Groove metal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Groove metal
Origini stilisticheThrash metal[1]
Hardcore punk[1]
Death metal[2]
Origini culturaliUSA nei primi anni '90
Strumenti tipicichitarra
basso
batteria
PopolaritàGenere abbastanza popolare nei suoi esponenti più importanti: il disco di maggior successo del genere è Far Beyond Driven dei Pantera che raggiunse la posizione #1 della Billboard 200[3]. A partire dai primi anni duemila nuovi gruppi groove come Lamb of God e DevilDriver hanno ottenuto un discreto successo commerciale, piazzando regolarmente album nella Billboard[4][5].
Generi derivati
Nu metal - Metalcore
Generi correlati
Thrash metal - Death metal - Hardcore punk - Alternative metal - Industrial metal
Categorie correlate
Gruppi musicali groove metal · Musicisti groove metal · Album groove metal · EP groove metal · Singoli groove metal · Album video groove metal

Il groove metal (noto anche come post-thrash[6][7]) è un sottogenere dell'heavy metal che ha cominciato a svilupparsi all'inizio degli anni novanta. Tra i gruppi più rilevanti di questo sottogenere vanno sicuramente considerati i Pantera, da molti ritenuti anche gli iniziatori delle sue sonorità.[6][8][9][10].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista musicale l'influenza più forte sul genere fu certamente esercitata dal thrash metal; a differenza di quest'ultimo, tuttavia, i riff di chitarra veloci vengono alternati a riff stoppati[1]. Un'altra influenza riconosciuta è il death metal, in particolare nelle parti vocali[2]. Tale influenza è riscontrabile in maniera evidente anche nelle parti di batteria, che non di rado sono eseguite in blast beat come nel caso degli Exhorder o dei Pantera[11][12]. I Sepultura, prima di convertirsi al groove nel 1993 con Chaos A.D., proponevano sonorità molto vicine al thrash e al death metal[13].

Una terza influenza riscontrabile sui gruppi groove metal è l'hardcore punk, particolarmente forte in Vulgar Display of Power dei Pantera e in Chaos A.D. dei Sepultura, oltre che nel secondo disco dei Machine Head The More Things Change...[1][14][15]. I critici musicali non sono concordi su quale band abbia per prima sviluppato questo sound: secondo alcuni furono gli Exhorder a rallentare il thrash con il loro debutto Slaughter in the Vatican e a influenzare la successiva carriera dei Pantera[11][16], per altri sono stati gli stessi Pantera a plasmarlo con Cowboys from Hell e a produrre gli album più significativi del genere[6][8][10].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi gruppi groove emersero agli inizi degli anni novanta, influenzati da thrash, death e hardcore punk, anche se già a fine anni ottanta gruppi thrash metal come Metallica e Slayer cominciarono a sperimentare riff più lenti e sincopati nei loro brani (specie nel quarto album dei Metallica ...And Justice for All, del 1988), avvicinandosi a quello che poi sarebbe stato definito "groove metal"[17]. Il primo disco groove a tutti gli effetti è universalmente considerato Cowboys from Hell dei Pantera, pubblicato nel 1990, innovativo grazie soprattutto allo stile di chitarra di Dimebag Darrell, violento ma allo stesso tempo caratterizzato da una grande abilità tecnica[6]. In realtà non fu il primo album della band, che già era nata nei primi anni ottanta come gruppo hair metal, spostandosi verso sonorità più estreme solo a partire dal quarto album Power Metal, con l'entrata del cantante Phil Anselmo[18]. Seguì due anni più tardi Vulgar Display of Power, che eliminò definitivamente qualsiasi influenza di heavy metal classico e presentò uno stile ancora più aggressivo e innovativo[1]. L'album ha avuto un notevole successo internazionale, ed è stato spesso incluso nelle classifiche dei migliori album heavy metal di sempre[1][12]. Ben presto, sulla scia del successo di Cowboys from Hell e Vulgar Display of Power, si formò una schiera di altre band: i Sepultura, attivi già dalla metà degli anni ottanta come gruppo thrash/death, passarono al groove nel 1993 con Chaos A.D., che ottenne ottime recensioni[13]. Tre anni dopo il gruppo pubblicò Roots, in cui fondeva groove, musica popolare brasiliana e influenze nu metal derivate dai Korn[19]. Subito dopo i Sepultura fu la volta dei Machine Head, band guidata da Robb Flynn, veterano della scena thrash che aveva già suonato nei Vio-lence: con il loro debutto Burn My Eyes del 1994 il gruppo realizzò uno dei più importanti album groove metal[15].

Questa prima ondata di gruppi groove terminò fra la fine degli anni novanta e i primi anni duemila: i Pantera pubblicarono il loro ultimo disco, Reinventing the Steel, nel 2000, per poi sciogliersi nel 2003; i Machine Head si spostarono verso il più commerciale nu metal con The Burning Red, mentre i Sepultura persero il loro cantante e chitarrista Max Cavalera e virarono verso l'hardcore[9][15].

Tuttavia nello stesso periodo il groove metal ebbe una pesante influenza sul nu metal e sul metalcore[7]. All'interno di quest'ultimo movimento e della New wave of American heavy metal si sviluppò infatti una nuova ondata di gruppi groove, trainata da band come Lamb of God, Throwdown, Soulfly, DevilDriver e Byzantine[20][21][22][23][24]. Il genere continua a essere popolare anche negli anni 2010 e 2020, grazie, oltre ai già citati Lamb of God e Machine Head, al gruppo musicale francese Gojira, che lo ripropone in una forma più influenzata dal progressive metal e dal death metal e che ha riscosso numerosi apprezzamenti sia di critica che di pubblico[25][26][27][28].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Pantera - Vulgar Display of Power, su storiadellamusica.it. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  2. ^ a b Christe (2003), pg. 264, "As close to death metal as any other gold-selling record before it, Chaos A.D. stripped down Sepultura's sound into a coarse metallic loop. The CD sold half a million copies, and alongside Pantera the band forged a streetwise, death-derived groove metal that inspired an upcoming generation of mavens in the 1990s."
  3. ^ (EN) Far Beyond Driven, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  4. ^ (EN) DevilDriver - Charts and Awards, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  5. ^ (EN) Lamb of God - Charts and Awards, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  6. ^ a b c d (EN) Cowboys from Hell, su allmusic.com. URL consultato il 3 novembre 2011.
  7. ^ a b Machine Head - Burn My Eyes, su storiadellamusica.it. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  8. ^ a b (EN) CMJ New Music Report 22 nov 1999, su books.google.com. URL consultato il 3 gennaio 2010.
  9. ^ a b (EN) Pantera su All Music Guide, su allmusic.com. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  10. ^ a b (EN) Project in the Jungle, su allmusic.com. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  11. ^ a b (EN) Exhorder, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  12. ^ a b Robert Dimery, 1001 dischi, Bologna, Hoepli, p. 698, ISBN 978-88-7455-040-1.
  13. ^ a b (EN) Arise, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  14. ^ (EN) Chaos A.D., su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  15. ^ a b c Luca Signorelli, Metallus. Il libro dell'Heavy Metal, Firenze, Giunti, 2001, p. 107, ISBN 978-88-09-02230-0.
  16. ^ (EN) Slaughter in the Vatican, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  17. ^ (EN) Metallica’s “And Justice For All” Turns 30!, su Ghost Cult. URL consultato il 7 ottobre 2022.
  18. ^ (EN) Power Metal, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  19. ^ (EN) Roots, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  20. ^ (EN) The 'Big 4' Bands of 27 Rock + Metal Subgenres, su Loudwire. URL consultato il 1º febbraio 2023.
  21. ^ (EN) New American Gospel, su allmusic.com. URL consultato il 5 novembre 2011.
  22. ^ (EN) Conquer, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  23. ^ (EN) Deathless, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  24. ^ (EN) Oblivion Beckons, su allmusic.com. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  25. ^ (EN) Orbit Culture Frontman Recalls Night Gojira "Changed Everything I Knew About Metal", su Revolver Magazine. URL consultato il 7 ottobre 2022.
  26. ^ (EN) GOJIRA – From an Underground Beast to the Very Top of the Metal World, su Hardwired. URL consultato il 7 ottobre 2022.
  27. ^ (EN) “We like to melt faces”: how Gojira became the most important metal band of the decade, su Louder Sound. URL consultato il 7 ottobre 2022.
  28. ^ (EN) Groove Metal Music Guide: 5 Notable Groove Metal Bands, su Masterclass. URL consultato il 7 ottobre 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Heavy metal