Héctor Elizondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Héctor Elizondo sul set de L'uomo di casa (2012)

Héctor Elizondo (New York, 22 dicembre 1936) è un attore e doppiatore statunitense, vincitore dell'Emmy Award al miglior attore non protagonista nel 1997.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Elizondo nasce a New York il 22 dicembre 1936, figlio di Martín Echevarría Elizondo, un notaio e commercialista portoricano di origine basca da parte di padre, e di Carmen Medina Reyes, una casalinga portoricana, figlia a sua volta di immigrati spagnoli originari delle Isole Canarie[1] . Durante gli studi si distingue nell'ambito sportivo e musicale. All'inizio degli anni sessanta, studia danza in una compagnia di ballo al Carnegie Hall.

La sua carriera cinematografica inizia a metà anni '60, con la partecipazione a film come Per una manciata di soldi (1972), Il colpo della metropolitana (Un ostaggio al minuto) (1974), Cuba (1979) e American Gigolò (1980). All'inizio degli anni ottanta, intraprende una collaborazione con il regista Garry Marshall, suo amico di lunga data, prendendo parte a tutti i suoi film, da L'ospedale più pazzo del mondo (1982), passando da Pretty Woman (1990), Paura d'amare (1991), diventando un attore feticcio per il regista.

Ha preso parte anche a film come Posizioni promettenti (1985), Campioni di guai (1991), Beverly Hills Cop III (1994), L'amore ai tempi del colera (2007) e molti altri.

Molto attivo anche in campo televisivo, ha preso parte a numerose serie TV, recitando in alcune puntate di Agenzia Rockford, Kojak, Grey's Anatomy e molte altre. Inoltre è stato uno dei personaggi principali della serie TV medica Chicago Hope di cui ha diretto alcuni episodi. Nella stagione 2008-2009 ha preso parte alla serie Detective Monk nei panni del dottor Neven Bell, lo psicoterapeuta che prende in cura Adrian Monk (Tony Shalhoub) dopo la morte del dottor Charles Kroger (Stanley Kamel).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Golden Globe
    • 1991 - Candidatura al Miglior attore non protagonista per Pretty Woman
  • Emmy Award
    • 1992 - Candidatura al Miglior attore non protagonista in una miniserie per Mrs. Cage
    • 1995 - Candidatura al Miglior attore non protagonista in una serie drammatica per Chicago Hope
    • 1996 - Candidatura al Miglior attore non protagonista in una serie drammatica per Chicago Hope
    • 1997 - Miglior attore non protagonista in una serie drammatica per Chicago Hope
    • 1998 - Candidatura al attore non protagonista in una serie drammatica per Chicago Hope
  • Paris Film Festival
    • 1993 - Miglior attore in una scena per Pretty Woman

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Héctor Elizondo è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hector Elizondo Chat, su reocities.com. URL consultato il 9 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85643944 · ISNI (EN0000 0001 1462 2562 · LCCN (ENn84156274 · GND (DE141607629 · BNF (FRcb13945711r (data) · BNE (ESXX1109343 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84156274