Gulfstream IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gulfstream IV
Gulfstream G-400.jpg
Descrizione
TipoBusiness jet
Equipaggio2
CostruttoreStati Uniti Gulfstream Aerospace
Data primo volo19 settembre 1985
Utilizzatore principaleUnited States Air Force
Altri utilizzatoriUnited States Army
United States Navy
Esemplarica. 535
Costo unitario36 milioni $
Sviluppato dalGulfstream III
Altre variantiGulfstream IV-SP
Dimensioni e pesi
Lunghezza26,90 m
Apertura alare23,70 m
Peso max al decollo33 200 kg
Passeggeri14-19
Propulsione
Motore2 Rolls-Royce Tay 611-8
Spinta60,4 kN (6 160 kgf) ciascuno
Prestazioni
Velocità max935 km/h
Velocità di crociera850 km/h
Autonomia6 845 km
Tangenza13 700 m

i dati sono estratti da:
1000 Aerei apparecchi di ogni epoca e genere[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Gulfstream Aerospace IV è un business jet usato per voli a lungo raggio. È successore del Gulfstream III, ma è più grande e ha un maggior numero di posti a sedere, un maggior carico utile e una superiore autonomia. Dispone inoltre di un cockpit EFIS. La sua variante Gulfstream IV-SP, con ancor maggiore carico e superiore autonomia, viene impiegato per l'osservazione meteorologica dal NOAA.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Brunei Brunei
Malesia Malesia
Uganda Uganda
Russia Russia

Governativi[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Algeria Algeria
4 esemplari in servizio a luglio 2015.[2]
Arabia Saudita Arabia Saudita
Botswana Botswana
1 esemplare consegnato ed in servizio al marzo 2017.[3]
Cile Cile
Egitto Egitto
Giappone Giappone
India India
Irlanda Irlanda
Paesi Bassi Paesi Bassi
Pakistan Pakistan
Stati Uniti Stati Uniti
Svezia Svezia
Turchia Turchia
Venezuela Venezuela

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Berger 2008, p. 112.
  2. ^ "Le forze aeree del mondo, Algeria" - Aeronautica & Difesa" N. 345 - 07/2015 pag. 66
  3. ^ "Le forze aeree del mondo. Botswana" - Aeronautica & Difesa" N. 365 - 03/2017 pag. 70

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rolf Berger, 1000 Aerei apparecchi di ogni epoca e genere, Milano, Giunti Demetra, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]