Gunneraceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gunneraceae
Gunnera.manicata.arp.750pix.jpg
Gunnera manicata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Haloragales
Famiglia Gunneraceaebr/>Meisn., 1842[1][2]
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Nucleo delle eudicotiledoni
Ordine Gunnerales
Famiglia Gunneraceae
Meisn., 1842[1][2]
Serie tipo
Gunnera
L.
Genere

Gunneraceae Meisn., 1842[1][2] è una famiglia di piante angiosperme dell'ordine Gunnerales.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Gunneraceae sono principalmente note per le specie che recano foglie di dimensioni giaganti, anche superiori a 4 m, ma molte specie sono molto più piccole e meno appariscenti rispetto ad esempio alla pianta comunemente coltivata Gunnera manicata (chiamata rabarbaro gigante per la sua somiglianza con il rabarbaro). Sono piante perenni. Sono caratterizzate dal fatto che i cianobatteri del genere Nostoc (batteri azotofissatori) sono endosimbionti nelle cellule delle piante di questa famiglia.

Fitochimica[modifica | modifica wikitesto]

I rizomi di Gunnera tinctoria contengono circa il 9,3% di tannini e le foglie di Gunnera manicata contengono un'elevata concentrazione di ellagitannini.

Gunnera perpensa contiene l'alcaloide celastrina. Nelle specie cianogenetiche, non si sono trovati iridoidiproantocianidina, bensì kaempferolo, quercetina, flavonoli e acido ellagico.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le piante della famiglia Gunneraceae sono principalmente presenti nell'emisfero australe. Esigono terreni umidi, ma privi di ristagni idrici. Sono molto apprezzate nei giardini ornamentali soprattutto del nord Europa.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Nel Sistema APG III (2009), la famiglia è assegnata all'ordine Gunnerales assieme alla famiglia Myrothamnaceae.

Le Gunneraceae comprendono il solo genere Gunnera L., con 63 specie assegnate[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Carl Daniel Friedrich Meisner, Plantarum vascularium genera :secundum ordines naturales digesta eorumque differentiae et affinitates tabulis diagnostacis expositae, Tab. Diagn. 345, 346; Comm. 257. 1842 [13-15 febbraio 1842]
  2. ^ a b c Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III (PDF), in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 161, nº 2, 2009, pp. 105–121, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x. URL consultato il 6 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2017).
  3. ^ Christenhusz, M. J. M. e Byng, J. W., The number of known plants species in the world and its annual increase (PDF), in Phytotaxa (Magnolia Press), vol. 261, nº 3, 2016, pp. 201–217, DOI:10.11646/phytotaxa.261.3.1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica