Grauno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grauno
ex comune
Grauno – Stemma
Grauno – Veduta
Il paese dominato dalla parrocchiale di San Martino
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Data di soppressione31 dicembre 2015
Territorio
Coordinate46°14′N 11°18′E / 46.233333°N 11.3°E46.233333; 11.3 (Grauno)Coordinate: 46°14′N 11°18′E / 46.233333°N 11.3°E46.233333; 11.3 (Grauno)
Altitudine976 m s.l.m.
Superficie7,26 km²
Abitanti144[1] (31-12-2015)
Densità19,83 ab./km²
Comuni confinantiCapriana, Grumes, Salorno (BZ), Sover
Altre informazioni
Cod. postale38030
Prefisso0461
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022094
Cod. catastaleE150
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantigraunesi; gràuneri/gràoneri
Patronosan Martino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Grauno
Grauno
Sito istituzionale

Grauno (Gràun in dialetto cembrano[2]) è un ex comune italiano di 144 abitanti della provincia di Trento situato nella parte alta della Val di Cembra. Il 1º gennaio 2016 si è fuso con Faver, Grumes e Valda per formare il nuovo comune di Altavalle.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

In paese sorge la chiesa parrocchiale di San Martino, risalente al 1863, costruita sul luogo di una precedente struttura risalente forse all'XI secolo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
9 maggio 2005 8 maggio 2010 Marco Cristofori Lista civica Sindaco
9 maggio 2010 31 dicembre 2015 Ceolan Alfredo Lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]