Gruppo Maute

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gruppo Maute
AQMI Flag asymmetric.svg
Bandiera dello Stato Islamico
Attiva2013-presente
NazioneFilippine
ContestoAttentato di Davao del 2016
Battaglia di Marawi
IdeologiaJihadismo
Fondamentalismo islamico
AlleanzeMILF
MNLF
Jemaah Islamiyah
Componenti
FondatoriAbdullah Maute Omar Maute
Attività
Azioni principaliCampagna contro l'esercito filippino
Fonti citate nell'infobox
Voci su organizzazioni terroristiche in Wikipedia

Il gruppo Maute[1] (in filippino Grupong Maute; noto anche come Daulah Islamiyah) è un movimento islamista paramilitare terroristico nato nel 2013 da una scissione dal MILF, fautore di ideali riconducibili al fondamentalismo islamico e impegnato in modo militante nell'organizzazione e nell'esecuzione di violente azioni ostili nelle Filippine. Avente base nella regione di Mindanao, il gruppo Maute ha un ruolo minore all'interno del conflitto Moro e opera principalmente nella provincia di Lanao del Sur ed in altre regioni del Mindanao centrale.

Fondato dai fratelli Abdullah e Omar Maute, guerriglieri e criminali filippini,[2] sin dal 2016 il gruppo Maute ha perpetrato una serie di azioni terroristiche e giurato fedeltà allo Stato Islamico.[3][4] Oltre ad un centinaio di componenti, il movimento vanta la presenza di alcuni combattenti ribelli stranieri.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il padre di Omar e Abdullah Maute, Cayamora, era un ufficiale di alto rango del Fronte di Liberazione Islamico Moro (MILF), gruppo impegnato dal 2014 in trattative di pace con il governo filippino.[6] Insoddisfatti delle manovre di riconciliazione, i fratelli hanno criticato aspramente i vertici dell'MILF e prestato giuramento allo Stato Islamico.[4] Dopo essersi uniti al movimento Khalifa Islamiyah (capeggiato da Marwan),[6] i Maute hanno in seguito fondato un proprio gruppo paramilitare per focalizzare le loro azioni sulla regione di Mindanao.

Secondo le Forze armate delle Filippine, il primo scontro tra il gruppo Maute e l'esercito risale al 2013, quando un gruppo di insorgenti locali ha attaccato un posto di blocco a Madalum, nella provincia di Lanao del Sur.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maute Group / Islamic State of Lanao / Daulat Ul Islamiya / Daulah Islamiyah, Terrorism Research and Tracking Consortium. URL consultato il 28 aprile 2017.
  2. ^ Joseph Franco, Mindanao after the Philippines presidential elections, su asiapacific.anu.edu.au. URL consultato il 27 maggio 2016.
  3. ^ John Unson, Maute group beheads 2 captive sawmill workers (The Philippine Star), 13 aprile 2016. URL consultato il 27 maggio 2016.
  4. ^ a b (EN) Maria Ressa, Filipino millennial joins ISIS in Syria (Rappler), 27 gennaio 2017. URL consultato il 24 maggio 2017.
  5. ^ Inday Espina-Varona, Alphabet of terror in Philippines' political boiling pot (Catholic News Asia), 10 marzo 2016. URL consultato il 27 maggio 2016.
  6. ^ a b (EN) Katerina Francisco, FAST FACTS: What you should know about the Maute Group (Rappler), 24 maggio 2017. URL consultato il 24 maggio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]