Gwyn - Principessa dei ladri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gwyn - Principessa dei ladri
Titolo originalePrincess of Thieves
PaeseRegno Unito, Stati Uniti d'America
Anno2001
Formatofilm TV
Genereavventura, azione
Durata88 minuti
Lingua originaleinglese, francese
Rapporto1.33:1
Crediti
RegiaPeter Hewitt
SceneggiaturaRobin Lerner
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaAndy Collins
MontaggioSue Wyatt
MusicheRupert Gregson-Williams
ScenografiaChris Roope
CostumiOana Paunescu
TruccoCatalin Ciutu
Effetti specialiLucian Iordache
ProduttoreCraig McNeil (produttore), Bill Leather (produttore di linea)
Produttore esecutivoJon Cowan, Susan B. Landau, Antony Root, Robert Rovner, Michael Taylor (produttori esecutivi), Geoffrey Griffiths, Kelley Feldsott Reynolds, Alison Roth (co-produttori esecutivi)
Casa di produzioneGranada Entertainment
Prima visione
Prima TV originale
Data11 marzo 2001
Rete televisivaABC
Prima TV in italiano
Data6 marzo 2002
Rete televisivaItalia 1

Gwyn - Principessa dei ladri (Princess of Thieves) è un film per la televisione del 2001 per la regia di Peter Hewitt.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il film narra la storia della figlia di Robin Hood, leggendario eroe medioevale inglese. La protagonista è una giovanissima (appena sedicenne) Keira Knightley, insieme a un veterano del cinema, Malcolm McDowell.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sono passati anni dagli eventi della leggenda di Robin Hood, ma adesso quest'ultimo è impegnato nelle Crociate, mentre Lady Marian è deceduta da tempo. A causa di ciò, Gwyn, la figlia di Robin Hood, è cresciuta da sola seguendo le sue orme, diventando una donna di forte volontà e abile con l'arco, e con l'unica compagnia dell'amico Froderick, invaghitosi di lei. Alla morte di Riccardo Cuor di Leone, Robin Hood ritorna in Inghilterra per vedere chi prenderà il suo posto come Re d'Inghilterra, ma viene catturato dallo Sceriffo di Nottingham e dal Principe Giovanni, che lo rinchiudono nella Torre di Londra.

Riesce però a incaricare la figlia Gwyn a trovare e a proteggere il giovane principe Filippo, appena tornato dal suo esilio in Francia per reclamare il trono. Filippo, però, ha da tempo rinnegato la sua vera identità, e viaggia sotto anonimato dopo la morte del suo protetto. Gwyn riesce ben presto a trovarlo, ma non a riconoscerlo, e in seguito i due, che sembrano coinvolti in un rapporto amoroso, decidono di trovare i Merry Men, gli amici che hanno da sempre seguito Robin Hood, e insieme fermare l'incoronazione di Giovanni. La squadra al completo si riunisce insieme, libera Robin Hood e ferma l'incoronazione del principe Giovanni.

Filippo viene così incoronato Re al suo posto, ma Gwyn, con amarezza, gli confessa che può solo servire e lavorare per lui, e non possono stare insieme. Robin spiega però alla figlia di essere rimasto fuori dalla sua vita per proteggerla dalla vita che lui conduce, seppur sia stato inutile, essendo lei cresciuta seguendo le sue orme, e le propone un patto di collaborazione tra i due al servizio di Filippo, a patto che la figlia prenda ordini dal padre. Gwyn accetta, e il film finisce con padre e figlia che guidano, fianco a fianco, gli uomini di Robin.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Scott Weinberg di eFilmCritic.com lo ha votato con 4 stelle, dichiarando: "Gwyn - Principessa dei ladri ha tutte le carte in regola per essere un filmetto d'intrattenimento."[1] Nix di BeyondHollywood.com ne è rimasta delusa, e ha commentato: "Il film è stato fatto per un pubblico di ragazzine sotto i dodici anni, e tutti gli altri ne saranno delusi."[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scott Weinberg, Movie Review - Princess of Thieves - eFilmCritic, su efilmcritic.com.
  2. ^ Nix, Movie Review | Princess of Thieves (2001) Keira Knightley, su beyondhollywood.com (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2006).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione