Pyrilia vulturina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gypopsitta vulturina)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pappagallo vulturino
Immagine di Pyrilia vulturina mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Pyrilia
Specie P. vulturina
Nomenclatura binomiale
Pyrilia vulturina
(Kuhl, 1820)
Sinonimi

Gypopsitta vulturina Pionospitta vulturina

Il pappagallo vulturino (Pyrilia vulturina Kuhl, 1820) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un pappagallo di taglia attorno ai 23 cm, con la conformazione del capo un po' schiacciata e il becco un po' allungato che ricordano quasi un rapace. Tuttavia la colorazione è tale per cui viene subito da pensare ai pappagalli. Non presenta dimorfismo sessuale; il piumaggio generale è verde con corona gialla dorata, vertice del capo e guance nero-brune, nuca, collo e parte superiore del petto oro-nero a scaglie con un effetto di colore veramente particolare. Sulle spalle una evidente banda rosa che prosegue nella parte inferiore dell'ala; le ali sono verdi e blu, con remiganti nere, come la parte terminale delle timoniere; il sottocoda è sfumato in giallo come i calzoni. L'iride è arancio e il becco giallastro sfumato in nero sulla punta; le zampe sono grigie. I soggetti immaturi si presentano senza colorazione nero-oro, sostituita dal verde, e con tutti i colori smorti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Vive nell'Amazzonia brasiliana, preferibilmente nelle foreste a galleria e in quelle di mangrovie.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) BirdLife International 2008, Pyrilia vulturina in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  • Collar, N.J. (1997). Vulturine Parrot (Pionopsitta vulturina). pp. 457 in: del Hoyo, J., Elliott, A. & Sargatal, J. eds (1997). Handbook of the Birds of the World. Vol. 4. Sandgrouse to Cuckoos. Lynx Edicions, Barcelona. ISBN 84-87334-22-9.
  • Gaban-Lima, R., M. Raposo, and E. Höfling (2002). Description of a New Species of Pionopsitta (Aves: Psittacidae) Endemic to Brazil. Auk 119(3): 815–819.
  • Juniper, T., and M. Parr (1998). A Guide to the Parrots of the World. Pica Press, East Sussex. ISBN 1-873403-40-2.
  • Ribas, C., R. Gaban-Lima, C. Miyaki, and J. Cracraft (2005). Historical biogeography and diversification within the Neotropical parrot genus Pionopsitta (Aves: Psittacidae). Journal Biogeography 32:1409-1427.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli