Gus Bradley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gus Bradley
Gus Bradley 2014 Jaguars training camp Cropped.jpg
Bradley nel training camp 2014.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Capo-allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
20062008 Tampa Bay Buccaneers all. LB
2009-2012 Seattle Seahawks c. dif
2013-2016 Jacks. Jaguars
Statistiche aggiornate al 19 dicembre 2016

Paul Casey “Gus” Bradley (Zumbrota, 5 luglio 1966) è un allenatore di football americano statunitense nella National Football League (NFL).

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i successi ottenuti come allenatore dei linebacker dei Tampa Bay Buccaneers e, soprattutto, come coordinatore difensivo dei Seattle Seahawks, che portò nel 2012 ad essere la miglior difesa della lega per punti subiti, il 17 gennaio 2013 Bradley firmò per essere il capo-allenatore dei Jacksonville Jaguars[1]. Nella sua prima stagione terminò con un record di 4-12, al terzo posto della division.

Il 18 dicembre 2016, dopo record di 2-12, culminato con una sconfitta contro gli Houston Texans nella settimana 15 in cui la squadra sprecò un vantaggio di 20-8, Bradley fu licenziato.[2][3] In quasi quattro stagioni in Florida ebbe un record complessivo di 14-48 e la sua percentuale di vittorie del 22,6% fu la peggiore dell'era Super Bowl tra gli allenatori con almeno 50 panchine.

Record come capo-allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Anno Stagione regolare Playoff
Vinte Perse Pareggiate Posizione Risultato Vinte Perse Risultato
JAX 2013 4 12 0 AFC South no playoff - - -
JAX 2014 3 13 0 AFC South no playoff - - -
JAX 2015 5 11 0 AFC South no playoff - - -
JAX 2016 2 12 0 AFC South no playoff - -
Totale 14 48 0 - - - - -

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jaguars hire Gus Bradley as coach, ESPN, 17 gennaio 2013. URL consultato il 18 gennaio 2013.
  2. ^ Gus Bradley fired by Jacksonville Jaguars, NFL.com, 18 dicembre 2016. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  3. ^ Nfl, Patriots e Raiders ai playoff, Green Bay torna in corsa, gazzetta.it, 19 dicembre 2016. URL consultato il 19 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]