Guido Pontecorvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido Pontecorvo

Guido Pontecorvo (Pisa, 29 novembre 1907Pisa, 25 settembre 1999) è stato un genetista italiano.

Nato da una famiglia ebraica benestante non praticante, fratello del fisico Bruno e del regista Gillo, nel 1928 si laurea in agraria all'Università di Pisa.

Nel 1938, a causa delle Leggi Razziali, si rifugia a Edimburgo dove, allievo di Hermann Joseph Muller, comincia a interessarsi di genetica.

Nel 1945 diventa direttore del Dipartimento di genetica dell'Università di Glasgow e, nel 1968, entra a far parte dello staff dell'Imperial Cancer Research Found di Londra.

Ha chiarito la genetica della Drosophila (il moscerino dell'uva) e dei funghi ed ha proposto il concetto di gener come unità funzionale e di paresessualità.

È stato tra i primi ad intraprendere gli studi per la determinazione delle mappe cromosomiche dell'uomo ed ha introdotto la tecnica di irradiazione con raggi X per provocare la rottura dei cromosomi.

Nel 1978 la Royal Society gli assegnò la Medaglia Darwin per i suoi contributi allo studio della genetica.

Morì per le conseguenze di una caduta accidentale avvenuta mentre raccoglieva funghi in un bosco della Svizzera insieme alla moglie Leonore (Leni) Freyenmuth.

Controllo di autorità VIAF: (EN60549497