Gustave Courtois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gustave Courtois
Ritratto di Pascal Dagnan-Bouveret

Gustave Courtois (Pusey, 18 marzo 1852Parigi, 25 novembre 1923) è stato un pittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gustave-Claude-Etienne Courtois, nato in un paesino dell'Haute-Saône, era un figlio naturale e sua madre si dedicò totalmente a lui e alla sua educazione. Ben presto, ancora giovanissimo, egli mostrò un particolare interesse per l'arte, tanto che venne iscritto alla "Scuola municipale di disegno" di Vesoul, in Franca Contea.

Un giorno i suoi lavori furono fatti vedere al pittore Jean-Léon Gérôme che, nel 1869, gli consigliò di entrare all'École des Beaux-Arts di Parigi. Ciò che egli fece l'anno seguente. Nelle aule del famoso istituto parigino Courtois incontrò un altro studente, Pascal Dagnan-Bouveret, con il quale strinse una grande amicizia che durò per tutta la vita. Dal 1880 i due pittori divisero persino lo stesso studio, un atelier alla moda sito in un elegante sobborgo di Parigi: Neuilly-sur-Seine.
Nel 1882 ebbe la nomina a Cavaliere della Legion d'onore.
Insegnò pittura all' Académie de la Grande Chaumière e all'Académie Colarossi di Parigi. Suoi allievi furono Georges d'Espagnat, Maurice Prendergast, Dora Hitz, Amélie Lundahl, la finlandese Elin Danielson Gambogi, Willard Dryden Paddock e Sara Page (1855–1943).

Courtois fu iniziato da Jean Gérôme alla pittura accademica e per tutta la vita rimase fondamentalmente un artista di espressione accademica. Le sue opere sono esposte nei musei di Besançon, Marsiglia, Bordeaux e del Lussemburgo.

Gustave Courtois morì a Parigi all'età di 71 anni, nel 1923.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriel P. Weisberg, Against the Modern: Dagnan-Bouveret and the Transformation of the Academic Tradition. 2002.
  • Robert Fermier, Gustave Courtois (1852-1923). Ediz. R. Fermier, Parigi. 1943.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN62949394 · ISNI (EN0000 0001 1950 512X · LCCN (ENn84120128 · GND (DE1050739272 · BNF (FRcb11962824s (data) · ULAN (EN500006795