Greatest Hits: My Prerogative

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il DVD video, vedi Greatest Hits: My Prerogative (DVD).
Greatest Hits: My Prerogative
ArtistaBritney Spears
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione1º novembre 2004
Durata60:55
Dischi1
Tracce17 (versione americana)
GenerePop
Dance pop
Teen pop
EtichettaJive Records
ProduttoreBloodshy, Avant, The Neptunes, Max Martin, Rami, Trixster, Guy Sigsworth, Per Magnusson, David Krueger, Rodney Jerkins, R. Kelly
Registrazione1998-2004
NoteEsistono tre diverse tracklist per varie nazioni;edizioni limitate includono bonus cd di remix
Certificazioni
Dischi d'oroArgentina Argentina[1]
(vendite: 20 000+)
Austria Austria[2]
(vendite: 10 000+)
Danimarca Danimarca[3]
(vendite: 10 000+)
Canada Canada[4]
(vendite: 50 000+)
Francia Francia (2)[5]
(vendite: 200 000+)
Germania Germania
(vendite: 150 000+)
Grecia Grecia[6]
(vendite: 6 000)
Norvegia Norvegia[7]
(vendite: 15 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[8]
(vendite: 7 500+)
Svizzera Svizzera[9]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (2)[10]
(vendite: 140 000+)
Belgio Belgio[11]
(vendite: 50 000+)
Europa Europa[12]
(vendite: 1 000 000+)
Finlandia Finlandia[13]
(vendite: 20 000+)
Giappone Giappone (3)[14]
(vendite: 750 000+)
Italia Italia
(vendite: 60 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[15]
(vendite: 900 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[16]
(vendite: 1 000 000+)
Ungheria Ungheria[17]
(vendite: 10 000+)
Britney Spears - cronologia
Album precedente
(2003)
Logo
Logo del disco Greatest Hits: My Prerogative
Singoli
  1. I've Just Begun (Having My Fun)
    Pubblicato: 17 agosto 2004
  2. My Prerogative
    Pubblicato: 21 settembre 2004
  3. Do Somethin'
    Pubblicato: 14 febbraio 2005

Greatest Hits: My Prerogative è il primo greatest hits della cantante pop Britney Spears. La raccolta è stata pubblicata il 1º novembre 2004 in Giappone e l'8 novembre nel resto del mondo esclusi Stati Uniti e Canada, in cui è stato pubblicato il giorno dopo. L'album contiene tutti i singoli della Spears, da ...Baby One More Time a Outrageous, con la sola eccezione di From the Bottom of My Broken Heart. Sono anche incluse tre nuove canzoni: una reinterpretazione di My Prerogative di Bobby Brown (secondo singolo della raccolta), Do Somethin' (terzo singolo) e I've Just Begun (Having My Fun) (primo singolo). L'album è il tredicesimo del 2004 in termini di vendite, arrivando a 5,6 milioni di copie.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. My Prerogative – 3:33 (Bobby Brown)
  2. Toxic – 3:19 (Bloodshy & Avant, Cathy Dennis, Henrik Jonback)
  3. I'm a Slave 4 U – 3:25 (Pharrell Williams, Chad Hugo)
  4. Oops!... I Did It Again – 3:33 (Max Martin, Rami Yacoub)
  5. Me Against the Music (feat. Madonna) – 3:45 (Britney Spears, Madonna, Christopher Stewart, Penelope Magnet, Thabiso Nikhereanye, Terius Nash, Gary O'Brien)
  6. Stronger – 3:26 (Max Martin, Rami Yacoub)
  7. Everytime – 3:51 (Britney Spears, Annette Artani)
  8. ...Baby One More Time – 3:32 (Max Martin)
  9. (You Drive Me) Crazy (The Stop Remix!) – 3:18 (Max Martin, Rami Yacoub)
  10. Boys (Co-Ed Remix feat. Pharrell Williams) – 3:47 (Pharrell Williams, Chad Hugo)
  11. Sometimes – 4:05 (Jörgen Elofson)
  12. Overprotected – 3:20 (Max Martin, Rami Yacoub)
  13. Lucky – 3:26 (Max Martin, Rami Yacoub)
  14. Outrageous – 3:27 (R. Kelly)
  15. Don't Let Me Be the Last to Know – 3:51 (Robert Lange, Keith Scott, Shania Twain)Bonus track UK, giapponese e australiana
  16. Born to Make You Happy – 4:04 (Andreas Carlsson, Kristian Lundin)Bonus track internazionale
  17. I Love Rock 'n' Roll – 3:08 (Alan Merrill, Jake Hooker)Bonus track internazionale
  18. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman – 3:51 (Max Martin, Rami Yacoub, Dido)
  19. I've Just Begun (Having My Fun) – 3:23 (Britney Spears, Michelle Bell, Christian Karlsson, Pontus Winnberg, Henrik Jonback)
  20. Do Somethin' – 3:22 (Christian Karlsson, Pontus Winnberg, Henrik Jonback, Angela Hunte)
  • Nell'edizione nordamericana dell'album, la quindicesima, sedicesima e diciassettesima traccia sono state escluse dall'album. La dodicesima traccia Overprotected è stata sostituita dal Darkchild Remix Radio Edit della canzone.

La quindicesima traccia Don't Let Me Be The Last To Know è presente esclusivamente nell'edizione giapponese e britannica dell'album. Nell'edizione giapponese, sebbene sia uguale a quella britannica, le tracce (You Drive Me) Crazy (The Stop Remix!) e Boys (The Co-Ed Remix) vengono sostituite con le versioni originali dei brani.

Limited Edition Remix Bonus Disc[modifica | modifica wikitesto]

  1. Toxic (Armand Van Helden Remix) – 9:35 (Bloodshy & Avant, Cathy Dennis, Henrik Jonback)
  2. Everytime (Hi-Bias Radio Remix) – 3:27 (Britney Spears, Annette Artani)
  3. Breathe on Me (Jacques Lu Cont Mix) – 8:09 (S. Anderson, L. Green, S. Lee)
  4. Outrageous (Junkie XL's Dancehall Mix) – 2:56 (R. Kelly)
  5. Stronger (Miguel 'Migs' Vocal Mix) – 6:32 (Max Martin, Rami Yacoub)Bonus track internazionale
  6. I'm a Slave 4 U (Thunderpuss Club Mix) – 8:46 (Pharrell Williams, Chad Hugo)Bonus track internazionale
  7. Chris Cox Megamix (8 smash hit singles mixed together) – 4:57
  8. Baby One More Time (Davidson Ospina Radio Mix) – 3:26 (Max Martin)Bonus track internazionale

Durata totale: 47:48

  • L'edizione americana contiene la versione Edit del remix di Toxic, che ha una durata più breve di tre minuti rispetto alle edizioni internazionali, e omette le tracce 5,6 e 8.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Edizione standard: 1 CD
  • Edizione limitata: 2CD; il primo CD è lo stesso dell'edizione standard; il secondo contiene remix inediti.
  • Edizione limitata asiatica: include il CD internazionale con 19 tracce e un Bonus Video CD con Chris Cox Megamix video (con 7 video mixati insieme) e audio (con 9 singoli mixati insieme)
  • Edizione Eco-Friendly: il 16 febbraio 2007, l'album è stato ristampato in Europa e Canada[18] in una confezione a basso prezzo, utilizzando carta riciclata. Nel 2009 è stata pubblicata anche negli Stati Uniti.
  • Edizione limitata italiana: il 22 settembre 2008 la Sony BMG Italia ha pubblicato un box CD+DVD limitato, comprendente il CD Greatest Hits: My Prerogative e il DVD Live and More!.[19][20]

Singoli estratti[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Greatest Hits: My Prerogative debuttò alla posizione numero 7 della classifica italiana album, e rimase tra i venti album più venduti per undici settimane. In Italia, Oops!... I Did It Again è l'unico album di Britney Spears ad essere rimasto nella top 20 per più settimane (tredici, due in più del Greatest Hits).[21]

La raccolta della Spears arrivò alla posizione numero 1 in Irlanda e in Giappone.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Cerimonia Premio Risultato
2005 Japan Golden Music Awards Rock/Pop Album of the Year Vinto[42]

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Casa discografica Data Catalog No.
Giappone Sony BMG Japan 1º novembre 2004
Regno Unito Jive Records 8 novembre 2004 82876 652602
Stati Uniti Jive Records 9 novembre 2004 82876 652942
Cina Sony BMG International 27 dicembre 2004 82876 660042

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.capif.org.ar/Default.asp?PerDesde_MM=0&PerDesde_AA=0&PerHasta_MM=0&PerHasta_AA=0&interprete=britney+spears&album=my+prerogative&LanDesde_MM=0&LanDesde_AA=0&LanHasta_MM=0&LanHasta_AA=0&Galardon=O&Tipo=1&ACCION2=+Buscar+&ACCION=Buscar&CO=5&CODOP=ESOP
  2. ^ International Federation of the Phonographic Industry - Austria, Austrian Certification, su ifpi.at, 15 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  3. ^ (DA) Album Top-40 - Uge 01 - 2005, Hit Listerne. URL consultato il 30 aprile 2012.
  4. ^ http://musiccanada.com/GPSearchResult.aspx?sa=Britney+Spears
  5. ^ (FR) LES DISQUES D'OR - Album 2004, Disquee France. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2011).
  6. ^ (EL) Top 50 Ελληνικών και Ξένων Άλμπουμ, Top40. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2005).
  7. ^ International Federation of the Phonographic Industry - Norway, Norwegian Certification, su ifpi.no, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2012).
  8. ^ Recording Industry Association of New Zealand, New Zealand Certification, su rianz.org.nz, 17 gennaio 2005. URL consultato il 12 luglio 2009.
  9. ^ International Federation of the Phonographic Industry - Switzerland, Swiss Certification, su hitparade.ch, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  10. ^ Australian Recording Industry Association, Australian Certification, su aria.com.au, 2005. URL consultato il 12 luglio 2009.
  11. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - ALBUMS - 2004, Ultratop. URL consultato il 30 aprile 2012.
  12. ^ International Federation of the Phonographic Industry, European Certification, su ifpi.org, novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  13. ^ International Federation of the Phonographic Industry – Finland, Finnish Certification, su ifpi.fi, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  14. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  15. ^ Certified Awards
  16. ^ Recording Industry Association of America, U.S. Certification, su riaa.com, 9 dicembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  17. ^ Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége, Certification, su mahasz.hu, 2005. URL consultato il 12 luglio 2009.
  18. ^ http://www.hmv.ca/hmvcaweb/en_CA/displayProductDetails.do?sku=1198292
  19. ^ GH: My Prerogative CD + Live and More DVD | BSWORLD[dot]COM – Britney Spears World
  20. ^ http://www.ibs.it/disco/0886973726129/britney-spears/greatest-hits-live.html?shop=1 IBS Music Store
  21. ^ http://www.italiancharts.com/showitem.asp?interpret=Britney+Spears&titel=Greatest+Hits%3A+My+Prerogative&cat=a
  22. ^ Australian Recording Industry Association, Australian Albums Chart, Australian Charts, 28 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  23. ^ http://www.irish-charts.com/showinterpret.asp?interpret=Britney+Spears
  24. ^ Austrian Albums Chart, Austrian Charts, 21 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  25. ^ Ultratop, Belgian Flemish Albums Chart, su ultratop.be, 27 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  26. ^ Ultratop, Belgian Walloon Albums Chart, su ultratop.be, 27 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  27. ^ a b Billboard magazine, Billboard charts, All Music Guide, novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  28. ^ Tracklisten, Danish Albums Chart, Danish Charts, 7 gennaio 2005. URL consultato il 12 luglio 2009.
  29. ^ Music & Media, European Top 20 Chart (PDF), ARIA Net, 22 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  30. ^ Finnish Albums Chart, Finnish Charts, Week 50, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  31. ^ a b Chart Data: Britney Spears, Mariah Charts, 13 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  32. ^ Oricon, Japanese Main Albums Chart, su jbbs.livedoor.jp, 15 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2011).
  33. ^ Irish Recorded Music Association, Irish Albums Chart, aCharts, 11 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  34. ^ Federation of the Italian Music Industry, Italian Albums Chart, Italian Charts, 11 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  35. ^ VG-lista, Norwegian Albums Chart, Norwegian Charts, Week 49, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  36. ^ Recording Industry Association of New Zealand, New Zealand Albums Chart, New Zealand Charts, 29 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  37. ^ MegaCharts, Dutch Albums Chart, Dutch Charts, 13 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  38. ^ Portuguese Albums Chart, Portuguese Charts, Week 46, 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  39. ^ The Official Charts Company, UK Albums Chart, Every Hit, novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  40. ^ Sverigetopplistan, Swedish Albums Chart, Swedish Charts, 18 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  41. ^ Swiss Albums Chart, Swiss Charts, 21 novembre 2004. URL consultato il 12 luglio 2009.
  42. ^ Britney Spears Biography | Britney.com Archiviato il 14 aprile 2015 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Britney Spears Portale Britney Spears: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Britney Spears