HIStory"-Konzert in ZDF, su presseportal.de.
  97. ^ (EN) Fact #44136, su Musicdayz. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  98. ^ JUBILÄUMS JAHR 2019 - Stadt Hockenheim (PDF), su hockenheim.de.
  99. ^ MJ Legion, su twitter.com.
  100. ^ (EN) VIDEO: Today is 20th anniversary of pop megastar Michael Jackson playing to 52,000 fans in Sheffield, su www.thestar.co.uk. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  101. ^ PICTURES: 20 years ago today, the Spice Girls rocked Sheffield, su PICTURES: 20 years ago today, the Spice Girls rocked Sheffield. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  102. ^ (EN) morinen, United Kingdom, su The World Remembers Michael Jackson, 12 agosto 2013. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  103. ^ (EN) ARMY across Europe flock to Wembley for BTS's concerts, su www.vlive.tv. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  104. ^ (EN) Parken - the National Stadium is to be modernised, su danish architecture and design review. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  105. ^ dimitra-drakaki, The Top 10 Things To See And Do In Osterbro, Denmark, su Culture Trip. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  106. ^ (EN) Super User, Parken Stadium, su Football Stadiums. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  107. ^ Michael Jackson's Birthday Surprise, su youtube.com.
  108. ^ Michael Jackson's 39th Birthday Surprise - HIStory Tour Copenhagen August 29, 1997, su youtube.com.
  109. ^ Search Result, su pictures.reuters.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  110. ^ (ET) "Michael Jackson oli kõige suurem tükk, mille hammustada võtsime." | Elu, su elu.ohtuleht.ee. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  111. ^ (EN) Leona: The Die Is Cast, su www.girl.com.au. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  112. ^ (ET) Michael Jacksoni kontserdi piletid on läbi müüdud | Õhtuleht, su www.ohtuleht.ee. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  113. ^ (EN) Jess Tranate, Michael Jackson Canceled His Concert Upon Learning Princess Diana's Death, su News Break. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  114. ^ (FR) PLUSDE 60.000 FANS ATTENDUS DIMANCHE A OOSTENDE MICHAEL JACKSON,MODE D'EMPLOI, su Le Soir. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  115. ^ (EN) Tribune News Services, JACKSON DEDICATES CONCERT TO PRINCESS DI, su chicagotribune.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  116. ^ Michael Jackson - Interview with Barbara Walters 1997, su youtube.com.
  117. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 3 febbraio 1979. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  118. ^ (EN) East Africa’s link with the ‘King’, su The East African. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  119. ^ (EN) The day I met Nelson Mandela, su News24. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  120. ^ (EN) Michael Jackson's music had impact around the globe, in Reuters, 3 luglio 2009. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  121. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 11 luglio 2009. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  122. ^ a b Il totale è stato conteggiato precedentemente insieme alla data del 14 agosto 1997.
  123. ^ Casablanca vietata a Michael Jackson. Il governo teme la folla di fan, Corriere della Sera, 26 agosto 1996, p. 22. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  124. ^ www.arabiangazette.com Interview: Tarak Ben Ammar - Arab Film Producer and Distributor
  125. ^ ArenA, Amsterdam, Netherlands Concert Setlists | setlist.fm, su www.setlist.fm. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  126. ^ The Southeast Missourian - Google News Archive Search, su news.google.com. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  127. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 26 ottobre 1996. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  128. ^ POP STAR'S 1 BANNED SHOW EVOLVES INTO 2 CONCERTS, su deseret.com.
  129. ^ (EN) Tribune News Services, MALAYSIA REVERSES ITS BAN ON JACKSON, su chicagotribune.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  130. ^ (EN) SOUTH AFRICA: MICHAEL JACKSON GIVES NEWS CONFERENCE, su Reuters Archive Licensing. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  131. ^ JACKSON, MUSICA PER MANDELA - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  132. ^ Michael Jackson makes non-news, wows South Africa, su tribpub.com.
  133. ^ (EN) M. J. Beats, Por que a HIStory Tour não veio para o Brasil?, su Medium, 18 settembre 2019. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  134. ^ BREVI - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  135. ^ SANREMO: MICHAEL JACKSON, NO AL FESTIVAL, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  136. ^ (EN) Michael Jackson Setlist at Stade Olympique de la Pontaise, Lausanne, su setlist.fm. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  137. ^ a b (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 13 settembre 1997. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  138. ^ Michael Jackson suspende su recital de Barcelona y mantiene el de Valladolid, su El País, Grupo Prisa, 2 settembre 1997. URL consultato il 29 aprile 2014.
  139. ^ Pitchí, Entradas de conciertos: MICHAEL JACKSON, su Entradas de conciertos, 7 novembre 2008. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  140. ^ STA: Michael Jackson's Concert in Ljubljana Postponed, su english.sta.si. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  141. ^ (SL) Zakaj Michael Jackson ni nastopil v Sloveniji?, su Odkrito.si.si. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  142. ^ Poco pubblico Jackson non canta (PDF), in l'Unità, 8 agosto 1997, p. 9. URL consultato il 30 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  143. ^ (FR) Le concert de Michael Jackson qui devait avoir lieu à Ljubljana a été annulé en raison de la mévente des billets, in Le Monde.fr, 8 agosto 1997. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  144. ^ STA: Michael Jackson Concert Cancelled, su english.sta.si. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  145. ^ (EN) Jess Tranate, Michael Jackson Canceled His Concert Upon Learning Princess Diana's Death, su News Break. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  146. ^ (EN) PRG - Production Resource Group, PRG Worldwide Entertainment Technology Solutions, su www.prg.com.
  147. ^ (EN) Janneke, Statement from The Estate about BAD 25 release - Jackson Source: updates about THE JACKSONS: A Family Dynasty, The World's Most Popular Music Family & Pop Royalty, su www.jackson-source.com.
  148. ^ Michael Jackson | Live in Munich 1997 | HWT | 1080p | 60FPS, su YouTube.
  149. ^ YouTube, su www.youtube.com.
  150. ^ Michael Jackson - Live in Munich (07.04_06.1997) - Sat1 Broadcast - VHS Extract, su youtube.com.
  151. ^ Michael Jackson - Live in Munich (07.04.1997) - ORF2 Australian Documentary, su youtube.com.
  152. ^ Michael Jackson - Live in Munich (07.04_06.1997) - ZDF HD Broadcast, su youtube.com.
  153. ^ Michael Jackson History World Tour Munich 1997 {Canal 5 De Mexico} FULL Concert HQ, su youtube.com.
  154. ^ Damien Shields, What’s next for Michael Jackson?, su www.damienshields.com, 17 marzo 2013.
  155. ^ Michael Jackson | Live in Munich 1997 | HWT | 1080p | 60FPS, su YouTube. URL consultato il 27 novembre 2016.
  156. ^ Michael Jackson FanSquare, Michael Jackson | Live In Munich 6th July 1997 | Full Unedited Concert [New VHS RIP 2020], 6 luglio 2020. URL consultato il 27 novembre 2016.
  157. ^ Michael Jackson - Live in Brunei - The Royal Concert Full - YouTube
  158. ^ Michael Jackson | Live in Brunei 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  159. ^ Michael Jackson | Live in Bucharest 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  160. ^ Michael Jackson | Live in Tunis 1996 | HWT | 1080P | 60FPS
  161. ^ Michael Jackson | Live in Seoul 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  162. ^ Michael Jackson-Earth Song History World Tour Live in Seoul, su youtube.com.
  163. ^ Michael Jackson | Live in Kuala Lumpur 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  164. ^ Michael Jackson | Live in Kuala Lumpur 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  165. ^ Michael Jackson | Live in Auckland 1996 | HWT | 1080p |
  166. ^ https://www.yoMichael Jackson | Live in Auckland 1996 | HWT | 1080p
  167. ^ Michael Jackson | Live in Sydney 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  168. ^ Michael Jackson | Live in Manila 1996 | HWT | 1080p | 60FPS
  169. ^ Michael Jackson | Live in Copenhagen 1997 | HWT | 1080p | 60FPS
  170. ^ Michael Jackson - Live In Gothenburg | 16th August 1997 - HIStory Tour (Full Concert)
  171. ^ Michael Jackson | Live in Helsinki 1997 | HWT | 1080p | 60FPS
  172. ^ MJ Beats, Michael Jackson's "HIStory World Tour" live in Basel [Full] (60fps), 23 dicembre 2016. URL consultato il 24 dicembre 2016.
  173. ^ Michael Jackson's "HIStory World Tour" live in Johannesburg, South Africa [Full], su YouTube, 1º settembre 2017.
  174. ^ Michael Jackson-HWT SCREAM/TDACU Milan June 18, 1997 Complete
  175. ^ "HIStory" Tour Drum Cam Series - YouTube, su www.youtube.com. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  176. ^ Owen Edwards, Greg Howe Interview - Fusion Maestro, su All Out Guitar, 29 agosto 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]