Grotta del Fuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grotta del Fuoco
StatoSlovenia Slovenia
RegioneCarsico-litoranea
ProvinceCarsico-litoranea
Profondità46 m
Altri nomiGrofova Jama, Vogenca
Coordinate45°47′50.28″N 13°37′28.2″E / 45.7973°N 13.6245°E45.7973; 13.6245Coordinate: 45°47′50.28″N 13°37′28.2″E / 45.7973°N 13.6245°E45.7973; 13.6245
Mappa di localizzazione: Slovenia
Grotta del Fuoco
Grotta del Fuoco

La grotta del Fuoco, o grotta del Conte (Grofova Jama o Vogenca[1] in sloveno), è una grotta slovena (Numero catasto sloveno: 6289; Numero catasto grotte VG 791) del comune di Comeno, vicino al confine con l'Italia alle pendici nord del monte Ermada.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È una grotta fossile avente 5 entrate, con uno sviluppo di 226 m. Deve il suo nome (in sloveno Grof, conte) al fatto che le alture circostanti erano proprietà del conte di Duino. La cavità venne rimaneggiata come rifugio per i soldati austro-ungarici durante la prima guerra mondiale, i quali difendevano le posizioni sul monte Ermada, che fu un punto chiave difensivo della parte meridionale del Fronte dell'Isonzo. Nella grotta sono state scavate quattro gallerie artificiali e trasformato la parte superiore creando nove piattaforme per i letti. Questa parte della grotta è oggi illuminata e aperta ai turisti.
Dopo la caduta dei confini avvenuta tra Italia e Slovenia, la grotta è ora accessibile direttamente da Ceroglie dell’Ermada tramite un sentiero (circa 2 km).

Note[modifica | modifica wikitesto]