Gustavo di Thurn und Taxis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gustavo Francesco Maria di Thurn und Taxis (Dresda, 22 agosto 1888Monaco di Baviera, 30 aprile 1919) è stato un politico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gustavo era figlio del principe Francesco di Thurn und Taxis (1852-1897) e della contessina Theresia Grimaud d'Orsay; suoi nonni paterni erano Massimiliano Carlo di Thurn und Taxis, già capo del casato principesco dei Thurn und Taxis, e Mathilde Sophie zu Oettingen-Oettingen und Oettingen-Spielberg (1816-1886). Gustavo si laureò in filosofia all'Università di Tubinga e partecipò alla prima guerra mondiale come tenente nel corpo d'armata del generale bavarese Hermann Mertz von Quirnheim.

Dopo la guerra fece parte della Società Thule, formazione conservatrice, e appoggiò coloro che volevano abbattere la repubblica bavarese, tra i quali il Gustav von Kahr, Otto von Lossow e professor Ernst Berger con il quale tenne un discorso al Liutpold-Gymansium. Quando il monarchico austriaco Anton Graf von Arco auf Valley uccise Kurt Eisner si scatenò una violenta rappresaglia popolare anti-nobiliare, durante la quale Gustavo venne assassinato a colpi di baionetta da una folla di soldati inferociti.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordre de Parfaite Amitié - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordre de Parfaite Amitié