Gustavo V di Svezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gustavo V
Gustaf V av Sverige.jpg
Re Gustavo V di Svezia in una fotografia ufficiale del 1945
Re di Svezia
Stemma
In carica 8 dicembre 1907 - 29 ottobre 1950
Predecessore Oscar II
Successore Gustavo VI Adolfo
Nome completo Gustav av Bernadotte
Nascita Stoccolma, 16 giugno 1858
Morte Helsingborg, 29 ottobre 1950
Sepoltura Chiesa di Riddarholmen, Stoccolma
Casa reale Bernadotte
Dinastia Bernadotte
Padre Oscar II di Svezia
Madre Sofia di Nassau
Consorte Vittoria di Baden
Figli Gustavo VI Adolfo
Principe Guglielmo, duca di Södermanland
Principe Erik, duca di Västmanland
Religione Luteranesimo

Gustavo V di Svezia, nome completo Oscar Gustaf Adolf (Stoccolma, 16 giugno 1858Stoccolma, 29 ottobre 1950), fu re di Svezia dal 1907 fino alla sua morte. Era il primogenito del re Oscar II di Svezia e Norvegia e Sofia di Nassau.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gustavo nelle vesti di Principe Ereditario all'età di 20 anni.
Mr. G
Gustaf V färgfoto.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirato Anni '80
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
 

Nacque al Palazzo di Drottingholm, e alla nascita fu creato Duca di Värmland. L'8 dicembre 1907, successe al padre al trono svedese, che era stato separato dal trono norvegese due anni prima.

Fu iniziato in massoneria il 13 gennaio 1877 e fu Gran maestro dello Svenska Frimurare Orden (l'Ordine massonico svedese) fino alla sua morte. Nel 1947 fu creato ex Gran Maestro onorario della Gran Loggia unita d'Inghilterra en nel 1949 ricevette la Gourgas Medal dal Supremo consiglio della giurisdizione nord degli Stati Uniti d'America del Rito scozzese antico ed accettato[1].

Sposò la Principessa Vittoria di Baden il 20 settembre 1881. Vittoria era la nipote di Sofia Guglielmina di Svezia, e il suo matrimonio con Gustavo V unì con un legame di sangue la casa regnante Bernadotte con la casa regnante precedente, gli Holstein-Gottorp, a volte chiamati Vasa. Alla morte del fratello, Vittoria divenne erede dei re Adolfo Federico di Svezia, Gustavo III di Svezia e Gustavo IV Adolfo di Svezia. Gustavo stesso discendeva dalla Casata dei Vasa.

Gustavo V fu l'ultimo re di Svezia a intervenire direttamente nella politica della nazione, nel 1914, sulla disputa riguardo ai fondi per la difesa. Era un uomo conservatore, che non approvava i movimenti democratici e le richieste per i diritti dei lavoratori. Gustavo V fu anche l'ultimo re svedese a essere Comandante in Capo delle Forze Armate Svedesi, dal 1907 al 1940.

Gustavo V era anche un bravo tennista, e giocò sotto lo pseudonimo di Mr. G.

I rapporti con il regime nazista[modifica | modifica wikitesto]

Sia il re che suo nipote, il principe Gustavo Adolfo, duca di Västerbotten, socializzarono con alcuni leader del nazismo prima dell'inizio della Seconda guerra mondiale. Tali amicizie, però, erano più che altro di carattere diplomatico. Gustavo V, ad esempio tentò, durante una propria visita a Berlino, di convincere Hitler ad ammorbidire la persecuzione degli ebrei, così come esposto dallo storico Jörgen Weibull. Egli si rivolse anche al capo di Stato ungherese per la medesima causa. Allo stesso modo, assieme a Franklin D. Roosevelt, presidente degli Stati Uniti, Gustavo V tentò di appellarsi ad Hitler nel 1938 per intentare dei negoziati di pace nell'interesse dell'umanità.

Il Principe Gustavo Adolfo, Hermann Göring e Gustavo V a Berlino, 1939.

Quando la Germania nazista invase l'Unione Sovietica nell'ottobre del 1941, Gustavo V tentò di scrivere una lettera privata a Hitler ringraziandolo di essersi preso cura della "peste bolscevica" e congratulandosi con lui per le recenti vittorie.[2] Egli però venne bloccato dal fare questo per merito del primo ministro Hansson. Ad ogni modo, il re inviò lo stesso il messaggio a Hitler (attraverso un telegramma fattogli recapitare per mano dell'ambasceria tedesca a Stoccolma).

Il tentativo di abdicazione del 1941[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il primo ministro Hansson, durante una conversazione privata con lui, il re avrebbe nel 1941 balenato l'idea di abdicare se il governo non avesse approvato la richiesta della Germania di permettere di trasferire una divisione d'armata (la 163ª Divisione di Fanteria "Engelbrecht") attraverso il territorio svedese sino al nord della Norvegia e quindi in Finlandia nel giugno di quell'anno.[3]

Ad ogni modo, il 25 giugno 1941 l'ambasciatore tedesco a Stoccolma inviò un dispaccio segreto a Hitler con il quale lo informava che il re aveva assicurato che il passaggio sarebbe stato garantito. Tale fatto avvenne puntualmente, ma ancora oggi non sono ben chiare le ragioni di questa forzosa presa di posizione e la probabile abdicazione del re sarebbe eventualmente stata causata dalla volontà di non immischiare lo stato svedese nella guerra con la potente Germania.

L'affare Haijby[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia reale svedese
Casato di Bernadotte
Arms of Bernadotte.svg

Carlo XIV (1763-1844)
Oscar I (1799-1859)
Carlo XV (1826-1872)
Figli
Oscar II (1829-1907)
Gustavo V (1858-1950)
Gustavo VI Adolfo (1882-1973)
Figli
Carlo XVI Gustavo (1946)

Un vecchio ristoratore, Kurt Haijby, mise in giro la voce di essere stato l'amante del re tra il 1912 e il 1932. Durante la vita di Gustavo, a Haijby furono pagate 170.000 corone svedesi dalla corte di Svezia affinché mantenesse il silenzio. Nel 1938, Haijby fu arrestato per pedofilia e fu rinchiuso in un ospedale psichiatrico a Beckomberga. A seguito di ciò, la corte gli offrì altre 400 corone al mese se lui avesse lasciato il paese, cosa che Haijby accettò. Nonostante ciò, Haijby ruppe l'accordo, tornando in Svezia nel 1940 e scrivendo un libro sulla sua vita col re. L'intera stampa fu comprata dalla corte e distrutta.

Dopo la morte di Gustavo, iniziarono a circolare le voci della loro storia, e la corte fu costretta a accusarlo di ricatto. Questi fatti avvennero sullo sfondo di altri scandali, noti come affare Kejne, che riguardavano l'omosessualità tra ufficiali del governo.

Una biografia contemporanea di Gustavo V, menzionando l'affare Haijby, non accenna alle inclinazioni sessuali del re, o all'esatta relazione instaurata tra Gustavo e Haijby. Quest'ultimo fu condannato a sei anni di lavori forzati, e si suicidò poco dopo la sua liberazione.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Gustavo V di Svezia Padre:
Oscar II di Svezia
Nonno paterno:
Oscar I di Svezia
Bisnonno paterno:
Carlo Giovanni XIV di Svezia
Trisnonno paterno:
Jean Henri Bernadotte
Trisnonna paterna:
Jeanne de Saint-Vincent
Bisnonna paterna:
Désirée Clary
Trisnonno paterno:
François Clary
Trisnonna paterna:
Françoise Rose Somis
Nonna paterna:
Giuseppina di Leuchtenberg
Bisnonno paterno:
Eugenio di Beauharnais
Trisnonno paterno:
Alexandre de Beauharnais
Trisnonna paterna:
Giuseppina de Tascher de la Pagèrie
Bisnonna paterna:
Augusta di Baviera
Trisnonno paterno:
Massimiliano I di Baviera
Trisnonna paterna:
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt
Madre:
Sofia di Nassau
Nonno materno:
Guglielmo di Nassau
Bisnonno materno:
Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Carolina d'Orange-Nassau
Bisnonna materna:
Luisa Isabella di Kirchberg
Trisnonno materno:
Guglielmo Georg di Sayn-Hachenburg
Trisnonna materna:
Isabella Augusta Reuss di Greiz
Nonna materna:
Paolina di Württemberg
Bisnonno materno:
Paolo Federico di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico I del Württemberg
Trisnonna materna:
Augusta di Brunswick-Wolfenbüttel
Bisnonna materna:
Carlotta di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno materno:
Federico di Sassonia-Altenburg
Trisnonna materna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Gustavo, Principe della Corona di Svezia e Norvegia (1872-1905)
Coat of arms Prince héritier Gustave (V).svg
Stemma di Gustavo, Principe della Corona di Svezia e Norvegia (1905-1907)
Coat of arms Kronprins Carl Gustav av Sverige 1.svg
Stemma di Gustavo V di Svezia
Great coat of arms of Sweden.svg

Onorificenze svedesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Cavaliere dell'Ordine dei Serafini - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere dell'Ordine dei Serafini
— 16 giugno 1858
Gran Maestro dell'Ordine della Stella Polare - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Stella Polare
Gran Maestro dell'Ordine della Spada - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Spada
Gran Maestro dell'Ordine di Vasa - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Vasa
Gran Maestro dell'Ordine di Carlo XIII - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Carlo XIII
Gran Maestro dell'Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Svezia - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Svezia

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)
Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile)
Cavaliere di Gran Croce di I Classe dell'Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce di I Classe dell'Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia)
Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 1874
Gran Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca)
— 1945
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Ducato di Nassau) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Ducato di Nassau)
Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Stella Bianca (Estonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Stella Bianca (Estonia)
Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe (Estonia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe (Estonia)
Commendatore di Gran Croce con Collare dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce con Collare dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Fedeltà (Granducato di Baden) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Fedeltà (Granducato di Baden)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Bertoldo I (Granducato di Baden) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Bertoldo I (Granducato di Baden)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica (Granducato di Meclemburgo-Schwerin) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica (Granducato di Meclemburgo-Schwerin)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito di Pietro Federico Luigi (Granducato di Oldenburg) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito di Pietro Federico Luigi (Granducato di Oldenburg)
Croce d'onore di I Classe dell'ordine principesco di Hohenzollern (Hohenzollern) - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'onore di I Classe dell'ordine principesco di Hohenzollern (Hohenzollern)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austro-ungarico) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austro-ungarico)
Cavaliere dell'Ordine di Salomone (Impero d'Etiopia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Salomone (Impero d'Etiopia)
Gran Collare dell'Ordine dei Pahlavi (Impero d'Iran) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine dei Pahlavi (Impero d'Iran)
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Osmanie (Impero ottomano) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Osmanie (Impero ottomano)
Medaglia d'oro con spade dell'Ordine di Imtiaz (Impero ottomano) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro con spade dell'Ordine di Imtiaz (Impero ottomano)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Vladimiro (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Vladimiro (Impero russo)
Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij (Impero russo)
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Impero russo)
Cavaliere di I classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero russo)
Cavaliere di I classe dell'Ordine di San Stanislao (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I classe dell'Ordine di San Stanislao (Impero russo)
immagine del nastrino non ancora presente Medaglia commemorativa dello zar Alessandro III (Impero russo)
immagine del nastrino non ancora presente Medaglia dell'incoronazione di Nicola II (Impero russo)
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Impero tedesco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Impero tedesco)
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine delle Tre Stelle (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine delle Tre Stelle (Lituania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Carlo (Monaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Carlo (Monaco)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone di Norvegia (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone di Norvegia (Norvegia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
Cavaliere di Gran Croce con diamanti dell'Ordine del Sole del Perù (Perù) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con diamanti dell'Ordine del Sole del Perù (Perù)
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia)
Fascia dei Tre Ordini (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Fascia dei Tre Ordini (Portogallo)
— 1824
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)
Collare dell'Ordine di Mohammed Ali (Regno d'Egitto) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine di Mohammed Ali (Regno d'Egitto)
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Regno di Baviera) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Regno di Baviera)
Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine del Salvatore (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine del Salvatore (Regno di Grecia)
Gran Cordone dell'Ordine degli Hashemiti (Regno d'Iraq) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine degli Hashemiti (Regno d'Iraq)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Regno di Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Regno di Romania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Regno di Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Regno di Romania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carol I (Regno di Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carol I (Regno di Romania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Fiorata (Regno di Sassonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Fiorata (Regno di Sassonia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella dei Karađorđević (Regno di Serbia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella dei Karađorđević (Regno di Serbia)
Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata (Regno d'Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata (Regno d'Italia)
— 1879
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Regno d'Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Regno d'Italia)
— 1879
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia (Regno d'Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia (Regno d'Italia)
— 1879
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona del Württemberg (Regno di Württemberg) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona del Württemberg (Regno di Württemberg)
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera (Regno Unito)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)
Royal Victorian Chain (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Royal Victorian Chain (Regno Unito)
— 1908
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia (Sassonia-Weimar) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia (Sassonia-Weimar)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Falco Bianco (Sassonia-Weimar) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Falco Bianco (Sassonia-Weimar)
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Spagna)
Cavaliere dell'Ordine della Casata Reale di Chakri (Thailandia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Casata Reale di Chakri (Thailandia)
Gran Collare dell'Ordine del Liberatore (Venezuela) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine del Liberatore (Venezuela)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giordano Gamberini, Mille volti di massoni, Roma, Ed. Erasmo, 1975, p. 184.
  2. ^ Dagens Nyheter 070729 [1]
  3. ^ Hansson (Wahlbäck, Regeringen och kriget. Ur statsrådens dagböcker 1939-41)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46749445 · ISNI (EN0000 0000 5160 0461 · LCCN (ENn83136167 · GND (DE118719548 · BNF (FRcb10020889c (data)