Guglielmo Della Torre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guglielmo Della Torre
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Titolo Vescovo di Como
Nato circa 1140, Mendrisio
Consacrato vescovo 1197
Deceduto 21 ottobre 1226, Torello
Beato Guglielmo Della Torre
Nascita 1140 circa
Morte 1226
Venerato da Diocesi di Como

Il Beato Guglielmo Della Torre (Mendrisio, 1140 circa – Torello, 21 ottobre 1226) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ruggero e di Adilia, di famiglia nobile, collegata ai Della Torre milanesi, si sa che era canonico della cattedrale quando, nel 1197, fu eletto vescovo di Como. Fu il primo ad invitare a stabilirsi in città i frati Predicatori, dando loro ospitaità in San Martino delle Selve, da cui si spostarono nel 1234 per occupare la loro sede definitiva in San Giovanni Pedemonte.

I suoi buoni rapporti con l'imperatore Ottone IV, del quale frequentava spesso la corte, fecero sì che il governo imperiale prendesse sotto la sua protezione la Chiesa comasca, confermandone ed accrescendone i privilegi. Solo quando Ottone IV entrò in conflitto con la Santa Sede, Guglielmo prese le distanze dall'imperatore per rimanere fedele al papa[1].

Originario del luganese, Guglielmo dedicò sempre molta cura a questi luoghi: nel 1217 fece costruire la chiesa di Santa Maria di Torello, oggi parte del Comune di Lugano. A Como, fondò gli ospedali di San Silvestro e San Vitale. In Val d'Intelvi, consacrò la chiesa di San Zeno[2].

Nel frattempo, nel 1216, aveva accompagnato a Venezia gli appartenenti alla sua diocesi che volevano partecipare alla quinta crociata, indetta da Onorio III.

Morì nella canonica di Torello, ove aveva istituito un convento, il 21 ottobre 1226 e vi fu sepolto[3]. Nella diocesi comasca è venerato come beato[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cantù, p. 409.
  2. ^ Diocesi di Como, p. 69.
  3. ^ Cantù, p. 410.
  4. ^ Diocesi di Lugano, pp. 12, 232-233, 249, 287, 413-414.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Cantù, Storia della città e della diocesi di Como, Firenze, Le Monnier, 1856.
  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Lugani, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, 1896.
  • Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro, Diocesi di Como, Brescia, Editrice La Scuola, 1986, ISBN 88-350-7761-3.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Brescia, Editrice La Scuola, 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Como Successore BishopCoA PioM.svg
Ardizzone II 11971226 Umberto della Sala